Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ambiente Natura

Al via i lavori di ripristino della storica diga della Val Martello

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

La storica diga in Val Martello fu costruita dal 1891 al 1893 per proteggere la valle da un’esondazione del lago glaciale che si trova a monte. “Sebbene l’utilizzo principale della diga sia ora limitato, a causa del massiccio ritiro del ghiacciaio Zufallferner, quest’opera rimane un’importante struttura di protezione dalle inondazioni.

Inoltre, è un’eccezionale testimonianza dell’ingegno e dell’inventiva dell’uomo e verrà ora preservata come tale attraverso il suo ripristino“, sottolinea l’assessore provinciale alla Protezione civile, Arnold Schuler.

Abbiamo constatato un brusco deterioramento della struttura statica con molteplici e continue misurazioni e quindi consideriamo inevitabile l’esecuzione di lavori di ripristino, rimarca l’ingegnere di progetto e direttore dei lavori Jürgen Schäfer, dell’Ufficio idrologia e dighe dell’Agenzia per la Protezione civile. L’uso di materiale prelevato dal sito e le tecniche di lavorazione appropriate dovrebbero garantire l’armonia tra la struttura storica, il suo rinforzo e l’ambiente alpino. La diga, nel suo punto più alto, raggiunge un’altezza di 19,3 metri.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Lavori previsti da inizio luglio a fine settembre

La squadra di costruzione coordinata dal capomastro Hansjörg Stricker inizierà i lavori preliminari alla fine di giugno. Il sentiero escursionistico è già stato deviato e segnalato in loco. I lavori di costruzione, che inizieranno all’inizio di luglio e si concluderanno presumibilmente entro la fine di settembre di quest’anno, sono realizzati dall’Ufficio bacini montani in collaborazione con l’Ufficio Parco Nazionale dello Stelvio, la stazione forestale di Laces e il comune di Martello.

Nel corso di oltre un secolo dalla realizzazione della diga, le acque sotterranee, provenienti dallo scioglimento della neve e del ghiacciaio, si sono lentamente e costantemente infiltrate nella diga in ricerca naturale di una via preferenziale verso valle. Queste vie di infiltrazione hanno lentamente allontanato il materiale più fine costituente il corpo impermeabile della diga.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Di conseguenza, si è verificato un lento cedimento del corpo della diga, accelerata nel corso dello scorso anno, con un parziale scivolamento dell’argine lato monte presso la sezione principale. Per questo motivo, uno dei principali interventi di risanamento consiste nell’allontanamento delle acque prima che raggiungano la diga. In contemporanea verrà ripristinata l’impermeabilizzazione sotterranea e fuori terra presso la sezione principale.

Nel corso dei 130 anni trascorsi dalla costruzione della diga, i flussi di acqua sotterranea provenienti dallo scioglimento delle nevi e dei ghiacciai hanno causato un lento svuotamento del materiale fine dal nucleo della diga. Il lento cedimento del corpo della diga, che si è accelerato nell’ultimo anno, con un parziale scivolamento della sezione a monte della sezione principale.

Una delle misure di ripristino più importanti è ora quella di deviare l’acqua di superficie prima che raggiunga la diga. Allo stesso tempo, è prevista l’impermeabilizzazione sotterranea e fuori terra della sezione trasversale principale“, dice il responsabile del cantiere Martin Eschgfäller, dell’Ufficio provinciale sistemazioni bacini montani ovest dell’Agenzia per la Protezione civile

Ottimizzare gli interventi, ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente

Il cantiere si trova a 2300 metri sul livello del mare e può essere raggiunto solo a piedi o in elicottero. “La pianificazione dei lavori di riabilitazione e del relativo cantiere doveva quindi essere preparata con particolare attenzione”, sottolinea Jürgen Schäfer. “Abbiamo cercato di ottimizzare gli interventi, di minimizzare l’impatto sull’ambiente e di ridurre i tempi di costruzione. Abbiamo prestato particolare attenzione a non disturbare i due gipeti con i loro piccoli, che ora sono quasi pronti a volare, e a preservare i mulini del ghiacciaio nella loro interezza quando il vecchio letto del torrente si dirama dall’attuale corso della Plima”. Il progetto prevede un investimento complessivo di 500.000 euro.

NEWSLETTER

Bolzano3 ore fa

Svincolo di Bolzano nord, arriva la rotatoria. E il ponte sull’Adige a Trento diventa antisismico

Sport11 ore fa

FC Südtirol, avanti con testa e cuore. Sabato 20 aprile si gioca in casa con il Cittadella

Bolzano12 ore fa

Rubano capi d’abbigliamento alla “Lidl”. Espulsi da Bolzano due stranieri

Bolzano12 ore fa

Al via la seconda class action contro Volksbank. Oltre 26.000 azionisti hanno partecipato all’aumento di capitale del 2015-2016 per oltre 95 milioni di euro

Bolzano13 ore fa

Molestie, furto, aggressione e minacce alla Polizia, espulso e scortato al C.P.R. di Roma un pluripregiudicato straniero

Merano13 ore fa

Carabiniere fuori servizio sventa una rapina e la Polizia arresta il malvivente

Alto Adige14 ore fa

Terminata la stagione turistica invernale in Val Gardena, i Carabinieri fanno il punto

Bolzano14 ore fa

Anche Bolzano contro il nuovo “Codice della strage”. La conferenza stampa

Arte e Cultura15 ore fa

Contributo provinciale alla Fondazione Haydn. Kompatscher: “Un patrimonio culturale per tutta la regione”

Laives1 giorno fa

Le critiche del Centro Sinistra di Laives su Serra didattica a Pineta e pulizia dell’abitato

Alto Adige1 giorno fa

Incendio in una autorimessa a Flaines, intervento tempestivo dei vigili del fuoco

Bolzano1 giorno fa

Bar e ristoranti: “Personale quasi introvabile per i locali di Bolzano”. La riunione del direttivo Confesercenti

Laives1 giorno fa

Laives, dalla prossima settimana via alle nuove asfaltature

Val Pusteria2 giorni fa

A Brunico, controlli straordinari del territorio e prevenzione generale

Alto Adige2 giorni fa

Aggressioni e minacce tra motociclisti: retata della Polizia

Alto Adige3 settimane fa

Carabinieri di Bolzano lanciano una campagna di sensibilizzazione contro le truffe agli anziani

Alto Adige3 settimane fa

Hotel altoatesini bersaglio di truffe seriali, denunciato un 46enne napoletano

Bolzano3 settimane fa

Rissa al Druso: quattro daspo emessi dal questore

Bolzano4 settimane fa

Scoperto mezzo chilo di hashish nascosto in una siepe a Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Automobilista ferito gravemente dopo un impatto con un camion in valle Aurina

Salute3 settimane fa

Servizio Sanitario Nazionale, per l’89% degli italiani è sacro

Politica4 settimane fa

Tensione in giunta sulla commissione pari opportunità: critiche da Galateo di Fratelli d’Italia

Politica4 settimane fa

Presidente Kompatscher assegna le deleghe della giunta regionale

Politica4 settimane fa

La commissione di convalida del consiglio provinciale posticipa la decisione sulla posizione di Renate Holzeisen

Val Pusteria3 settimane fa

Operazione di controllo a Brunico e Bressanone: irregolarità in bar e sanzioni del Questore

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Girava tra le case con arnesi da scasso a Montagna: denunciato

Alto Adige3 settimane fa

Incidente sulla MeBo: camper in fiamme sulla corsia sud

Alto Adige3 settimane fa

Polizia intensifica i controlli su alcol e droga tra i conducenti in Alto Adige

Trentino4 settimane fa

Lascia cinque milioni in eredità alla badante. I nipoti, esclusi, presentano querela

Merano3 settimane fa

Controlli speciali a Merano: il questore notifica altri decreti di espulsione

Archivi

Categorie

più letti