Connect with us

Bolzano

Altra rissa alla ruota panoramica, intervengono le Forze dell’ordine. Galateo: “Comune incapace”

Pubblicato

-

Nemmeno il tempo di commentare il grave fatto del giovane ‘ballerino’ gambiano arrestato per aver malmenato il conducente del mezzo Sasa che si era apprestato a fermare con una danza insieme ad un amico, probabilmente in stato alterato e aver tentato lo stesso con il personale della Polizia intervenuto per arrestarlo.

(Oggetto tra l’altro di un troppo blando foglio di via obbligatorio dal Comune di Bolzano e richiamo orale) ed ecco un’altra rissa con intervento delle Forze dell’Ordine (Polizia municipale e Polizia di Stato ndr), intorno alle 15.45 sempre nei pressi della ruota panoramica, ormai definita “la ruota della fortuna”, nel senso che se riesci a restare in coda, fare il giro e tornare a casa sano e salvo senza essere minacciato, aggredito o che ti venga offerta droga puoi ritenerti fortunato“.

Sono queste le prime parole del consigliere comunale e coordinatore di Fratelli d’Italia Marco Galateo a poche decine di minuti dall’ennesimo scontro violento in centro città, una violenza che non conosce festività e che si consuma ancora una volta nel pieno centro del capoluogo tra lucine di Natale, turisti e stand scintillanti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua Galateo: “L’amministrazione comunale manifesta ancora una volta la sua incapacità di garantire la sicurezza pubblica, come previsto dalla legge, e invece che impegnarsi a trovare soluzioni ad una situazione ormai inaccettabile, continua a scaricare il barile addosso a Provincia e Governo, a cui però non risulta siano state avanzate richieste.

A questo punto chiediamo lo stato di emergenza per una invasione di personale straniero irregolare sul territorio italiano, dedito alla criminalità che non vede altra soluzione se non quella dell’intervento dell’esercito e del rimpatrio coatto.

Costi quello che costi. In attesa che questo si concretizzi, il Comune dovrebbe proporre al Prefetto di allestire immediatamente delle aree chiuse dove poter contenere quell’esercito irregolare africano che ha invaso il capoluogo, in attesa della verifica dei documenti necessari alla identificazione e chi non ne fosse provvisto, trasferito in un carcere.

Il personale della Polizia Municipale non può farsi carico di interventi al di fuori delle proprie competenze e della propria portata. Che cosa aspetta il Sindaco a muoversi?

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza