Connect with us

Società

Sette religiose e culti esoterici: cosa sono, come funzionano e che rischi configurano?

Pubblicato

-

È di pochi giorni fa la notizia della maxi operazione con cui la Squadra Mobile di Novara ha fatto luce sulla cosiddetta “Setta delle bestie”, una organizzazione che per 30 anni ha manipolato, abusato e ridotto in schiavitù decine di persone, tra queste anche minorenni, utilizzando tecniche di persuasione e manipolazione comuni a diverse organizzazioni esoteriche.

Abbiamo chiesto al Dr Michele Piccolin, psicologo forense e referente dell’Associazione Italiana di Psicologia Giuridica per il Trentino Alto Adige, quali sono le caratteristiche, i meccanismi e le conseguenze tipiche del reclutamento di un individuo da parte di una setta.

Gentile dr Piccolin, che cos’è una setta, come funziona e che diffusione ha attualmente il fenomeno in Italia?

Pubblicità
Pubblicità

Una setta è una organizzazione piramidale con al vertice un leader, coadiuvato da una casta più o meno ampia di fedeli selezionati e con alla base uno stuolo di seguaci e neofiti. In altre parole, un gruppo di persone che professa una dottrina politica, filosofica, religiosa alternativa o contrastante alla maggioranza degli individui di una società Un gruppo i cui fini possono essere tra i più vari, potendo andare dalla ricerca spirituale e mistica, alla creazione di nuovi tipi di società o semplicemente all’adorazione di un santone o Guru anche se, come cronaca insegna, non di rado si possono individuare anche intenti francamente criminali. 

La società attuale, abilissima nel soddisfare i bisogni materiali degli individui, spesso non pare in grado di fornire risposte soddisfacenti ai bisogni spirituali, mistici e pulsionali delle persone ed è proprio sfruttando queste mancanze che i fedeli di una setta avvicinano e reclutano nuovi adepti. Attualmente infatti dati non ufficiali raccolti dalle associazioni anti-setta individuano circa un migliaio di organizzazioni settarie attive nel nostro paese con un giro di adepti di circa un milione di individui, tra cui molte donne e bambini.

Come mai le persone che aderiscono ad una setta compiono atti che da sole nemmeno immaginavano?

Già Freud rilevava come l’individuo posto in gruppo mostri un allentamento dei meccanismi repressivi che controllano le sue tendenze inconsce. Nella setta, cosi come in altre forme di congregazione più o meno magica ed esoterica, la persona pare infatti regredire, indebolendo il funzionamento del proprio Sé a vantaggio di una identità di gruppo che può spingerla a fini positivi, di elevazione e disciplina spirituale, così come ad esprimere pulsioni aggressive, erotiche ed emotive che il singolo soggetto difficilmente avrebbe agito nella sua individualità.

Come avviene il processo di manipolazione mentale attuata dalle sette?

Il processo avviene gradualmente. Si possono infatti distinguere diverse fasi a partire da quella di reclutamento, mirato a persone in frangenti difficili, con carenze affettive o recentemente traumatizzate, per continuare con l’iniziale avviamento e somministrazione della dottrina.

In questa fase i neofiti, attraverso intense frequentazioni che diventano via via più esclusive, giungono a sviluppare la convinzione di aver dato una svolta decisiva alla propria vita e di avvicinarsi gradualmente alle risposte che hanno sempre cercato. Man mano che l’indottrinamento procede la setta tende a cancellare vieppiù l’identità passata dell’nuovo membro chiedendogli di “tagliare i ponti” con familiari e affetti e puntando a sviluppare una nuova identità che coincide sempre più con quella proposta e voluta dalla setta. 

Con tempistiche individualizzate e gestite dai vertici della setta i singoli adepti vengono cosi radicati progressivamente nel gruppo quindi fidelizzati attraverso l’offerta di apparente sicurezza e mancanza di problemi. La setta solleva così gli individui dal dover pensare a sé stessi, dona loro nuove sicurezze, poteri e responsabilità e li conduce gradualmente alla rimozione della realtà che li circonda arrivando, una volta che l’identità di adepto sia ben consolidata, anche ad isolare fisicamente i propri membri, costituendo comunità chiuse ed appartate. È infatti attraverso l’isolamento che, più facilmente, si stabilisce un controllo totale sui membri del gruppo.

Quali sono le caratteristiche che rendono una setta «pericolosa»?

Gli elementi che maggiormente determinano la pericolosità di un gruppo settario possono essere individuati nel totalitarismo del leader, nella presenza a suo carico di elementi di particolare perversione, psicopatia e antisocialità, nella capillarità del controllo dei comportamenti, delle relazioni sociali e del patrimonio dei seguaci, nella tendenza all’isolamento fisico della comunità, nell’uso di droghe e chiaramente nell’adozione di rituali che prevedano il ricorso a violenza fisica e/o sessuale.

Perché non è facile uscire da una setta?

Gli adepti che sono riusciti a lasciare una setta riferiscono della radicale trasformazione che hanno dovuto operare per recuperare e/o mantenere la loro identità e la loro libertà di pensiero resistendo a stratagemmi che prevedevano tecniche di love bombing, di shaming, di progressiva diminuzione della privacy, di controllo alimentare, di ipnosi mirata, di meccanismi di rinforzo con premi e punizioni somministrati pubblicamente, di canti e nenie ricche di messaggi subliminali nonché di ricatti, minacce ed esami e valutazioni spirituali atte a più precisamente scatenare paure e sensi di colpa in coloro che osassero manifestare l’idea di abbandonare la setta.

Ma quali sono le conseguenze dannose che tali trattamenti possono lasciare a livello psichico?

Il panorama è potenzialmente vario e dipende da intensità e durata del “trattamento” ricevuto come anche dalla presenza di adeguati meccanismi di difesa psichica delle vittime coinvolte. Potenzialmente però le conseguenze dannose possono essere anche di gravità estrema.

Sono presenti infatti casi di suicidio commesso per porre fine alle persecuzioni degli ex confratelli e anche a livelli di gravità più contenuti si possono tecnicamente prospettare danni psichici in grado di comportare invalidità maggiori, con instaurarsi più o meno permanente di sindromi ansiose, fobiche, deliranti, paranoidee, eventualmente complicate dalla presenza di sintomatologia posta traumatica in collegamento ad eventi subiti e chiaramente minacciosi per la propria integrità fisica o libertà sessuale.

Per questo motivo è importante garantire adeguato supporto psicologico a coloro che stiano tentando di uscire da un culto settario come anche alle vittime involontarie di rituali esoterici che, anche quando non sono fisicamente violenti, possono lasciare cicatrici importanti nella psiche dei partecipanti.

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]

Categorie

di tendenza