Connect with us

Mamma&Donna

Tuo figlio non mangia la verdura? Proponila in modo divertente

Pubblicato

-

Le problematiche come ipertensione, sovrappeso, obesità, colesterolo altodiabete che un tempo insorgevano con l’avanzare dell’età ora cominciano a colpire molto prima. Una delle cause è da associare alla dieta moderna: prodotti industriali, junk food, bibite dolcificate, cereali raffinati, hanno un ruolo negativo sul benessere di tutti noi.

Ricerche scientifiche affermano che per una dieta più sana è importante non saltare mai colazione, pranzo, cena e merenda includendo carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali in percentuale diversa a seconda dei momenti della giornata. Inoltre, è fondamentale far mangiare ai bambini più frutta e verdura. Ma proporre broccoli, spinaci o cavolfiori non è così semplice.

A partire dal secondo-terzo anno di vita, spesso iniziano a restringere le loro scelte alimentari, preferendo il consumo ripetuto di pochi cibi, rifiutando l’assaggio di cibi nuovi o di alimenti che prima venivano gustati con piacere.

Pubblicità
Pubblicità

Il motivo per cui i bambini non amano le verdure, rimane imperscrutabile ma, se a volte dinanzi a un piatto di ortaggi quello che inscenano un semplice capriccio, in altre si innesca un meccanismo di autentica fobia e di rifiuto disperato.

Visto che l’appetito passa anche dagli occhi, si può scegliere di rendere più “accattivanti” le pietanze che si portano a tavola magari facendosi aiutare a scegliere, tagliuzzare, cucinare.

Insomma, si sa, una carota non ha lo stesso appeal di una patatina fritta. Quindi, come fare per proporre la verdura poco apprezzata? Una proposta arriva da un team di ricercatori della facoltà di psicologia della Maastricht University (Olanda), qualche anno fa ha condotto un esperimento su cento bambini tra i 4 e i 7 anni offrendo loro mele, fragole, carote e ravanelli in due modi diversi:

Pubblicità
Pubblicità

a) su un piatto tagliate al naturale

b) su un piatto tagliate in forme particolari, a riccio o infilate su uno spiedino

Nonostante in entrambi i piatti ci fossero le stesse pietanze, i i bambini hanno preferito quelle sagomate, arrivando a mangiare addirittura una quantità doppia.

Per i palatini difficili, non fermiamoci qui. Ecco altri cinque suggerimenti per evitare i capricci a tavola:

Pubblicità
Pubblicità

– si può provare a coinvolgerli nella preparazione. Per esempio insegnando loro a condire i pomodori, Date loro una postazione, un grembiule personalizzato e fatevi aiutare mentre sbucciate, tagliuzzate o sbollentate. Impareranno anche a dosare il sale o usare con consapevolezza coltelli e fornelli

– Un’idea può essere quella di nascondere le verdure con altri alimenti. Ad esempio, nel purè di patate che piace tanto ai bambini

– La verdura può anche assumere forme divertenti ed essere trasformata in una barchetta, una casetta, una macchinina

– La pizza può essere arricchita con tanti pezzetti di verdure diverse, mentre nella salsa per la pasta si possono infilare carote e sedano frullati fini

– Usa la “magia”. Non è necessario presentare verdure e frutta ed altre pietanze in “forma pura”: si possono lavorare in modo da renderli “invisibili nel piatto”
– Siate voi il primo esempio. Se il bambino vi vede mangiare frutta e verdura sarà spinto a imitarvi, al contrario se vede che ingoiate patate fritte e carne rossa vorrà gli stessi cibi.

– Mangiare assieme è un altro elemento di grande importanza psicologica e sociale, sopratutto per i bambini: non è buono lasciarli soli a tavola. Al contrario, stare assieme, parlare, scherzare, anche stimolarli a prendere il cibo direttamente dal nostro piatto, sicuramente è il modo migliore per rassicurarli e far compiere loro qualche passo in più, magari assaggiare e mangiare pietanze nuove.

– Il genitore è lo specchio del bambino” ricorda la dietista per sottolineare quando l’esempio che mamma e papà danno ai figli può essere fondamentale anche in ambito alimentare. Un po’ di fantasia e il gioco è fatto.

Giocate con il piatto, tagliando e disponendo le verdure con creatività. Sicuramente all’inizio è faticoso, ma piano piano non mancheranno le soddisfazioni.

NEWSLETTER

Alto Adige7 giorni fa

Indennità per i pendolari, in corso la revisione del sistema

Bolzano4 settimane fa

Pensionato le da un passaggio e lei lo rapina: 29enne bolzanina denunciata a Bolzano

Sport4 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Alto Adige4 settimane fa

Bolzano, i problemi cardiaci gli impediscono di lavorare. Crowdfunding per Giancarlo

Economia e Finanza4 settimane fa

Tatuaggi e trucco permanente, rivoluzione da gennaio. Bonaldi: “No agli abusivi anche in Alto Adige”

Politica2 settimane fa

Il comandante degli Alpini da Kompatscher: Protezione civile e Covid

Società4 settimane fa

Messa di Natale, Muser: “Un Natale per ritrovare il senso di comunità”

Alto Adige3 settimane fa

Incidente con due macchine coinvolte in Valle Isarco: intervengono i vigili del fuoco

Società4 settimane fa

Centro ASDI, Cirimbelli lascia la direzione dopo 36 anni

Sport4 settimane fa

Il Val Pusteria espugna il Palaonda in rimonta: Foxes battuti 3 a 2

Bolzano3 settimane fa

Minaccia i passanti con forbici e martello: straniero bloccato in centro a Bolzano

Bolzano4 settimane fa

Daniela Mengoni è la nuova vicaria del Questore di Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Val Badia: auto cade in un fossato. Vigili del fuoco in intervento

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: oggi 3 gennaio 39 casi positivi da PCR e 404 test antigenici, un decesso

Alto Adige2 settimane fa

Labers: cede il freno a mano e la macchina precipita. Salvo il cagnolino rimasto intrappolato all’interno

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza