Connect with us

Alto Adige

Covid, in vigore fino al 30 novembre la nuova ordinanza. Cancellate anche la sfilata di San Nicolò e dei Krampus

Pubblicato

-

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato ieri sera (21 ottobre) l’ordinanza contingibile e urgente numero 46 che contiene le ulteriori misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Il documento entra in vigore immediatamente e produce i suoi effetti sino al 30 novembre. Le nuove misure riguardano scuola, sport, pubblici esercizi, sale da gioco, cori e manifestazioni tradizionali. Per quanto riguarda la scuola, la didattica nelle scuole superiori, in particolare nell’ultimo triennio, deve svolgersi a distanza in misura pari almeno al 30%, e gli ingressi (nonchè le uscite) devono essere scaglionati per evitare assembramenti o sovraffollamenti di mezzi pubblici. Oltre ai Mercatini di Natale, non potranno avere luogo altre manifestazioni tradizionali come le sfilate di San Nicolò e dei Krampus.

Per quanto riguarda lo sport, la sospensione riguarda quasi tutti i campionati: fanno eccezione le competizioni internazionali, le prime due serie nazionali dei campionati di attività sportive affiliate a CONI e CIP (Comitato paralimpico), nonchè, per quanto riguarda il calcio, i campionati di serie D e di Eccellenza, oltre a quelli di categoria superiore.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre, in occasione delle competizioni sportive consentite, non sarà possibile somministrare cibi e bevande. Gli allenamenti potranno proseguire (ad eccezione degli sport di contatto al chiuso) e potranno anche essere utilizzate le docce negli spogliatoi. La prossima valutazione sulla possibile ripresa delle attività verrà fatta fra tre settimane.

Le sale da gioco, le sale scommesse e le sale bingo dovranno chiudere alle ore 18, per quanto riguarda le castagnate (Törggelen) si applica la regola che prevede la presenza massima di una persona ogni quattro metri quadrati.

Cori e bande musicali, invece, potranno eseguire prove ed esibizioni con un massimo di 15 persone e rispettando la regola di una persona ogni cinque metri quadrati. Ai sindaci, infine, viene consentito di adottare ulteriori misure restrittive in materia di mercati e manifestazioni di carattere comunale o sovracomunale.

Al seguente link, il testo integrale dell’ordinanza:

PROT. PROV_BZ 21.10.2020 0714231

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza