Connect with us

Arte e Cultura

Strike, torna il contest che premia i giovani che cambiano le cose: l’edizione 2022 punta su crescita delle idee e slancio imprenditoriale

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Volontariato, associazionismo, progetti culturali, ma anche idee imprenditoriali e legate alla crescita personale e alla valorizzazione del territorio: sono davvero tante le storie passate dal 2016 sul palco di Strike, il contest promosso da Fondazione Franco Demarchi e Provincia autonoma di Trento per selezionare esperienze che abbiano per protagonisti giovani dai 18 ai 35 anni di età.

Il bando 2022, lanciato ieri, si rivolge a ragazzi e ragazze nati, domiciliati o residenti in Trentino – Alto Adige, Lombardia e Veneto. L’obiettivo è quello di far emergere storie che possano essere di ispirazione per altri giovani, riferimenti vicini e accessibili per chi, ad esempio, ha concluso il proprio percorso di studi e deve decidere del proprio futuro. Strike cerca storie legate all’impresa e all’autonomia personale, alla cultura e al volontariato, allo sport, alla tutela dell’ambiente e all’inclusione delle fragilità.

Storie che abbiano un valore per chi le ha vissute, ma anche per le comunità e i territori: il vero “striker” è colui o colei che decide di mettersi in gioco, che accetta la sfida del cambiamento, anche assumendosi il rischio di fallire. La capacità di risollevarsi dopo una caduta e di reagire a situazioni di svantaggio è anzi un valore aggiunto nelle storie selezionate dal bando.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Si può partecipare al contest singolarmente o in gruppo, purché la maggioranza dei componenti rispetti i criteri anagrafici e di nascita, domicilio o residenza. Fra tutte le candidature presentate, verranno selezionate le 10 storie finaliste. Tutti gli striker e le striker potranno inoltre partecipare a un laboratorio sullo storytelling in preparazione del pitch che dovranno affrontare durante la finale del 3 dicembre.

In palio, come gli scorsi anni, un riconoscimento di 1.000 euro ciascuna per le storie prime tre classificate e un premio del pubblico da 500 euro. I vincitori e le vincitrici potranno utilizzare il premio per il proprio progetto, oppure per un percorso di coaching mirato alla crescita del proprio progetto.

Partecipare a Strike è semplice e gratuito: bisogna registrare un breve video (max 5 minuti) in cui si racconta il proprio strike e compilare il form sul sito www.strikestories.com, avendo cura di caricare tutta la documentazione richiesta. Per candidare la propria storia a Strike, c’è tempo fino alle ore 12.00 di domenica 9 ottobre 2022.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Federico Samaden, presidente di Fondazione Franco Demarchi: «Strike! è un progetto strategico per la mission della nostra Fondazione, perché ci dà l’opportunità di ascoltare senza filtri la voce e il vissuto dei giovani, in particolar modo di chi è, o ha le potenzialità per esserlo, cellula attiva delle reti delle nostre comunità educanti».

Mirko Bisesti, assessore all’istruzione, università e cultura della Provincia autonoma di Trento: «Ogni storia, ogni esperienza personale racchiude un valore non solo per chi l’ha vissuta, ma anche per tutti coloro che ne possono trarre esempio e ispirazione. Per questo, è così importante il lavoro di Strike, che da 7 anni seleziona storie di valore che hanno per protagoniste ragazzi e ragazze fra i 18 e i 35 anni. Un impegno, ricordo, che va ben oltre i confini del Trentino, perché abbraccia le province e le regioni limitrofe».

Strike! Storie di giovani che cambiano le cose” è un progetto di Fondazione Franco Demarchi e Servizio attività e produzione culturale della Provincia autonoma di Trento, realizzato da Mercurio Società Cooperativa, in collaborazione con Cooperativa Sociale Smart e Fondazione Antonio Megalizzi. Con il sostegno di ITAS Mutua (main sponsor), Vector Società Benefit, LDV20, Favini. E con la partecipazione di Loison Pasticceri dal 1938 e Joydis.

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Società4 settimane fa

Quindici giovani talenti della ricerca scientifica: workshop interdisciplinare Laimburg-Berlino

Bolzano4 settimane fa

Tentano la rapina e scatta una rissa. Espulsi tre cittadini marocchini

Archivi

Categorie

più letti