Connect with us

Merano

Merano, al via i lavori per le antiche mura cittadine

Pubblicato

-

Fra pochi giorni la ditta incaricata dal Comune di Merano inizierà i lavori per la valorizzazione del tratto delle antiche mura cittadine venuto alla luce nel 2017 durante i lavori di scavo effettuati accanto al castello Principesco.

Per valorizzare l’importanza storico-architettonica del Castello Principesco, nella primavera del 2017 l’amministrazione comunale aveva fatto risistemare il parco del maniero.

Durante i lavori era venuto alla luce un tratto delle antiche mura cittadine risalenti al XIII° secolo e la Giunta comunale, avendo deciso di conservare il ritrovamento, aveva incaricato una ditta specializzata di intervenire – sotto la stretta sorveglianza dell’Ufficio provinciale Beni archeologici – per renderlo completamente visibile.

Pubblicità
Pubblicità

Il progetto, elaborato dallo studio di architettura Höller & Klotzner, prevede che le mura cittadine vengano circoscritte da una cornice metallica che avrà la funzione sia di separare il sito dallo spazio antistante e dal parco e allo stesso tempo di esaltare i reperti murari.

In prossimità dell’accesso al municipio la cornice si abbasserà dal livello del terreno fino alla profondità dello scavo formando tre gradoni che potranno essere fruiti come sedute.

In direzione del parco la cornice metallica si aprirà invece in una gradinata che si inserirà gradualmente e in modo armonioso nel tappeto erboso del parco. I lavori verranno eseguiti dalla ditta Bettega Ennio Srl di Imèr (Trento).

La spesa prevista è di 260.000 euro.

Cittadini e imprenditori interessati a cofinanziare questo progetto attraverso una donazione ottengono un credito di imposta pari al 65% dell’importo donato. Ulteriori dettagli riguardo a questa iniziativa sono disponibili all’indiritto https://artbonus.gov.it.

La storia

La città di Merano ebbe la sua origine in epoca medievale come centro di mercato voluto dai conti di Tirolo.

Fu presto dotata di mura e di porte d’accesso. La parziale decadenza economica della città nel corso del Cinquecento, dovuta alla perdita d’importanza sul piano politico e militare, impedirono l’ampliamento e l’adeguamento delle mura alle mutate esigenze di difesa della nuova epoca.

Più volte manomesse nel corso dei secoli successivi, larga parte delle mura fu definitivamente abbattuta nel corso dell’Ottocento, nell’ambito di lavori di adeguamento edilizio o stradale. Se ne conservano i resti interrati in diverse zone della città, solitamente sotto vie e arterie di comunicazione.

Pubblicità
Pubblicità

Merano

Merano, Maria Assunta: le barriere architettoniche verranno rimosse

Pubblicato

-

L’altro giorno l’impresa Ammirati – su commissione del Comune di Merano – ha avviato i lavori per la rimozione delle barriere architettoniche presenti presso il campo sportivo del rione Santa Maria Assunta e lungo il marciapiede antistante il parco del quartiere.

Fra gli interventi previsti anche l’allargamento dei cancelli di ingresso ai campi da gioco e la realizzazione di una rampa per disabili. Le rampe già esistenti verranno invece dotate di ringhiera.

Verranno anche rinnovate parti della pavimentazione esterna all’impianto sportivo. Questi Iavori di miglioria, che costeranno complessivamente 14.560 euro, erano stati richiesti dalla cooperativa sociale independent l.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Merano

Merano: il Centro russo Borodina compie dieci anni

Pubblicato

-

Il Centro russo Borodina venne istituito il 9 giugno del 2009 per promuovere le relazioni fra l’Alto Adige e la Russia nei settori della cultura, della ricerca, del turismo, dell’economia e dello sport.

Fra i soci fondatori figurano la Libera Università di Bolzano, la Provincia, il Comune di Merano, la Camera di commercio e diverse organizzazioni russe, fra queste anche l’ambasciata russa a Roma.

Per festeggiare degnamente i dieci anni dalla sua fondazione, il Centro ha organizzato per martedì 23 e mercoledì 24 luglio una serie di eventi.

Pubblicità
Pubblicità

Martedì 23 luglio, alle ore 17:30 presso il Centro per la cultura di via Cavour, verrà inaugurata una mostra di illustrazioni, realizzate da pittori russi, ispirate al romanzo di Fëdor Dostoevski “L’idiota”. A seguire, verso le ore 20, il quartetto russo GRAD si esibirà in piazza del Duomo.

Mercoledì 24 luglio è invece in programma, con inizio alle ore 18 presso Villa Borodina (via Schaffer 23), il ricevimento solenne per il decimo anniversario della fondazione del Centro. Nella circostanza verrà anche inaugurata la mostra fotografica “Italia-Russia: relazioni culturali ieri, oggi e domani”, proposta dall’agenzia giornalistica TASS.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Merano

Le sculture di Topranin al Palais Mamming di Merano

Pubblicato

-

La Kunsthalle West Lana presenta, nella sede del Palais Mamming Museum, la mostra personale di Fabiano De Martin Topranin, dal titolo “BREATH”.

L’inaugurazione si terrà giovedì 18 luglio alle 19 con un’introduzione della curatrice Sara Salute e dell’artista.

Il vernissage sarà accompagnato dalla performance musicale the wooden starship astounding adventure del contrabbassista Marco Stagni e da un video inedito a cura di Michele Melani (Formasette).

Pubblicità
Pubblicità

In mostra una serie di sculture in gran parte inedita, frutto della rielaborazione creativa e immaginifica delle percezioni sensoriali del mondo: un viaggio di andata e ritorno, tra terra e spazio, tra miti e leggende, reale e immaginario, o dentro se stessi; il tempo di un respiro.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza