Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Buoni celiachia e nuove regole, M5S: “Sistema altoatesino arretrato e macchinoso”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità


Il MoVimento 5 Stelle Alto Adige si associa al disappunto espresso da AIC Alto Adige per la scelta della Provincia di mantenere un sistema anacronistico.

Ai malati si chiede infatti la raccolta delle fustelle dei prodotti attraverso una complicata procedura amministrativa cartacea, superata dai sistemi in vigore attualmente sul territorio nazionale.

Così il consigliere provinciale pentastellato Diego Nicolini: “Conosco bene il disagio che questa procedura sta causando ai malati di celiachia, perché questo mi riguarda personalmente avendo celiaci in famiglia. Trovo comunque dissonante che una Provincia come la nostra, attenta nell’essere sempre al passo, o addirittura in molti campi modello per altri, rinunci in questo caso a strumenti che potrebbe adottare facilmente e preferisca abbandonare i malati ad una procedura obsoleta“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Nel 2013 la giunta provinciale ha approvato la dematerializzazione del buono senza fornire una data entro la quale sarebbe dovuta essere operativa. Erano state proposte varie soluzioni dalle associazioni, tra le quali anche il riuso gratuito del software della regione Umbria.

In Lombardia il credito viene erogato direttamente sulla tessera sanitaria elettronica e la spesa è semplice per chi acquista e per chi vende.

Nessuna proposta è stata accolta, nessuno dei sistemi o degli strumenti esistenti è stato preso in considerazione. La Provincia ha invece pensato di creare un proprio software per dematerializzare il buono, ma ad oggi non è stato fatto nulla in questo senso.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Dal mio insediamento ho incontrato questo particolare atteggiamento da parte della Provincia più e più volte. Non me lo spiego – ha sottolineato Nicolini – . Non fa certo bene ai cittadini altoatesini. Se uno strumento c’è lo si usa, lo si adatta e, se ci si riesce, lo si migliora o si cerca di applicarlo in modo più efficiente. Richiamiamo la Giunta al buon senso: nel 2019 non si può far perdere tempo alle persone a ritagliare e raccogliere etichette, né ai cassieri ed amministrativi incollare le carte“.

NEWSLETTER

Alto Adige7 giorni fa

In fuga dalla giustizia si è rifugiato in montagna, ma è stato tradito dalla propria personalità

Bolzano3 settimane fa

Tifoso bolzanino istiga dei giovani alla violenza contro dei supporters albanesi. Scatta il daspo triennale

Bolzano3 settimane fa

Scoperto magazzino di droga a Bolzano: 42enne denunciato

Bolzano3 settimane fa

Ancora problemi per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il questore chiude il bar Cristallo

Alto Adige4 settimane fa

Frana a Longiarù, Val Badia (Video) proseguono senza sosta i lavori per limitare i danni. Evacuate 56 abitazioni

Bolzano4 settimane fa

Casa e lavoro del domani: visione sinergica per progettare il futuro di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige flagellato dal maltempo, alberi abbattuti, grandine e forte vento

Italia ed estero3 settimane fa

Strage a La Mecca: almeno 800 morti tra i pellegrini durante l’Hajj: cosa è successo

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Tragedia sui binari: donna investita e uccisa da un treno a Salorno

Sport4 settimane fa

Il Bolzano Baseball Club coglie la seconda vittoria sul campo amico

Bolzano3 settimane fa

Danneggia le autovetture in sosta in zone diverse della città e minaccia gli agenti

Bolzano3 settimane fa

Magazzini pieni e poca liquidità: negozi altoatesini in difficoltà

Alto Adige3 settimane fa

ConnX: La Rivoluzione della Mobilità Urbana Presentata da Leitner

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: 43 nuovi agenti rinforzano la Polizia di Stato

Bolzano3 settimane fa

Irrompe negli uffici della provincia, minaccia gli impiegati ed aggredisce gli agenti

Archivi

Categorie

più letti