Connect with us

Società

“Salviamo il pulcino maschio”: anche in Alto Adige Coop sostiene la campagna contro l’uccisione

Pubblicato

-

Le galline ovaiole hanno il compito di deporre più uova possibile – un obiettivo su cui gli allevamenti si sono concentrati per molto tempo. In genere mettono su poca carne, e quindi queste “macchine da uova” non sono adatte all’ingrasso: a questo scopo viene appositamente allevato altro tipo di pollame, che per contro depone poche uova.

Nell’industria alimentare, i pulcini maschi provenienti dagli allevamenti di galline ovaiole sono considerati di scarso valore, per non dire praticamente uno scarto: essi, infatti, non possono deporre uova né ingrassano facilmente.

“Per motivi di efficienza economica i pulcini maschi vengono eliminati poco dopo la schiusa delle uova”, informa Silke Raffeiner, nutrizionista presso il Centro Tutela Consumatori Utenti dell’Alto Adige.

Alcune aziende, soprattutto quelle biologiche, praticano già il cosiddetto allevamento “Bruderhahn” (fratello gallo), destinando all’ingrasso i pulcini maschi delle galline ovaiole. Tuttavia, in confronto ai polli da carne, questi pulcini incrementano il proprio peso molto più lentamente e devono essere cibati più a lungo.

I costi per l’ingrasso, conseguentemente più elevati, vengono coperti tramite l’aumento di qualche centesimo del prezzo di vendita delle uova prodotte dalle galline ovaiole. Inoltre, attualmente si stanno studiando metodi per riconoscere tempestivamente il sesso degli embrioni fecondati ed eliminare così quelli maschili prima della schiusa delle uova.

Il problema può essere risolto ritornando alle cosiddette razze a duplice scopo. “Questi polli non raggiungono alte prestazioni, ma possono essere utilizzati per la produzione sia di uova sia di carne”, spiega Silke Raffeiner. In alcune aziende altoatesine si allevano già i polli bio tipo “Sandy”, una razza a duplice scopo.

Anche la catena di supermercati Coop, con il progetto chiamato “Salviamo il pulcino maschio”, sostiene l’allevamento dei pulcini maschi delle galline ovaiole.

Da aprile 2019, sotto il marchio Coop sono vendute soltanto uova di galline ovaiole i cui fratelli maschi vengono destinati all’ingrasso.

Società

Governatori in libera uscita: il video di “Disco Kompatscher” imperversa sul Social

Pubblicato

-

E’ un video inedito che sta sollevando l’ilarità, ma invero anche molta simpatia, quello che ritrae il governatore dell’Alto Adige Arno Kompatscher in versione “libera uscita” mentre scioglie il suo spirito (apparentemente) ingessato nel bel mezzo di un party “sudtiroler style”.

Sulle note della celebre hit anni 70 Daddy Cool di Boney M., il Landeshauptmann dà prova di tutto il suo talento di provetto ballerino, tra una buona caraffa di birra locale e una compagnia di scatenati avventori notturni.

Il “Tony Manetscher” sudtirolese non lascia dubbi: oltre che quello del politico, al presidente della giunta provinciale aspetterebbe anche un radioso futuro nel mondo dello spettacolo.

E come si dice per il mood delle migliori delle notti da movida, chi non alza le mani non arriva a domani!

Continua a leggere

Società

Con Upad e Gli acchiappafilm 6 appuntamenti alla scoperta del cinema

Pubblicato

-

Mercoledì 16 ottobre alle ore 18.30 presso la sede Upad di via Firenze 51 a Bolzano si terrà la presentazione del corso “Ad un passo da Hollywood”, un ciclo di 6 appuntamenti che partiranno a novembre e saranno tenuti dal gruppo Gli acchiappafilm.

“Non è cinema” ha dichiarato il regista Martin Scorsese pochi giorni fa, parlando dei film di supereroi della Marvel. Una dichiarazione che ha diviso il pubblico di tutto il mondo e che riporta alla luce un “conflitto” in atto da oltre un secolo: il cinema va considerato più come forma d’arte o più come narrazione? Secondo quale scala di valori dovrebbe essere valutato un film?

Considerazioni che capitano al momento giusto vista la partenza del corso che Upad ed il gruppo Gli acchiappafilm organizzano insieme a novembre con il sostegno dell’Ufficio Educazione Permanente della Provincia Autonoma di Bolzano.

Durante i 6 appuntamenti che si terranno a partire dal 6 novembre ogni mercoledì dalle 18.30 alle 20.00 verranno affrontate numerose tematiche, pillole di storia del cinema, aneddoti e considerazioni utili a comprendere ancora più a fondo il mondo del cinema americano.

“Il punto di partenza è la storia del cinema, che vogliamo affrontare in modo non convenzionale da un punto di vista molto più pratico e leggero” dice Aaron Damian, del gruppo Gli acchiappafilm “L’idea è quella di trasmettere una maggiore consapevolezza a livello cinematografico che permetta ai partecipanti di vivere in modo più attivo ogni visione cinematografica”.

La presentazione del corso si terrà mercoledì 16 ottobre alle 18.30 presso la sede Upad di via Firenze 51 a Bolzano. L’incontro è ad ingresso gratuito.

Per informazioni: info@upad.it – 0471/921023

Gli acchiappafilm

Nato nel dicembre 2016, Gli acchiappafilm (www.gliacchiappafilm.it ) è un blog ideato in completa autonomia da un gruppo di giovani altoatesini appassionati di cinema, ma che nel tempo ha visto aderire ragazzi e ragazze anche dal resto d’Italia. Oggi il progetto, che si può dire un vero e proprio collettivo che organizza anche rassegne e conferenze, vanta oltre 8.000 fan su Facebook.

La squadra di autori e collaboratori, tutti lavoratori o studenti e diversi con esperienze giornalistiche, oggi ammonta a oltre 15 persone.

Tra gli altoatesini ci sono Massimiliano Anzil, Rosario Multari, Ilaria Canu, Luca Criscuolo, Jacopo Schiesaro, Alessandro Tacchetti, Lorenzo Casini, Martino Minzoni, Paolo Sticcotti, Luca Nesi, Marco Rosa, Ayyoub El Hilaa e Aaron Damian. Da Roma c’è Andrea Croce, da Padova Mattia Cerantola, da Brescia Lisa Bencivenga e da Parma Marco Besagni.

Continua a leggere

Società

“On fire”: festa dei cresimati sabato 19 ottobre al centro pastorale di Bolzano

Pubblicato

-

On fire” è il titolo della Festa dei cresimati che si svolgerà sabato 19 ottobre alle 14.30 al centro pastorale di  Bolzano. Sono invitati tutti i cresimati a partire dal 21 ottobre 2018.

La “Festa dei cresimati – on fire” è un progetto promosso dall’Ufficio diocesano scuola e catechesi, dall’ufficio pastorale giovanile, dalla Südtirols Katholische Jugend (SKJ) e dalla Katholische Jungschar Südtirols (KJS).

Sono invitati a festeggiare con il vescovo Ivo Muser tutti coloro che hanno ricevuto il sacramento della cresima nell’ultimo anno compresi i loro padrini e le madrine e i sacerdoti che hanno amministrato la cresima.

Alla festa 2019 sono attese circa 500 persone.

Un primo incontro e testimonianze dei ragazzi. A seguire è previsto un momento di preghiera con il vescovo nel duomo. La festa si concluderà con un rinfresco nel cortile interno del centro pastorale.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza