Connect with us

Italia ed estero

Tornado in Grecia: 6 turisti morti e almeno 30 feriti nella Penisola Calcidica

Pubblicato

-

Foto: ilsussidiario.net

E’ di almeno 6 turisti stranieri morti e di 30 feriti il bilancio del tornado che si è abbattuto sulla Grecia e in particolare nel nord della penisola Calcidica nella notte tra il 10 e l’11 luglio.

Un inferno durato circa 20 minuti riconosciuto dai più come “un fenomeno senza precedenti” tanto da far dichiarare la Calcidica un territorio in stato di emergenza.

Sono oltre 140 attualmente i vigili del fuoco in intervento per le operazioni di soccorso. Le vittime sono di nazionalità ceca, russa, romena: fra loro anche un bambino di 2 anni.

Un turista russo e suo figlio di due anni sono infatti rimasti uccisi dalla caduta di un albero nel loro albergo di Nea Potidaia a 70 km da Salonicco.

Nei pressi di Propontida una coppia di cechi ha perso la vita travolti da violente raffiche di vento che ha investito il loro caravan.

Una donna rumena e il suo bambino sono infine stati travolti dal tetto di un esercizio pubblico a Nea Plagia.

Continua a leggere

Italia ed estero

Violento frontale con un furgone a Vicenza: donna meranese morta tra le lamiere

Pubblicato

-

Ha perso la vita oggi in un incidente stradale tra Montegaldella e Villaganzerla (Vicenza) una donna meranese di 68 anni: per cause ancora in via di accertamento la sua auto, secondo una prima ricostruzione, si sarebbe scontrata con un furgone che proveniva in senso opposto.

Un frontale violentissimo al quale l’anziana, alla guida della sua Hyundai, non è sopravvissuta.

Sul posto i carabinieri e i sanitari del Suem 118, che non hanno potuto fare altro che constatarne la morte, dopo l’estrazione dalle lamiere.

Ferito ma non in pericolo di vita il conducente dell’altro mezzo, che dopo l’urto è finito fuori strada.

Continua a leggere

Italia ed estero

Salta il cesareo per mancanza di anestesisti, scopre in ospedale che il bimbo è morto

Pubblicato

-

Arriva all’ospedale con in grembo il figlio che scopre essere morto dopo gli esami specialistici.

Il dramma si è verificato all’ospedale di Vibo Valentia, dove una 32enne di Cessaniti è arrivata nella mattina al reparto di ginecologia in fase terminale della gravidanza.

Lo scorso 26 settembre nello stesso ospedale, si era sottoposta ad una visita che confermava le buone condizioni di salute del figlio.

Le era stato detto che a giorni sarebbe stata chiamata per il cesareo, ma dell’intervento nessuna notizia fino a ieri, quando la donna si è presentata al nosocomio per chiedere spiegazioni sul ritardo.

Alla gestante e al marito che la accompagnava sarebbe stato detto che non era possibile partorire per l’assenza di anestesisti: era stata quindi invitata a ritornare l’indomani (oggi ndr).

Una volta sottoposta al tracciato, è emerso che il bimbo era morto. La donna ha partorito con un cesareo nel pomeriggio il corpo senza vita del feto.

In seguito all’accaduto, il ministro della Salute Roberto Speranza ha immediatamente predisposto l’invio di un’ispezione nell’ospedale.

E’ stata inoltre aperta un’inchiesta interna per appurare aventuali responsabilità.

Continua a leggere

Italia ed estero

Halle, bomba in un cimitero ebraico e sparatoria davanti alla sinagoga: almeno due morti

Pubblicato

-

E’ di almeno due vittime il bilancio di un attacco armato avvenuto questo pomeriggio davanti a una sinagoga a Halle, nell’est della Germania.

Una persona è stata fermata, ma ci potrebbe essere più di un attentatore dietro alla sparatoria.

Secondo alcuni testimoni l’uomo armato, che indossava abiti militari e un elmetto, avrebbe sparato con una pistola automatica o forse un mitra anche contro un negozio di kebab turco.

Il movente potrebbe ricondursi alla festività ebraica dello Yom Kippur. Colpito da una bomba anche il cimitero ebraico della città tedesca, capoluogo della Sassonia.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza