Connect with us

Italia ed estero

Aereo caduto ad Addis Abeba, passeggero greco perde il volo per 2 minuti: “Il mio giorno fortunato”

Pubblicato

-

Era arrivato tardi al Gate e nessuno lo ha aiutato a prendere l’aereo: all’inizio era furioso Antonis Mavropoulos, cittadino greco in procinto di partire alla volta di Nairobi con un volo che partiva da Addis Abeba. Poi si è sentito l’uomo più fortunato del mondo.

Quell’aereo, infatti, è purtroppo precipitato sei minuti dopo il decollo.

Parliamo del volo ET 302 della Ethiopian Airlines, sul quale domenica 10 marzo hanno perso la vita 157 persone, di cui otto italiane.

Pubblicità
Pubblicità

Tra le vittime italiane il primo nome è quello dell’assessore regionale ai Beni Culturali della Regione Sicilia, Sebastiano Tusa.

Archeologo di fama internazionale, “sovrintendente del Mare” della Regione, Tusa era diretto in Kenya per un progetto dell’Unesco, dove era già stato nel Natale scorso insieme con la moglie, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d’Arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo.

Mavropoulos per un soffio non è stato la 158/ma vittima del disastro aereo di ieri.

A raccontare questa incredibile storia è stato lui stesso su Facebook, con un post intitolato “Il mio giorno fortunato”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza