Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Cambiamenti strutturali nei ghiacciai: più cautela nelle escursioni

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

I ghiacciai si stanno riducendo sempre più velocemente: a causa dei cambiamenti strutturali, anche le vie di salita sono soggette a continui cambiamenti. “Stiamo notando molto positivamente una maggiore sensibilità della popolazione, grazie alla quale negli ultimi giorni abbiamo ricevuto sempre più indicazioni sul fatto che il paesaggio dei ghiacciai sta cambiando a causa delle alte temperature“, ha riferito il direttore dell’Agenzia per la Protezione Civile Klaus Unterweger: Per poter andare a fondo di queste indicazioni, ho convocato una conferenza di valutazione, alla quale ho invitato anche gli esperti delle associazioni alpinistiche”.

Il rapporto sulla situazione di allerta mappa l’intero territorio, nei giorni scorsi e in quelli a venire il potenziale di pericolo per le temperature estreme nei fondovalle mostrava il livello di allerta rosso, anche in alta montagna le temperature sono in aumento, il limite di zero gradi è salito fino a oltre 4000 metri sul livello del mare, ha riassunto il direttore del Centro funzionale provinciale Willigis Gallmetzer.

Lo conferma la direttrice dell’Ufficio Meteorologia e prevenzione valanghe Michela Munari, che fa il quadro della situazione: “Il limite degli zero gradi è attualmente a 4600 metri di quota, da maggio è stato caldo di mezza estate con poche eccezioni; nei prossimi giorni rimarrà invariato, solo da martedì è previsto un leggero calo delle temperature, il limite degli zero gradi sarà allora intorno ai 4000 metri di quota“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

A causa di queste condizioni climatiche prolungate, con temperature eccezionalmente elevate e un innalzamento del limite di zero gradi, sui ghiacciai si possono formare cambiamenti strutturali imprevedibili, molto difficili da registrare in dettaglio“, ha spiegato Jürgen Schäfer, vicedirettore dell’Ufficio idrologia e dighe.

Cambiano le vie di salita, occorre informarsi sul posto – A causa delle condizioni climatiche, le vie di salita abituali stanno cambiando, i crepacci nei ghiacciai possono aprirsi, i percorsi alternativi non sono ancora chiari. La situazione sui ghiacciai e sul terreno può cambiare da un giorno all’altro. Tuttavia, ci vuole tempo per determinare quali punti sono pericolosi e quali no.

Al momento bisogna tenere presente due situazioni, ha sottolineato Volkmar Mair, direttore dell’Ufficio Geologia e prove materiali. Da un lato, ci sono temperature estremamente elevate che durano a lungo e causano problemi sulle pareti alte, perché il ghiaccio si scioglie ed è prevedibile una caduta massi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Su molti ghiacciai non c’è più il nevaio, bensì ghiaccio bianco, il che significa che l’acqua scorre e scompare rapidamente e può portare a una pressione idrica in tempi imprevedibili. Durante i temporali è comunque consigliabile stare alla larga dai burroni. Con queste temperature è anche consigliabile stare lontani dalle pareti ripide. È importante seguire percorsi alternativi e non attenersi alle guide escursionistiche stampate anni fa e quindi obsolete.

Se state programmando delle escursioni, è fondamentale seguire i consigli delle guide alpine, dei gestori dei rifugi o delle associazioni turistiche locali, poiché questi esperti sono gli unici in grado di tenere d’occhio la situazione per tutta l’estate e di fare una valutazione ragionevole della situazione attuale sul terreno. Non è sufficiente reperire informazioni su Internet.

Attualmente il numero di interventi è in aumento, ma rientra nei limiti della norma, ha riassunto Ernst Winkler, direttore regionale del Soccorso alpino dell’AVS. Lo scioglimento dei ghiacciai è preoccupante, ha sottolineato Giorgio Gajer, presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico CNSAS.

La montagna è imprevedibile, hanno sottolineato Carlo Alberto Zanella, presidente del Club Alpino Italiano CAI Alto Adige-Südtirol, e il suo vice Claudio Sartori. Chiudere singoli tratti non sarebbe sensato, ma piuttosto sarebbe consigliabile una preparazione approfondita attraverso la consultazione di esperti in loco. Anche Hansjörg Haller, direttore della Divisione Turismo, ha ribadito che la sensibilizzazione è importante, ma che le chiusure non sarebbero efficaci.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Lo ha sottolineato anche Gislar Sulzenbacher, direttore generale dell’Alpenverein Südtirol AVS: “La montagna sta attraversando un momento di pericolo, c’è sempre un rischio residuo. L’equipaggiamento deve essere adeguato, la protezione solare e le bevande sufficienti devono essere sempre portate con sé. Non si possono affiggere ovunque bandiere di avvertimento per segnalare i pericoli.

Aumentare la responsabilità personale e la consapevolezza dei rischi – Poiché il grado di alterazione dell’area alpina a causa delle temperature eccezionalmente elevate è a volte impossibile o difficile da valutare, l’Agenzia per la Protezione Civile invita a una maggiore cautela quando si cammina sui ghiacciai o su determinati percorsi”, sottolinea il direttore dell’Agenzia per la Protezione Civile Klaus Unterweger: “Pertanto, come conclusione comune della conferenza di valutazione di oggi, ci appelliamo alla responsabilità personale di tutti affinché venga posta estrema cautela, anche con grande esperienza, e vengano richieste in anticipo informazioni approfondite agli esperti sul posto e ci si attrezzi di conseguenza.”

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bolzano16 minuti fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Alto Adige20 minuti fa

Abitare nella terza età, simposio a Bolzano

Eventi48 minuti fa

«The In – The Out»: sabato a Salorno la sfilata che mette al centro le storie delle persone

Val Pusteria3 ore fa

Trattore in fiamme a San Lorenzo di Sebato: decisivo l’intervento dei vigili del fuoco

Bolzano4 ore fa

Bolzano, la aspetta sotto casa e tenta di violentarla: le urla mettono in fuga l’aggressore

Alto Adige4 ore fa

Nell’estate del 2022 quasi 7000 giovani, tra i 15 e i 19 anni, hanno svolto un tirocinio

Alto Adige5 ore fa

Coronavirus: un decesso,12 casi positivi da PCR e 567 test antigenici positivi

Politica5 ore fa

Proseguono gli accordi tra Stato e Provincia per attuare il trasferimento delle aree militari dismesse

Alto Adige5 ore fa

Lago di Resia, bimbo di 5 anni cade dalla bici: elitrasportato all’ospedale di Bolzano

Bolzano6 ore fa

Caso Neumair, parla l’ultimo testimone: “Laura faceva preferenze tra i figli, Benno di serie B”

Politica7 ore fa

Commissione speciale stipendi dei politici: il presidente Vettori si è dimesso

Politica20 ore fa

Suedtirol sprezzante verso Fratelli d’Italia. Urzì (FdI): risponde ormai agli ordini di Kompatscher

Alto Adige20 ore fa

In 21 Comuni dell’Alto Adige c’è carenza di alloggi

Alto Adige20 ore fa

Assegno di cura: la Giunta provinciale adegua i criteri

Alto Adige20 ore fa

Giunta provinciale: seduta suppletiva su misure contro il caro-energia

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano3 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, crolla un albero secolare nel centro città: un ferito in ospedale – L’IMPRESSIONANTE VIDEO

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Alto Adige4 settimane fa

Proporzionale Trentino Alto Adige, sondaggio: PD primo partito, Fratelli d’Italia sorpassa la Lega

Laives2 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria3 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Incendi in Alto Adige, convalidato l’arresto del presunto piromane: il 21 enne ha fatto scena muta

Archivi

Categorie

di tendenza