Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Commissione d’inchiesta «Noi per Arno» parte in maniera imbarazzante

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Oggi nel Consiglio Provinciale sono stati eletti il presidente, il vicepresidente ed il segretario della commissione d’inchiesta che dovrà fare luce sulle donazioni elettorali alla SVP e sulla campagnaNoi per Arnoa sostegno di Kompatscher nell’anno elettorale 2018.

La presidenza spetta all’opposizione – ma è stata ancora una volta la SVP a scegliersi il presidente a lei più gradito – Sandro Repetto del PD. Che ha accettato la presidenza con i soli voti SVP e nonostante il rifiuto della Lega. La Commissione d’inchiesta è quindi ora presieduta da un consigliere provinciale di un partito che per decenni è stato partner di coalizione dell’SVP e che evidentemente si sta posizionando per il 2023.

Repetto non era nemmeno cofirmatario della mozione per l’istituzione della commissione d’inchiesta – tuttavia, grazie alla SVP e al voto di Carlo Vettori (Forza Italia) e contro la volontà dell’opposizione, ora la presiede.

L’obiettivo della commissione d’inchiesta è quello di indagare se ci siano stati o meno abusi nelle donazioni elettorali alla SVP e se ci siano stati vantaggi per quelle persone che si sono schierate con il governatore durante la campagna elettorale con la campagna “Noi per Arno“.

Si tratta semplicemente di fare luce sulla questione. Il fatto che oggi il PD si sia palesemente messo a disposizione della SVP, senza consultare il resto dell’opposizione, di cui seppur controvoglia fa parte, non depone a favore del collega Repetto. E che l’SVP e il suo partner di coalizione LEGA non siano stati in grado di concordare una proposta comune dimostra anche il disaccordo all’interno del governo provinciale“, ha commentato Alex Ploner, che fa parte della commissione come rappresentante del Team K.

Il capogruppo del Team K, Paul Köllensperger, afferma: “Noi avevamo proposto il collega Urzì, quale primo firmatario della commissione d’inchiesta. Ma se singoli consiglieri fanno accordi con l’SVP e altri dell’opposizione sono semplicemente assenti, non andiamo lontano. In ogni caso, la scarsa volontà di trasparenza dell’SVP è già emersa con questa scelta”. 

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Italia ed estero4 settimane fa

Tragedia in Canada: muoiono l’imprenditore Heiner Jr. Oberrauch e Andreas Jr. Widmann

Bolzano1 settimana fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero2 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Trentino3 settimane fa

Frana SS47 in Valsugana, riapertura in vista: si punta a marzo per il senso unico alternato

Alto Adige2 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Politica4 settimane fa

Waltraud Deeg della Svp declina l’incarico nella giunta altoatesina

Merano2 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Economia e Finanza3 settimane fa

L’AGCM interviene sul trasferimento di clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank

Politica3 settimane fa

La nuova giunta provinciale dell’Alto Adige è stata eletta dal consiglio provinciale

Bolzano3 settimane fa

Arrestato a Bolzano latitante per reati familiari e droga dopo sei anni di fuga

Merano4 settimane fa

Inizia il processo al custode accusato del femminicidio avvenuto a Merano

Laives3 settimane fa

A Laives i cittadini sono esasperati dalla situazione rifiuti

Trentino3 settimane fa

ISPRA: via libera all’uccisione dell’orso confidente, ecco il motivo

Salute4 settimane fa

Mal di gola: cause e trucchi per prevenire il problema

Politica4 settimane fa

Rosmarie Pamer della Svp nominata vice presidente di lingua tedesca della Provincia di Bolzano

Archivi

Categorie

più letti