Connect with us

Alto Adige

Tre Cime: due alpinisti spagnoli appesi da giorni in parete dicono NO ai soccorsi

Pubblicato

-

Dramma sulle Tre Cime di Lavaredo, dove da circa tre giorni due alpinisti spagnoli, un uomo di 45 anni e una donna di 36, sono bloccati in parete ma rifiutano categoricamente l’intervento dei soccorsi.

Non è chiaro quale sia la motivazione di fondo che li spinga ad un simile atteggiamento. Gli uomini dell’Aiut Alpin con l’elicottero di emergenza hanno tentato più volte di salvare loro la vita.

La coppia di Barcellona non era più stata vista rientrare dalla Cima Ovest di Lavaredo e così domenica mattina è scattato l’allarme.

Pubblicità
Pubblicità

I due erano stati individuati dapprima a metà della Via Cassin, ma avevano rifiutato il recupero per proseguire la scalata e non hanno desistito nemmeno quando gli uomini del soccorso hanno raccomandato loro la discesa, con tanto di istruzioni, per non aggravare la situazione.

A nulla è valsa la presenza dei genitori dell’uomo: gli alpinisti hanno rifiutato una seconda volta l’aiuto dell’elisoccorso e malgrado il tempo fosse addirittura in peggioramento hanno deciso di proseguire facendo rientrare il velivolo ma chiedendo in seguito indicazioni sulla propria posizione.

Un terzo rifiuto di aiuto è arrivato più tardi. Il Soccorso Alpino sta continuando a monitorare con una certa apprensione la cordata.

Secondo quando riporta Rai News, i due scalatori sono gli stessi che martedì scorso, in compagnia di altri due alpinisti, si erano trovati in difficoltà perché senza luci e con le corde incastrate al rientro dalla Cima Grande.

 

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza