Connect with us

Sport

Campionato di sci della Protezione civile: l’Alto Adige vince su tutti

Pubblicato

-

Sedici squadre di 14 Regioni e province autonome italiane e una della rivista La Protezione civile e il Dipartimento nazionale di Protezione civile si sono sfidati la scorsa settimana a Plan de Corones nell’ambito del 16esimo campionato di sci della Protezione civile nelle categorie slalom gigante, snowboard, sci da fondo e scialpinismo.

Questa edizione ha registrato per la prima volta la partecipazione anche della Regione Campania.

Dopo l’inaugurazione e il congresso, venerdì sera (1 febbraio) è andata in scena la cerimonia di chiusura della manifestazione, con la premiazione dei vincitori alla Casa Michael Pacher di Brunico.

Pubblicità
Pubblicità

L’assessore provinciale alla Protezione civile Arnold Schuler, il direttore di Dipartimento Klaus Unterweger, il direttore dell’Agenzia per la Protezione civile Rudolf Pollinger e il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti hanno richiamato l’attenzione all’importanza di un appuntamento di questo tipo: 650 persone da tutta Italia sono giunte in Alto Adige, hanno visitato Brunico e i suoi dintorni, si sono confrontati nelle discipline invernali e si sono scambiati esperienze professionali.

Oro con 5.544 punti, seguiti dal Trentino e dalla Lombardia

Nel corso delle gare l’Alto Adige ha conquistato il primo posto con 31 medagli e 5.544 punti, ricevendo il trofeo dalle mani del Trentino, vincitore della passata edizione.

Si tratta del secondo titolo iridato per l’Alto Adige, che già 13 anni fa in occasione dell’edizione andata in scena a Sesto aveva conquistato il primo posto.

La squadra del Trentino ha conquistato invece il secondo posto con 2.133 punti, seguita dalla Lombardia con 1.754 punti.

Pubblicità
Pubblicità

Sport

Campagna acquisti HCB: Ivan Tauferer è un giocatore del Bolzano

Pubblicato

-

Altro colpo di mercato per l’HCB Alto Adige Alperia.

La società biancorossa ha infatti messo sotto contratto il 24enne difensore altoatesino Ivan Tauferer, che dopo aver giocato la scorsa stagione già quattro partite con i Foxes è pronto a fare il definitivo salto in Erste Bank Eishockey Liga.

Tauferer (190 cm x 93 kg) è un terzino solido, che negli anni si è messo in luce con la maglia dei Rittner Buam e con quella della Nazionale italiana, diventando uno dei prospetti sui quali l’HCB aveva da tempo messo gli occhi.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo una carriera giocata interamente tra le fila della compagine dell’altopiano del Renon, dalle giovanili fino in prima squadra, Tauferer è infatti rientrato in un accordo che l’anno scorso gli ha permesso di esordire anche con la maglia del Bolzano: quattro presenze (l’esordio il 3 febbraio 2019 alla Stadthalle di Villach) che hanno convinto non solo la società, ma anche i tifosi, che hanno potuto apprezzare in lui un ragazzo già pronto a giocare a questi livelli, sicuro e con un’ottima presenza fisica.

Tauferer ha disputato con i biancorossi anche la storica gara 2 dei quarti di finale contro il Klagenfurt, terminata al quarto overtime, dove il difensore è risultato persino uno dei migliori in pista.

Nella sua carriera con i Rittner Buam Tauferer ha vinto ben cinque Scudetti, una Alps Hockey League, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane e quella passata è stata la sua stagione più prolifica, con 19 punti in 48 partite (8+11). Dal 2015 rientra in pianta stabile nel giro del Blue Team, con il quale tra poche settimane affronterà i Mondiali di Top Division di Bratislava.

L’anno scorso credo di aver fatto una buona stagione e le quattro partite giocate con il Bolzano sicuramente mi hanno aiutato a fare questo passo, per il quale mi sento prontissimo – spiega Tauferer – il ritmo della Erste Bank Eishockey Liga è sicuramente più alto, si gioca più fisico e ci sono tanti giocatori tecnici e molto abili con il disco: per quanto mi riguarda so che dovrò lottare e dare il meglio per ritagliarmi un posto, ma spero che tutto vada bene e di poter giocare tanto. Il primo anno è difficile, ma darò tutto me stesso e sicuramente mi aiuterà poter giocare con quelli che sono i miei compagni anche in Nazionale: sono pronto ad ascoltare tutti i loro consigli.

Non vedo l’ora di tornare a giocare al Palaonda, lì l’atmosfera è meravigliosa ed è bellissimo sentire di avere i tifosi sempre al tuo fianco, come settimo uomo sul ghiaccio. Il primo obiettivo l’anno prossimo, come sempre, sarà centrare i playoffs, dove poi tutto può succedere”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

Tennis: Seppi battuto a Montecarlo dal torinese Sonego

Pubblicato

-

Il 23enne torinese Lorenzo Sonego è stato promosso al secondo turno del torneo di Montecarlo battendo l’altoatesino Andreas Seppi  per  7-6(4) 6-4

Sonego è il terzo azzurro dopo Fognini e Cecchinato che passa il turno numero 2, in corso sulla terra rossa del Country Club del Principato.

Nel prossimo turno, il piemontese sfiderà il russo Karen Khachanov, n.12 Atp e ottava testa di serie del torneo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

HCB: il primo volto nuovo in casa Bolzano è Anthony Bardaro

Pubblicato

-

Dopo i rinnovi del goalie Leland Irving e dell’attaccante Angelo Miceli, l’HCB Alto Adige Alperia continua le operazioni di costruzione del roster per la stagione 2019/20, con il primo colpo in ingresso: Anthony Bardaro, 26enne attaccante italo-canadese di stecca destra, dal prossimo anno vestirà la maglia biancorossa, dopo avere indossato nelle ultime due stagioni quella dell’Asiago.

Bardaro (178 cm x 82 kg) è un giocatore duttile, con innato senso del goal, capace di eccellere sia nel ruolo di centro che in quello di ala. Inizia a farsi notare fin da giovane in WHL, per poi sbarcare in USports con la University of British Columbia, dove in 110 partite mette a segno 102 punti, frutto di 36 goal e 66 assist.

Nel 2017, forte del passaporto italiano, decide di provare l’avventura europea, trasferendosi in Alps Hockey League tra le fila dell’Asiago.

Pubblicità
Pubblicità

Qui Bardaro fa la differenza, trascinando gli stellati alla conquista del titolo, vincendo il premio di MVP del campionato e distinguendosi come miglior marcatore della regular season (31 reti, accompagnate da 26 assist) e top scorer dei playoffs. Nella stagione appena passata il nuovo attaccante biancorosso fa ancora meglio, laureandosi top scorer della stagione regolare con la bellezza di 68 punti (31+37) in 40 partite, ma uscendo poi al primo turno di playoffs.

Nel complesso, Bardaro lascia il segno nella sua esperienza asiaghese con un impressionante score di 147 punti in 94 partite, prestazioni che gli valgono anche la chiamata nel Blue Team dove in cinque presenze mette a segno 5 goal e due assist.

Sono felicissimo di poter giocare a Bolzano la prossima stagione – spiega l’italo-canadese – so che farò parte di una grande organizzazione e che con la squadra lotteremo per mettere le mani sul titolo: gli ultimi due anni ad Asiago sono stati bellissimi, ma sento di essere pronto per fare il salto in Erste Bank Eishockey Liga. Non vedo l’ora di sfruttare questa opportunità e di giocare sul ghiaccio del Palaonda, di fronte a quelli che so essere i migliori fans della lega”.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza