Connect with us

Economia e Finanza

Bolletta energia e gas, il CTCU: “Valutare bene le offerte”. Per l’Alto Adige bonus in arrivo

Pubblicato

-

In questi giorni il CTCU ha effettuato un confronto su alcune tariffe dell’energia elettrica e del gas.

Dal confronto emerge sì la possibilità di spuntare qualche risparmio di spesa, anche se la scelta appare non facile, vista la complessità delle offerte e il numero spropositato di fornitori presenti, soprattutto sul mercato elettrico: oltre 500.

Anche il Portale Offerte (https://www.ilportaleofferte.it/portaleOfferte) aiuta poco.

Pubblicità
Pubblicità

La spesa complessiva (mercato di tutela) di una famiglia altoatesina, con un consumo di energia pari a 2700 kWh/anno, residente con 3 kW di potenza e un consumo di gas pari a 1400 smc/anno, è stata nell’ultimo anno di oltre 1.700 euro! Informarsi bene quindi conviene.

A seconda del fornitore scelto, sono possibili risparmi di spesa anche di oltre il 10% (ovvero ca. 200 euro all’anno); scegliendo male vi è, però, anche il rischio di pagare fino ad un 20% in più (ca. 325 euro/anno).

Manca poco più di un anno all’annunciata abolizione della cd. tutela di prezzo fornita da ARERA, Autorità per i settore dell’energia elettrica (per i clienti domestici e le piccole imprese connesse in bassa tensione) e del gas naturale (per i clienti domestici).

La fine del cd. mercato di maggior tutela, inizialmente prevista per il 1° luglio 2019, è quindi fissata – a meno di ulteriori proroghe – al 1° luglio 2020 (Legge 108 del 21.09.2018).

Da questa data l’Autorità cesserà di definire ed aggiornare ogni 3 mesi, come avviene ora, le condizioni economiche (cioè i prezzi) per la fornitura di energia elettrica e di gas naturale dei servizi di tutela per i clienti di piccole dimensioni, inclusi quindi i clienti domestici.

Già oggi i clienti finali di piccole dimensioni hanno però la possibilità di passare al “mercato libero”, dove è il cliente a scegliere il proprio fornitore di energia e/o gas e il tipo di contratto, selezionando l’offerta più adatta alle proprie esigenze.

A breve dovrebbe partire concretamente anche il bonus energia Alto Adige. Fino a quel momento, le famiglie possono però già operare la loro scelta sul mercato libero, in quanto il bonus verrà pagato indipendentemente dal fornitore scelto” spiega il Direttore del CTCU, Walther Andreaus.

A tal proposito, alleghiamo un vademecum elaborato dal CTCU, in cui vengono offerti alcuni suggerimenti utili al fine di poter fare una scelta adeguata del fornitore di energia e/o gas sul mercato libero.

Per ogni dubbio, informazione oppure consulenza non esitate a rivolgervi agli Sportelli energia del CTCU (sede principale: via Dodiciville, 11 a Bolzano oppure sedi periferiche di Brunico, Merano, Bressanone, Egna e altre ancora – vedi www.consumer.bz.it)

Qui il vademecum per la scelta del fornitore di energia elettrica e gas Vademecum-cambio-fornitore-energia e ancora sotto, le tabelle di confronto.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza