Connect with us

Merano

Merano, orario invernale dei bus migliora grazie alle proposte dei cittadini

Pubblicato

-

Foto di comune.merano.bz.it

È ancora in fase di elaborazione il nuovo piano orari dei bus urbani extraurbani per la città del Passirio: l’obiettivo è quello di rafforzare il ruolo degli autobus confermandoli come mezzi più convenienti, più sani e complessivamente, per il numero di passeggeri trasportati, anche meno ingombranti.

A luglio il Servizio ambiente e mobilità del Comune aveva invitato i cittadini a comunicare le loro osservazioni e le loro proposte di miglioramento. In tanti hanno risposto all’appello e la bozza del nuovo orario è stata integrata tenendo conto delle segnalazioni arrivate da parte della popolazione.

L’entrata in vigore dell’orario invernale comporterà per Merano alcune novità.

Pubblicità
Pubblicità

A partire dall’11 dicembre, ad esempio, le corse sulla linea Merano-Bolzano verranno raddoppiate, mentre la linea 6 collegherà il rione Wolkenstein con il centro città con una frequenza di 15 minuti.

La relativa proposta, elaborata dalla Provincia e dalla SASA, è stata presentata a luglio al Comune e successivamente alla cittadinanza. I meranesi hanno avuto tempo fino a metà agosto per consegnare al Servizio ambiente e mobilità i loro suggerimenti in merito al piano orari invernale.

A far sentire la propria voce sono stati in particolare i comitati di quartiere Wolkenstein e e molte persone che viaggiano regolarmente sulla linea 2 (che diventerà 210) della SASA.

Tra le conferme, linea 210 continuerà a collegare Sinigo a Postal due volte ogni ora. Una volta all’ora i bus della 210 raggiungeranno – come avvenuto finora – la zona industriale di Lana e,sempre una volta all’ora – e questa è la novità – percorreranno il tragitto dalla stazione ferroviaria di Lana fino al centro del paese.

„È stato possibile trovare una soluzione idonea anche per un gruppo di lavoratori che effettuava servizio nella zona industriale di Lana fino a tarda ora e che al termine del turno di lavoro non trovava più alcun bus per tornare a Merano”, ha spiegato Alex Pennati della SASA.

La linea 210, ionfatti, alle ore 2, partirà da Sinigo allungando di poco il percorso e passando per la zona industriale di Lana.

Per ciò che riguarda la linea Merano-Bolzano le corse verranno raddoppiate: da dicembre le vetture della linea Merano-Bolzano 201 viaggeranno da lunedì a sabato due volte all’ora, una sola volta all’ora invece la domenica e nei giorni festivi e osserveranno le stesse fermate programmate attualmente.

La linea 201 non passerà invece – come richiesto – per piazza Vittorio Veneto. Fra Merano e Bolzano, fino alle ore 20, passerà quindi un bus da Bolzano ogni mezz’ora, a seguire uno ogni ora. Dalle ore 22 la Linea 201 raggiungerà Merano passando da Lana.

Ancor in fase di elaborazione è invece la linea Circolare Merano-Lana-Postal.

L’Ufficio provinciale per la mobilità e la Sasa lavoreranno nei prossimi mesi a un progetto di linea circolare Merano-Sinigo-stazione Lana/Postal-Lana-Merano le cui vetture circoleranno con frequenza di 30 minuti in entrambe le direzioni. Sulla tratta Merano-Sinigo-zona industriale di Lana-Lana e sulla tratta Merano-Lana-Lana via della Dogana verrà proposto un ulteriore collegamento con frequenza di 30 minuti.

La nuova linea permetterà di mantenere il collegamento di Sinigo alla rete del trasporto pubblico. Prima di poter attivare la nuova circolare occorre effettuare alcuni interventi strutturali nei pressi delle fermate. L’avvio della circolare è pertanto previsto a dicembre del 2019.

Un’iniziativa efficace quella della collaborazione con la cittadinanza per un migliore funzionamento della mobilità cittadina che hanno fatto di Merano un ottimo laboratorio di test per questa nuova procedura di partecipazione a livello provinciale.

L’iter della pubblicazione della bozza del piano orari e della sua integrazione/correzione in base alle osservazioni pervenute verrà infatti adottato a partire dal prossimo anno in tutto il territorio altoatesino.

Lo ha stabilito la Giunta provinciale approvando, a gennaio di quest’anno, una specifica delibera in tal senso. Nell’aprile del 2019 verranno resi pubblici tutti i piani orari e gli utenti avranno diverse settimane di tempo per comunicare all’ente pubblico le loro posizioni a riguardo.

“La collaborazione con il Comune di Merano ci ha permesso di testare questa procedura, che si è dimostrata essere valida perché apprezzata da tanti concittadini”, ha sottolineato Heinz Dellago dell’Ufficio provinciale per la mobilità.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza