Connect with us

Società

Magic Land, il 9° Gala della Magia in scena il 16 e 17 novembre al Rainerum

Pubblicato

-

Uno degli eventi più attesi del periodo pre natalizio a Bolzano è quello dedicato ai bambini con il Gala della Magia.

Giunto alla sua nona edizione, lo spettacolo si inserisce all’interno della kermesse Bolzano Magic Festival e grazie alla regia di Davide Allena, promette di stupire e divertire i suoi piccoli ospiti con trucchi di magia, illusionismo e tanta musica.

Si tratta di un evento di beneficenza a favore dell’associazione Chernobyl Alto Adige Onlus (sezione di Laives) organizzato da Magic Art del conosciutissimo mago Spillo, che andrà in scena il 16 e 17 novembre con 3 repliche: sabato 16 alle 15.00 e alle 20.30, domenica 17 alle 15.00.

Pubblicità
Pubblicità

La prevendita è già aperta e come ogni anno e appena la cittá inizia a profumare di magia, i biglietti iniziano ad andarsene a una magica velocitá!

Per garantirsi lo spettacolo piú bello dell’anno con i suoi nuovi artisti è possibile prenotarsi scrivendo a info@magicartbolzano.it oppure chiamare il numero 3478674157

Società

Una serata per il sì al referendum del 24 novembre, domani al Teatro Cristallo

Pubblicato

-

Un incontro preparatorio per favorire l’affluenza al referendum del 24 novembre  e per parlare delle ragioni del SI al progetto del tram per Bolzano. L’appuntamento è per domani, 14 novembre alle 19 presso la sala Fronza del Teatro Cristallo in via Dalmazia.

Presenziano alla serata Matthias Cologna, coordinatore del comitato “Sì al Tram per l’Oltradige – Ja zur Tram ins Überetsch”, Gunde Bauhofer del Centro tutela consumatori e utenti di Bolzano, Marco Danzi, esperto in soluzioni per la mobilità della Qnex e Massimiliano Valle, responsabile settore progetti STA.

Il traffico interno di Bolzano ma anche i tantissimi pendolari e turisti che dall’Oltradige si riversano quotidianamente in città: a questi ultimi è necessario dare una valida alternativa per incentivarli a muoversi in modo sostenibile ed il Metrobus non basta – dicono i sostenitori del comitato per il SI – . Il tram offre una maggiore capacità di trasporto e una qualità di viaggio incomparabilmente superiore, importante per attrarre nuova utenza, e sarebbe quindi un tassello molto importante in un più ampio mosaico di interventi da adottare.

Pubblicità
Pubblicità

Una vittoria del no porrebbe una pietra tombale sul progetto che invece deve essere la prima tratta di una linea tranviaria che colleghi il capoluogo ad Appiano e Caldaro: i problemi del traffico di Bolzano si possono risolvere solo con la collaborazione dei centri urbani dell’area metropolitana del capoluogo”.

Continua a leggere

Le nostre storie

L’angolo di paradiso di Homeless Pets: Giulia Dalpiaz e il volto “green” di Bolzano

Pubblicato

-

Questa settimana siamo molto “green”, ci sentiamo di approfondire il tema dell’ecologia attraverso la storia di Giulia Dalpiaz (abbiamo lo stesso cognome, ma non siamo parenti), che ci racconterà come si può vivere in modo alternativo, con un occhio di riguardo, verso l’ambiente che ci circonda.

Chi è Guilia Dalpiaz

Classe 1990, vive e lavora a Bolzano. Amante degli animali fin da piccola, grazie anche al papà Marco, che le ha trasmesso l’amore per gli animali e per la natura, si occupa da anni di volontariato, creando un’associazione della quale è Presidente. Negli anni, con cognizione di causa, e mossa da uno spirito di sincero altruismo, decide di cambiare il suo stile di vita, adottando totalmente, un approccio “Green Style”.

Pubblicità
Pubblicità

Giulia, raccontaci come e perché è nata Homelesspetsbz?

L’associazione “Homeless Pets Bolzano”, attiva dal 2014, è un associazione No-Profit per la protezione degli animali che si occupa principalmente di colonie feline. Io e altri volontari ci occupavano già delle colonie di via Bari, via Genova e Parco delle Semirurali e per tutelare maggiormente le nostre postazioni abbiamo deciso di aprire l’associazione. Oggi Homeless Pets gestisce 6 colonie feline per un totale di circa 80 gatti tra Bolzano e Laives.

I volontari coinvolti nelle varie attività sono una trentina. Oltre alle colonie ci occupiamo di adozioni e di varie emergenze sul territorio, in alcune occasioni, anche di animali selvatici.

È un grande impegno, soprattutto quando dopo 8 ore di lavoro, si corre per gli interventi da svolgere quotidianamente. Ma è una cosa che tutti noi facciamo con il cuore, perché al primo posto, mettiamo sempre il benessere degli animali.

Ci tengo a precisare che da pochissimo, 10 volontari ed io, abbiamo deciso di aprire a Bolzano, la sezione di Balzoo, il primo Banco Italiano Zoologico in Italia che si impegna a sostenere cani, gatti e i loro padroni in difficoltà economica.

Quando hai deciso di diventare vegetariana e cosa ha influito maggiormente, in questa scelta così importante?

Sono vegetariana da quasi 8 anni. Una decisione che il mio ragazzo Manuel ed io, abbiamo preso insieme. Questo perché siamo consapevoli che la sofferenza non c’è solo nell’industria della carne, ma anche in quella dei derivati come latte e uova, quindi stiamo cercando di adottare addirittura un dieta vegana, ossia “cruelty free”.

Il cambiamento della mia alimentazione prima onnivora, è avvenuto dopo un episodio che mi ha particolarmente colpito: era il 14 febbraio 2012, me lo ricordo come se fosse oggi. Ci avevano chiamato per un capriolo investito. Un piccolo “Bambi” che dopo varie telefonate non è stato salvato da nessuno e che ho visto morire davanti ai miei occhi. Da lì ho capito che se ami gli animali non li puoi mangiare, sono esseri viventi e senzienti. Proprio come noi, provano emozioni e dolore.

Sono dell’idea che se le persone vedessero con i propri occhi cosa succede negli allevamenti e nei macelli, non avrebbero più il coraggio di mangiare carne e derivati animali.

Se tu potessi parlare ai potenti della terra cosa diresti loro, per salvare il pianeta?

Come sappiamo, una delle maggiori cause dell’inquinamento ambientale sono gli allevamenti intensivi. I danni ambientali sono tanti, emissioni di gas serra come anidiride carbonica (Co2), metano (CH4), protossido d’azoto (N2O) e di ammoniaca.

Un enorme spreco di acqua, deforestazioni per pascoli e produzione di soia e foraggio, oltre che contaminazione dei terreni e inquinamento delle acque. Oltre ai danni ambientali, bisogna pensare anche al benessere degli animali che soprattutto negli allevamenti intensivi vengono maltrattati e tenuti in condizioni igienico sanitarie pessime.

Per questo motivo vengono somministrati antibiotici in maniera eccessiva e incontrollata causando problemi di resistenza antibiotica negli animali e negli umani. Parlo di allevamenti da dove provengono i prosciutti a marchio DOP, le mozzarelle di bufala campana, carni e derivati animali come uova e latticini utilizzate da azienda ritenute eccellenze italiane.

Il made in Italy, a mio avviso, non è più una garanzia di qualità. Ad esempio, molti connazionali si scandalizzano per l’usanza di alcune zone della Cina, dove si consuma carne di cane, o per la macellazione Halal e per la mattanza degli agnelli a Pasqua. Ma ignorano o fanno finta di non sapere CHI o COSA hanno nel piatto, nella loro alimentazione quotidiana.

Puoi darci qualche consiglio pratico, da applicare nel nostro quotidiano, per far diventare un po’ più “green” anche i lettori della nostra rubrica?

Piccoli accorgimenti ci sono, come ad esempio praticare la raccolta differenziata, limitare l’uso quotidiano di acqua. Quanti di noi quando si lavano i denti, lasciano correre l’acqua ad oltranza? Anche utilizzare materiale di carta, anziché di plastica dovrebbe diventare una sana abitudine.

Per il discorso culinario invece, io non giudico i carnivori, ci mancherebbe, però li invito a provare anche altri alimenti come i legumi, che sono una buona fonte di proteine vegetali. Spero che questo articolo, sia uno spunto sinceramente positivo, per coloro che vogliono, nel loro piccolo, contribuire ad aiutare l’ambiente ed i nostri amati amici animali.

Per seguire le attività di Homeless Pets Bolzano e Balzoo Bolzano su www.homelesspets.it

Instagram @homelesspetsbz
facebook.com/HomelessPetsBolzano
facebook.com/BalzooBolzano

Continua a leggere

Società

Preghiera ecumenica il 14 novembre a Bolzano

Pubblicato

-

Giovedì 14 novembre, con inizio alle 20.30, avrà luogo una preghiera ecumenica nella chiesa di San Domenico in piazza Domenicani a Bolzano.

La preghiera ecumenica è il cuore del movimento ecumenico: cristiani cattolici, ortodossi, evangelici e della chiesa libera vogliono pregare assieme e consapevolmente dare una testimonianza congiunta di fede.

Se nell’impegno ecumenico non ci fosse una dimensione spirituale, se non si pregasse assieme, il dialogo ecumenico sarebbe un cammino senza cuore“, sottolinea Michael Jäger, pastore della comunità evangelico luterana di Bolzano, che ricorda che due settimane fa è stata festeggiata una pietra miliare dell’ecumenismo: i 20 anni della Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione.

Pubblicità
Pubblicità

Alla preghiera ecomenica di giovedì, che si terrà nelle due lingue, sono invitati tutti gli interessati.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza