Connect with us

Sport

Europei boulder a Bressanone: parla l’ex campionessa juniores Alexandra Ladurner

Pubblicato

-

Alexandra Ladurner è stata campionessa del mondo juniores di arrampicata nel 2010 nella specialità lead e due volte campionessa italiana di boulder nel 2010 e nel 2013.

Terminate le sfide agonistiche a causa di un fastidioso infortunio, nel 2014 è passata dalla vita da atleta a quella d’ufficio, ma non troppo, visto che la si vede sempre in movimento tra impegni di allenatrice e organizzativi.

Uno su tutti l’imminente Campionato Europeo boulder di Bressanone dal 19 al 22 settembre.

Pubblicità
Pubblicità

Un’evoluzione naturale – racconta – quella di far sempre parte del magico mondo dell’arrampicata. Il mio sogno, quello di vincere il mondiale giovanile, l’ho coronato“.

Il mondiale junior di Alexandra a Edimburgo è datato 2010 e si trattava di mondiale lead, perché il boulder – disciplina che tra pochi giorni vedrà impegnati i climbers a Bressanone – non era ancora tra le specialità dell’arrampicata sportiva.

Un gran peccato – prosegue la biondissima Ladurner – allora c’erano solo difficoltà (lead) e velocità, ma penso che il boulder sarebbe stata la mia specialità. Nella lead hai a disposizione un unico tentativo, mentre il boulder è meno stressante perché sai di poter riprovare. Però se gli altri hanno chiuso il blocco al primo tentativo lo devi fare anche tu e il discorso si complica“.

Ora Alexandra ha completato il proprio processo di ‘transizione’ lavorando presso la società che organizzerà i prossimi Europei, l‘Alpenverein Südtirol – Sezione di Bressanone (AVS) in collaborazione con Vertikale.

Ho smesso l’attività agonistica a causa dei miei problemi al polso, smettere di fare l’atleta forse è stata l’esperienza più difficile, ma chiusa una porta si è aperto un portone“.

Per quanto riguarda i climber altoatesini seguiti da Alexandra, escluso dal lotto degli atleti Filip Schenk per un problema ad un dito, saranno della partita David Piccolruaz (AVS Sektion Meran) e Johannes Egger (AVS Brunico), completando un parterre di oltre 370 concorrenti e 30 nazioni.

Ce li descrive sempre l’ex campionessa del mondo, questa volta in versione allenatrice: “David è un combinatista ma il boulder è la sua specialità preferita, mentre Johannes nell’ultimo anno ha fatto il salto di qualità, scala da sempre, ma solo ultimamente ha fatto intravedere un grande futuro. 

Gli Europei di arrampicata rappresentano l’evento più prestigioso di sempre organizzato per gli arrampicatori in Alto Adige e sarà un grandissimo evento. Il nostro team collabora molto bene assieme ai gestori della palestra Vertikale“.

Alexandra si dedica anima e corpo ai giovani, e assiste alle loro imprese: “Ora i climber sanno fare tutto rispetto alla nostra era – conclude – hanno movimenti moderni, la motoria è cambiata tantissimo, fanno veramente impressione“, conclude.

Per appassionati e curiosi i Campionati Europei boulder saranno ad ingresso libero per il pubblico e proporranno – al centro d’arrampicata di Bressanone – un menù ricco di giovani fuoriclasse delle categorie under 20 (junior), under 18 (youth A) e under 16 (youth B), alcuni freschi di titolo mondiale ottenuto ad Arco, in Trentino.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza