Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Minore sottratta al padre, Urzì chiede l’intervento del Presidente della Provincia e scrive a Roma

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Il Presidente della Provincia si attivi presso il Governo per far sì che Fabio Salvadori possa riabbracciare al più presto sua figlia, che sarebbe  trattenuta contro la sua volontà in Marocco dai parenti della mamma, purtroppo deceduta.

Lo chiede, con un accorato appello al Governatore altoatesino Arno Kompatscher, il Consigliere provinciale di Fratelli d’Italia Alessandro Urzì che non ha dubbi: “se i termini della vicenda sono quelli descritti dal padre, ci troviamo di fronte ad un indebito trattenimento di minore in uno Stato diverso da quello di residenza abituale, senza il consenso del genitore titolare dell’affidamento.”

“Una vicenda in ogni caso molto dolorosaha spiegato Urzì sul quale occorre muoversi con la massima urgenza. La bimba si troverebbe in Marocco oramai da molti mesi, trattenuta, contro la volontà del padre, dalla nonna e dalla zia che però non avrebbero alcun titolo per poterlo fare. Il padre, disperato, si è recato personalmente in Marocco a fine aprile per riportare a casa sua figlia, ma non gli  sarebbe stato permesso neppure di vederla. Nulla ha potuto, fino ad oggi, neppure l’ambasciata italiana a Casablanca.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Da qualche tempo, per proteggere i minori e risolvere le controversie derivanti dall’illecito trasferimento in uno Stato diverso da quello di residenza abituale sono state stipulate convenzioni internazionali che definiscono regole applicabili in tutti gli Stati aderenti. La convenzione di specifico riferimento è la Convenzione dell’Aia del 25 ottobre Il Marocco ha aderito alla convenzione nel 2010.

L’Italia l’aveva già ratificata nel 1995. In base a questa Convenzione in caso di sottrazione  di un minore dallo Stato di residenza abituale senza il consenso di chi esercita la potestà, i giudici del luogo in cui il bambino è stato illegittimamente condotto devono senza indugio ordinare il suo immediato ritorno nel luogo dove viveva stabilmente.” – ha concluso il consigliere Urzì che sulla vicenda ha interessato anche il gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia  alla Camera.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano3 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives3 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria4 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano2 giorni fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Alto Adige4 settimane fa

Percorre la corsia telepass in contromano al casello di Bolzano sud, fermato dalla Polizia Stradale

Bolzano3 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Archivi

Categorie

di tendenza