Connect with us

Economia e Finanza

Officine di autoriparazione, Cna: “Riemerge dal dimenticatoio l’obbligo di certificare le caraffe per i liquidi sfusi”

Pubblicato

-

Nei giorni scorsi le officine di autoriparazione della provincia di Bolzano hanno trovato sulla propria casella di posta elettronica certificata una comunicazione da parte del Servizio Metrico della Camera di Commercio di Bolzano, che ricordava a tutti l’esistenza di un obbligo risalente a molti anni fa. Con la circolare viene ribadito l’obbligo nelle officine di riparazione delle autovetture, in caso di vendita di liquidi sfusi (oli lubrificanti, liquidi di raffreddamento, fluidi idraulici, liquidi tergicristallo, AdBlue, ecc.), di utilizzare strumenti di misura certificati.

I più diffusi strumenti per l’effettuazione di queste operazioni sono delle caraffe metalliche – con diverse capacità dichiarate – nelle quali vengono versati i liquidi che a loro volta vengono inseriti all’interno delle autovetture attingendo a taniche e barili di grandi dimensioni.

Secondo la norma tali caraffe, che devono essere costruite e certificate in base alle norme tecniche europee, vanno sottoposte ogni 4 anni ad una verifica certificata della loro capienza per assicurarsi che abbiano mantenuta inalterata la loro capacità.

Pubblicità
Pubblicità

Se concettualmente è corretto garantire al cliente la veridicità della quantità di prodotto fornita – sottolinea CNA-SHV – dal lato pratico applicare tale sistema di certificazione ad un prodotto standardizzato dal bassissimo valore intrinseco rischia di diventare grottesco. Infatti, dal momento che in Italia esistono solo due enti certificati per fare la verifica della capacità dei liquidi, e che questi si trovano in Sicilia o in provincia di Pordenone, sarà di gran lunga più conveniente per un’officina acquistare ogni 4 anni delle nuove caraffe certificate piuttosto che inviarle agli istituti di verifica.

Con i ringraziamenti dell’ambiente e dei produttori di questi oggetti, oltre che dei produttori di lubrificanti e altri prodotti in confezioni monodose (che sono certificate dal produttore), ad un prezzo di molto superiore rispetto ad un barile o una tanica. Inoltre, è obbligo dell’officina denunciare alla Camera di Commercio la dismissione delle vecchie caraffe e la messa in servizio delle nuove”.

Le sanzioni per chi non rispetta queste regole sono piuttosto salate, andando da un minimo di 500 ad un massimo di 1500 euro per ogni contenitore fuori norma.

Duole sottolineare – aggiunge Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV – che un simile aggravio burocratico non sembri dare maggiori garanzie al cliente finale, dal momento che le officine poco serie potranno continuare a dichiarare quantità maggiori di quelle effettivamente fornite, ed il cliente continuerà ad avere pochi strumenti a disposizione per fare le sue verifiche. Questo è purtroppo sempre possibile anche se si utilizzano prodotti confezionati in recipienti dal contenuto già verificato. Si tratta solo di costosa e asfissiante burocrazia”.

CNA-SHV e le officine di riparazione auto ad essa aderenti, in un periodo come quello del Covid-19 in cui le officine di riparazione degli autoveicoli hanno visto un drastico calo del lavoro che in diversi casi mette a repentaglio la loro stessa esistenza, ritengono “poco opportuna l’applicazione stringente di una simile norma, che non sembra dare garanzie assolute al consumatore che può invece essere veramente tutelato solo dalla serietà del lavoro di autoriparatori qualificati. Di contro, il rischio è quello di un onere supplementare per le imprese che può concretamente diventare un ulteriore aggravio economico, per il quale si chiede che la sua applicazione sistematica venga rivista (si potrebbero ad esempio utilizzare contenitori in materiale non deformabile, che garantirebbero nel tempo il mantenimento della capacità certificata dal produttore) o almeno rimandata ad un momento di maggiore stabilità e serenità per l’economia del settore”.

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]
  • Domus Aventino: a Roma un museo archeologico all’interno del nuovo condominio, da novembre aperto a tutti
    L’Italia come sempre è una meravigliosa sorpresa. Durante dei lavori per la riconversione di alcuni uffici della Bnl in appartamenti di lusso nel centro di Roma, sono affiorati dei mosaici e una sontuosa residenza romana. La bellezza della scoperta ha spinto l’idea di valorizzazione del ritrovamento che convivesse sinergicamente con il complesso residenziale. Si parla […]

Categorie

di tendenza