Connect with us

Economia e Finanza

Immobili produttivi inutilizzati, le proposte di CNA-SHV

Pubblicato

-

Rendere produttivi gli insediamenti produttivi. Sembra una tautologia, ma di fatto una consistente parte di questi immobili, sempre più vetusta, rimane abbandonata e di fatto improduttiva in quanto non più richiesta dal mercato”.

Lo affermano Claudio Corrarati, presidente della CNA-SHV, e Gianni Sarti, direttore dell’associazione e responsabile degli insediamenti produttivi, che hanno avviato un confronto su questo tema con la Provincia, in particolare per Bolzano e i centri di fondovalle che hanno scarsità di suolo disponibile.

Le cause di questa situazione sono molteplici: non solo la crisi economica e l’elevato costo dei terreni, ma anche la notevole tassazione in caso di acquisto dell’immobile (tassa ipocatastale del 4% sul valore di ogni compravendita, IMI sui capannoni, Iva al 22%, non deducibilità fiscale dei terreni); e inoltre le difficoltà di accesso al credito bancario, i recenti obblighi urbanistici (Casaclima A per uffici ed alloggi di servizio, nuove normative antincendio e antisismica, conformità degli impianti, R.I.E. per le aree scoperte).

Pubblicità
Pubblicità

E non da ultimo la vetustà dei fabbricati esistenti e la conseguente necessità di metterli a norma prima del loro eventuale riuso.

Siamo ormai in una fase – sottolineano Corrarati e Sarti – in cui i commercialisti delle imprese e le banche sconsigliano spesso i loro clienti di investire nella costruzione o acquisto di una nuova sede, a causa delle suddette problematiche ma anche della difficoltà di vendere a prezzi remunerativi gli immobili una volta raggiunta l’età pensionabile, data la carente domanda di mercato ed i persistenti vincoli provinciali sulle aree assegnate dagli enti pubblici”.

Per molte aziende si apre a questo punto un bivio: o rimanere nella vecchia sede operativa, rinunciando perciò ad un certo tipo di sviluppo dell’attività e rischiando di rimanere progressivamente ai margini del proprio settore, oppure rivolgersi al mercato degli affitti.  Ma trovare locali in affitto che siano in regola con le normative ed a costi accettabili non è facile.

Quali soluzioni? “A nostro avviso – affermano i vertici di CNA-SHV – è necessario cercare di trasformare la crisi in opportunità: l’idea può essere quella di individuare proprietari di immobili produttivi dismessi o sottoutilizzati, disposti a sottoporli ad interventi di riuso e di adeguamento alle attuali esigenze produttive, o anche terziarie, per poi porli nella disponibilità di aziende che non hanno la possibilità o l’intenzione di investire nella proprietà della sede e che pertanto cercano soluzioni in affitto. 

Vi sono infatti ormai diverse situazioni imprenditoriali che sono di fatto o per scelta estranee all’acquisizione immobiliare: dalle ditte individuali sottocapitalizzate alle società di capitali con frequenti cambi della dirigenza, che pertanto preferiscono perseguire il “core business” della loro attività piuttosto che impegnare risorse finanziarie nell’investimento immobiliare”.

Questa possibile soluzione alternativa, che potrebbe rilanciare alcune parti delle zone produttive dando loro nuova vita, può essere resa attrattiva anche dalle recenti forme contrattuali che hanno implementato la tradizionale formula della locazione.

Pensiamo ad esempio al cosiddetto “rent to buy” declinato in tutte le variabili consentite dalle recenti leggi – argomentano Corrarati e Sarti – in base al quale una parte del canone viene considerata quale affitto e la restante parte quale acconto sulla futura opzione di acquisto che il locatario può esercitare al termine della locazione. Naturalmente in quest’ottica gli enti pubblici, Provincia e Comune, dovrebbero accompagnare questo “nuovo corso” con adeguati interventi di sostegno. 

Ad esempio, da parte della Provincia un censimento degli edifici e delle volumetrie dismesse o sottoutilizzate nelle diverse zone produttive e da parte dei Comuni un canale burocratico semplificato dedicato alle pratiche autorizzative necessarie per gli interventi edilizi di trasformazione e adeguamento dei fabbricati”.

Soprattutto, da parte della Provincia – secondo CNA-SHV – si renderebbe necessaria per questo tipo di interventi la reintroduzione dei contributi, sotto forma di fondo perduto oppure di sgravi fiscali. Anche perché una simile strategia sarebbe perfettamente in linea con il programma politico dell’amministrazione provinciale, vale a dire con il contenimento dell’uso del suolo ed il “costruire nel costruito”, principale obiettivo della nuova legge urbanistica provinciale “Territorio e Paesaggio”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]
  • Domus Aventino: a Roma un museo archeologico all’interno del nuovo condominio, da novembre aperto a tutti
    L’Italia come sempre è una meravigliosa sorpresa. Durante dei lavori per la riconversione di alcuni uffici della Bnl in appartamenti di lusso nel centro di Roma, sono affiorati dei mosaici e una sontuosa residenza romana. La bellezza della scoperta ha spinto l’idea di valorizzazione del ritrovamento che convivesse sinergicamente con il complesso residenziale. Si parla […]

Categorie

di tendenza