Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Merano

Orti comunali, due emendamenti di Fratelli d’Italia, no a graduatorie a parte per persone con background migratorio

Pubblicato

-

In riferimento alla proposta di riservare una quota di orti urbani a cittadini meranesi con background migratorio, Fratelli d’Italia  esprime la propria contrarietà a tale iniziativa.

Lo comunica la consigliera comunale di Fratelli d’Italia Paola Zampieri, che  presenterà in aula durante l’esame del nuovo regolamento sugli orti comunali  due emendamenti per cancellare l’articolo in questione.

Riteniamo che l’accesso agli orti urbani debba essere garantito a tutti i cittadini, senza alcuna discriminazione. La possibilità di coltivare propri ortaggi rappresenta un’importante occasione per promuovere uno stile di vita sano ed ecosostenibile, nonché per creare una comunità solidale e coesa.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Riservare una quota di orti ad una categoria di persone potrebbe creare tensioni e malcontento tra i meranesi che potrebbero sentirsi penalizzati. Peraltro, la Giunta arriva al paradosso di voler riservare una quota di orti anche a quelle persone con background migratorio che nel frattempo hanno ottenuto la cittadinanza italiana.

Una vera e propria discriminazione verso gli italiani. Si faccia un’unica graduatoria e gli orti siano assegnati in base al merito, non alla provenienza. Così in una nota stampa la consigliera comunale di Fratelli d’Italia Paola Zampieri.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza