Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

L’A22 nel caos a partire dal 2025: notevole preoccupazione nel Team K in Alto Adige e tra i Neos in Tirolo

Pubblicato

-

Una dichiarazione rilasciata alla Tiroler Tageszeitung da Hartwig Hufnagl, il direttore dell’Asfinag (la società che gestisce le autostrade austriache) è allarmante: tra tre anni al massimo, a nord del Brennero l’infrastruttura sarà percorribile per un lungo tratto su una sola corsia.

A partire dal 2025 infatti, il ponte Lueg – lungo 1,8 km! – dovrà essere riqualificato per poter continuare a gestire i milioni di passaggi annui tra auto e mezzi pesanti. Il ponte è stato realizzato oltre cinquant’anni fa e le sue strutture necessitano ormai di interventi importanti.

Lo scenario desta notevole preoccupazione nel Team K in Alto Adige e tra i Neos in Tirolo. Il caos del traffico pare inevitabile e graverà per anni sulla popolazione lungo l’A22. Paul Köllensperger, capogruppo del Team K, da tempo ha segnalato il problema con interrogazioni all’assessore alla mobilità Daniel Alfreider. Ma c’è di peggio: il viadotto autostradale in valle Isarco poggia per un lungo tratto su strutture di pilastri ancora più vecchie (risalgono al 1962) di quelle del ponte Lueg e quindi anche sul versante altoatesino è concreto il rischio che nei prossimi anni siano necessari interventi con un impatto altrettanto grave sulla viabilità.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sull’asse del Brennero si profila un blocco molto significativo del traffico tirolese a partire dal 2025, come ora confermato da Asfinag. Una dichiarazione di fallimento gestionale dell’A22, se così fosse, anche perché con il ponte Lueg in piena operatività i volumi di traffico attuali sono spesso difficili da gestire. Purtroppo chi è al governo non è mai riuscito ad intervenire  con un minimo di efficacia sul tema del traffico deviato sul passo del Brennero, aumentando i pedaggi autostradali per i mezzi pesanti. Senza un ponte Lueg a due corsie, ci aspetta il caos, mentre il completamento della galleria di base del Brennero è ancora lontano. La già difficile situazione in alta valle Isarco peggiorerà ulteriormente, soprattutto durante le festività natalizie”, riassume la situazione un preoccupato Paul Köllensperger. 

Il consigliere provinciale tirolese e portavoce in materia di mobilità per i Neos tirolesi, Andreas Leitgeb, aggiunge: “Per il rinnovo del ponte Lueg lo studio di ingegneria Bergmeister si è aggiudicato anni fa un contratto di progettazione molto remunerativo. La promessa era che il ponte sarebbe rimasto a quattro corsie, ora sappiamo che non è vero. Un inganno per l’intera popolazione della Wipptal, su entrambi i versanti del Brennero. Manca trasparenza sui costi.”

In questo senso Paul Köllensperger e Andreas Leitgeb auspicano che i due responsabili delle politiche di mobilità di Alto Adige e Tirolo, Daniel Alfreider e Ingrid Felipe, mettano finalmente sul tavolo tutta la verità sui costi. Sia il Team K che i Neos hanno più volte sottolineato l’urgenza di rivedere i pedaggi, perché solo con il loro adeguamento il traffico deviato verrà drasticamente ridimensionato. Un intervento questo che ora è ancor più necessario.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Alto Adige2 giorni fa

Tragico incidente in moto sulla Mendola, tentano il sorpasso ma perdono il controllo del mezzo: muore giovane coppia di fidanzati

Alto Adige3 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Arte e Cultura1 giorno fa

Ferragosto tra escursioni al Renon, musei e gastronomia: «Lasciatevi sorprendere da Bolzano»

Alto Adige4 settimane fa

Ancora un altro grande incendio boschivo in Alto Adige: oltre 150 vigili del fuoco impegnati nelle operazioni

Bolzano1 giorno fa

Bolzano: arrestato per spaccio di stupefacenti un commerciante straniero

Alto Adige4 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Sport1 giorno fa

FC Südtirol: storico debutto sul campo del Brescia

Alto Adige4 settimane fa

Alto Adige, il fuoco non da tregua: scatta l’allarme per due nuovi incendi

Politica3 settimane fa

Mattarella accetta le dimissioni, finisce l’era del Governo Draghi: esecutivo in carica solo per gli affari correnti

Alto Adige1 giorno fa

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Brennero arresta un cittadino marocchino irregolare

Alto Adige2 settimane fa

Fiamme sull’Alpe di Siusi, attivato anche un elicottero per le operazioni di spegnimento

Ambiente Natura1 giorno fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Val Pusteria3 settimane fa

Auto sbanda sulla strada della val Pusteria e finisce ribaltata: una persona all’ospedale

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: nuova vittoria in Tribunale contro Costa, ammessa la class action per la crociera “Le perle del Caribe” sulla Pacifica

Sport3 settimane fa

F.C. Südtirol saluta Alessandro Malomo che torna in Serie C con il Foggia

Archivi

Categorie

di tendenza