Connect with us

Alto Adige

Mancano 1002 posti in organico per la scuola italiana. Precari Bolzano: “Vettorato ne trova solo 11”

Pubblicato

-

In questi giorni apprendiamo con stupore dai media locali che l’assessore alla scuola italiana, Giuliano Vettorato (Lega), è fiero di annunciare l’aumento dell’organico della scuola italiana a carattere statale di ben 11 (UNDICI!!!) posti. L’assessore fa presente che, rispetto all’anno scolastico 2011/2012, la scuola italiana ha registrato un aumento della popolazione scolastica del 10,8% a cui è corrisposto un aumento del numero di classi del 7% (da 767 a 826).

Abbiamo voluto vederci chiaro consultando i dati Astat e abbiamo scoperto che in effetti l’anno 2011 è un anno da tener presente, ma per un drastico calo di classi a fronte di un significativo aumento della popolazione scolastica. Infatti, nell’anno scolastico 2010/2011 gli alunni della scuola statale italiana erano 15729 (6171 nella scuola primaria, 3812 nella secondaria di I grado e 5746 nella secondaria di II) e le classi erano 935 (373+212+351). L’anno successivo, 2011/2012 a fronte di un aumento complessivo di alunni di 355 unità (6201+3889+5994), le classi sono diminuite di 71 unità (344+197+323). Tagli!“.

La precisazione arriva come sempre puntuale dal Comitato docenti precari bolzanini di lingua italiana (Precari della scuola di Bolzano) che a fronte di quanto dichiarato dall’intendenza scolastica provinciale, controbattono quanto segue:

Pubblicità
Pubblicità

L’Intendenza dimentica che, il rapporto altamente svantaggioso per la scuola italiana, non è solo quello venutosi a creare negli ultimi dieci anni (2021 vs. 2011), ma anche e soprattutto quello nei confronti della scuola tedesca, che vanta – com’è stato pubblicamente dimostrato dalla mozione presentata dal consigliere Alessandro Urzì e passata al vaglio per più mesi dall’Intendenza, che non ha contestato alcun dato – un rapporto docente-alunni di gran lunga migliore.

Non si tratta soltanto di migliorare la condizione della scuola italiana, ma di porre fine alle discriminazioni di cui essa è vittima con buona pace dell’articolo 3 della Costituzione. 11 posti sono un’offesa ai tanti docenti precari che da lustri attendono la stabilizzazione e che, lo scorso anno, hanno dovuto accettare la creazione ex novo di 15 posti in organico per i dipendenti dei centri linguistici: persone che non avevano mai insegnato nella scuola e che avevano titoli disomogenei!

Mentre l’intendenza italiana è costretta a “comprare” di tasca propria una cinquantina di posti in due anni, per la maggior parte assegnati a docenti di tedesco L2, collaboratori all’integrazione ed ex dipendenti dei centri linguistici, l’intendenza tedesca distacca decine di insegnanti per fare da tutor e mentori ai docenti, che frequentano gratuitamente i percorsi abilitanti finanziati dalla provincia.

La povera e la ricca! Ricordiamo quindi all’assessore Vettorato che mancano 309 posti in organico, affinché il rapporto docente-alunni della scuola italiana sia uguale a quello della scuola tedesca; 558 posti per insegnanti (insegnanti, non collaboratori) di sostegno affinché il rapporto docente di sostegno-alunni della scuola italiana altoatesina sia uguale a quello della scuola italiana del resto d’Italia e 135 insegnanti da abilitare per poter assegnare le cattedre, che quest’anno non sono state assegnate per mancanza di abilitati: 309+558+135=1002.

L’assessore annuncia anche che quando saranno conclusi i concorsi, verranno avviati i PAS. A tale proposito ricordiamo che i docenti della scuola tedesca e ladina hanno usufruito dei PAS nel 2019 e, dallo scorso settembre 2020, possono accedere ai percorsi abilitanti presso la Lub.

Il concorso straordinario per il ruolo si è già concluso e quello ordinario – bandito per 22 posti – è ancora lontano. Dobbiamo quindi essere contenti che anche il prossimo anno i colleghi di lingua tedesca e ladina potranno abilitarsi e quelli di lingua italiana no?“.  (https://www.lavocedibolzano.it/scuola-italiana-aumento…/)

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona
    Da qualche giorno è stato varato dal Governo un bonus , il reddito di libertà destinato alle donne vittima di violenza. Reddito di Libertà, cos’è Si tratta di un una misura molto attesa visto che... The post Arriva il Reddito di Libertà a sostegno delle donne vittime di violenza, come funziona appeared first on Benessere […]
  • Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo
    Con l’arrivo della stagione estiva l’attenzione è puntata verso il turismo. Per questo, al fine di stimolare gli spostamenti, il Decreto Sostegni Bis prevede finanziamenti alle Regioni destinati al rimborso delle spese mediche ai turisti.... The post Polizze assicurative per i turisti stranieri: previsto un fondo dal Ministero del Turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla
    Con la pandemia è emersa l’esigenza di trovare una nuova organizzazione del lavoro che cercasse di riadattare l’esperienza, trasferendo fuori dalla sede operativa la maggior parte delle attività lavorative. Questo processo ha iniziato a delineare... The post Il lavoro cambia e corre verso l’Hybrid Workplace, i vantaggi della “nuova normalità” e come introdurla appeared first […]
  • Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce
    Il particolare periodo storico ha spinto molte attività a cercare soluzioni alternative per la vendita dei propri prodotti, una di queste è sicuramente l’apertura delle vetrina digitale con le vendita online. Qualsiasi imprenditore desideri aumentare... The post Aumentare le vendite online, consigli per migliorare le prestazioni del proprio e-commerce appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis
    Nei contributi a fondo perduto previsti dal Bonus affitto 2021 sono previsti nuovi beneficiari grazie all’ampliamento della platea dettata dal Decreto Sostegni Bis. Bonus affitto 2021, come funziona Definito dal Decreto Rilancio, il bonus affitto... The post Bonus affitto 2021: modifiche e novità per i beneficiari nel Decreto Sostegni bis appeared first on Benessere Economico.
  • Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro
    La Commissione Europea sta lavorando ad un pacchetto di norme che limiterebbe la circolazione di contanti nei Paesi membri. Il pacchetto che potrebbe entrare in vigore nel 2024, propone di fissare in tutta Europa un... The post Europa verso la limitazione di circolazione dei contanti: tetto a 10 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli
    Fino al 30 settembre 2021 i lavoratori interessati potranno chiedere l’erogazione da parte dell’Inps della nuova indennità omnicomprensiva Covid-19 fin ad un massimo di 1600 euro una tantum prevista dal Decreto Sostegni Bis. Beneficiari dell’indennità... The post Indennità Covid una tantum per lavoratori autonomi e dipendenti: tutti i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Voli low cost e figli minori, attenzione ai sovrapprezzi non dovuti dei biglietti aerei: ENAC avvia le indagini
    Con l’arrivo dell’estate, aumentano i viaggi, ma alcuni voli low cost per compensare le perdite subite in pandemia hanno deciso di applicare una “ tassa sul sedile”. Di cosa si tratta Si tratta semplicemente di... The post Voli low cost e figli minori, attenzione ai sovrapprezzi non dovuti dei biglietti aerei: ENAC avvia le indagini […]
  • Stop al rialzo dei prezzi della benzina, raggiunto accordo tra i Paesi produttori
    Dopo l’ultima impennata del costo del carburante che da mesi va avanti sia in Italia che all’estero, i Paesi produttori di petrolio hanno deciso di trovare un accordo per frenare questa tendenza. L’incremento La tendenza... The post Stop al rialzo dei prezzi della benzina, raggiunto accordo tra i Paesi produttori appeared first on Benessere Economico.
  • UE, parte il progetto “Euro Digitale”: 24 mesi di studi e valutazione per inserimento di una valuta digitale
    Dopo un consiglio direttivo, la Bce lancia il progetto “Euro Digitale” che avrà due anni di tempo per valutare gli aspetti di una valuta digitale e renderla disponibile a tutti. Progetto Euro Digitale Nonostante non... The post UE, parte il progetto “Euro Digitale”: 24 mesi di studi e valutazione per inserimento di una valuta digitale […]

Categorie

di tendenza