Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Mamma&Donna

Tuo figlio non mangia la verdura? Proponila in modo divertente

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Le problematiche come ipertensione, sovrappeso, obesità, colesterolo altodiabete che un tempo insorgevano con l’avanzare dell’età ora cominciano a colpire molto prima. Una delle cause è da associare alla dieta moderna: prodotti industriali, junk food, bibite dolcificate, cereali raffinati, hanno un ruolo negativo sul benessere di tutti noi.

Ricerche scientifiche affermano che per una dieta più sana è importante non saltare mai colazione, pranzo, cena e merenda includendo carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali in percentuale diversa a seconda dei momenti della giornata. Inoltre, è fondamentale far mangiare ai bambini più frutta e verdura. Ma proporre broccoli, spinaci o cavolfiori non è così semplice.

A partire dal secondo-terzo anno di vita, spesso iniziano a restringere le loro scelte alimentari, preferendo il consumo ripetuto di pochi cibi, rifiutando l’assaggio di cibi nuovi o di alimenti che prima venivano gustati con piacere.

Il motivo per cui i bambini non amano le verdure, rimane imperscrutabile ma, se a volte dinanzi a un piatto di ortaggi quello che inscenano un semplice capriccio, in altre si innesca un meccanismo di autentica fobia e di rifiuto disperato.

Visto che l’appetito passa anche dagli occhi, si può scegliere di rendere più “accattivanti” le pietanze che si portano a tavola magari facendosi aiutare a scegliere, tagliuzzare, cucinare.

Insomma, si sa, una carota non ha lo stesso appeal di una patatina fritta. Quindi, come fare per proporre la verdura poco apprezzata? Una proposta arriva da un team di ricercatori della facoltà di psicologia della Maastricht University (Olanda), qualche anno fa ha condotto un esperimento su cento bambini tra i 4 e i 7 anni offrendo loro mele, fragole, carote e ravanelli in due modi diversi:

a) su un piatto tagliate al naturale

b) su un piatto tagliate in forme particolari, a riccio o infilate su uno spiedino

Nonostante in entrambi i piatti ci fossero le stesse pietanze, i i bambini hanno preferito quelle sagomate, arrivando a mangiare addirittura una quantità doppia.

Per i palatini difficili, non fermiamoci qui. Ecco altri cinque suggerimenti per evitare i capricci a tavola:

– si può provare a coinvolgerli nella preparazione. Per esempio insegnando loro a condire i pomodori, Date loro una postazione, un grembiule personalizzato e fatevi aiutare mentre sbucciate, tagliuzzate o sbollentate. Impareranno anche a dosare il sale o usare con consapevolezza coltelli e fornelli

– Un’idea può essere quella di nascondere le verdure con altri alimenti. Ad esempio, nel purè di patate che piace tanto ai bambini

– La verdura può anche assumere forme divertenti ed essere trasformata in una barchetta, una casetta, una macchinina

– La pizza può essere arricchita con tanti pezzetti di verdure diverse, mentre nella salsa per la pasta si possono infilare carote e sedano frullati fini

– Usa la “magia”. Non è necessario presentare verdure e frutta ed altre pietanze in “forma pura”: si possono lavorare in modo da renderli “invisibili nel piatto”
– Siate voi il primo esempio. Se il bambino vi vede mangiare frutta e verdura sarà spinto a imitarvi, al contrario se vede che ingoiate patate fritte e carne rossa vorrà gli stessi cibi.

– Mangiare assieme è un altro elemento di grande importanza psicologica e sociale, sopratutto per i bambini: non è buono lasciarli soli a tavola. Al contrario, stare assieme, parlare, scherzare, anche stimolarli a prendere il cibo direttamente dal nostro piatto, sicuramente è il modo migliore per rassicurarli e far compiere loro qualche passo in più, magari assaggiare e mangiare pietanze nuove.

– Il genitore è lo specchio del bambino” ricorda la dietista per sottolineare quando l’esempio che mamma e papà danno ai figli può essere fondamentale anche in ambito alimentare. Un po’ di fantasia e il gioco è fatto.

Giocate con il piatto, tagliando e disponendo le verdure con creatività. Sicuramente all’inizio è faticoso, ma piano piano non mancheranno le soddisfazioni.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano2 settimane fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero2 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Trentino4 settimane fa

Frana SS47 in Valsugana, riapertura in vista: si punta a marzo per il senso unico alternato

Alto Adige3 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Bolzano4 settimane fa

Arrestato a Bolzano latitante per reati familiari e droga dopo sei anni di fuga

Economia e Finanza4 settimane fa

L’AGCM interviene sul trasferimento di clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank

Merano3 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica4 settimane fa

La nuova giunta provinciale dell’Alto Adige è stata eletta dal consiglio provinciale

Società2 settimane fa

Edilizia abitativa agevolata: approvato il nuovo programma di interventi

Politica3 settimane fa

Philipp Achammer lascia la guida della Svp dopo dieci anni

Politica3 settimane fa

Arno Kompatscher esclude il doppio ruolo di presidente e segretario della Svp

Laives2 settimane fa

Incidente stradale a San Giacomo: ciclista 60enne ferito gravemente

Alto Adige1 settimana fa

Albert Stocker, 73 anni, è morto: sospetto attacco di un cane o di un lupo

meteo3 settimane fa

In arrivo un lungo weekend di pioggia, ecco dove arriverà la neve

Merano3 settimane fa

La tragedia al San Rossore: il fantino Dominik Pastuszka perde la vita dopo una caduta

Archivi

Categorie

più letti