Connect with us

Politica

Piano per la Bressanone inclusiva, Verdi: “Giardino vescovile come cuore verde? Progetto inesistente”

Pubblicato

-

(Nessuna) Zona verde in vista a Bressanone: il Giardino Vescovile come cuore verde di un progetto finora inesistente a Bressanone e di cui si sente da tanto la mancanza. 

Oltre al giardino vescovile, vi è la necessità che le altre aree verdi (che però non sono interamente utilizzabili dalla popolazione perché in parte non accessibili) vengano rivalutate, ed inoltre vi è la necessità di pianificare nuove aree verdi che valorizzino la città e la qualità della vita della popolazione. 

Con la nuova legge tutela dell’ambiente e del paesaggio vengono attribuite alle amministrazioni locali vaste competenze, di cui ci si deve fare carico. Le zone verdi si caratterizzano per favorire la salute e la qualità della vita dei cittadini (diminuzione del rumore e degli agenti inquinanti, stimolo al moto fisico,  riduzione dello stress e della pressione arteriosa, effetti positivi sulla concentrazione)“.

Pubblicità
Pubblicità

Così i Gruene altoatesini che sottolineano:

Queste zone verdi, ad integrazione e complemento del giardino vescovile, se ben pianificate, formerebbero un importante polmone verde. Ciò in seguito anche alla legge statale 10/2013 che fa riferimento al protocollo di Kyoto, e agli obiettivi climatici delle Nazioni Unite (agenda 2030, european green deal) . Nella suddetta legge vi è un articolo (3,par.G) che incentiva i giardini storici.

Sebbene negli ultimi anni la pianificazione delle aree verdi sia stata di esclusiva competenza delle autorità, vogliamo sottolineare che gli utenti in ultima istanza sono i cittadini; per questo motivo costoro devono assolutamente essere coinvolti in questa decisione, per evitare che vengano rappresentati solo gli interessi delle lobby più forti, a Bressanone quella economica e turistica.

Le zone pubbliche sono per definizione democratiche e partecipative. Il piano ‘verde’ è uno strumento strategico, che deve indicare le linee guida per il piano regolatore delle zone abitative, artigianali e commerciali“.

Il piano “verde”, per l’edilizia privata, è il presupposto per una buona qualità abitativa che favorisca la salute e l’ambiente.

Le zone verdi fungono anche da punti di aggregazione sociale, in cui si potrebbero attuare progetti socio-pedagogici (ad es. giardini scolastici e orti urbani). Nel passato vi sono già stati piccoli esempi al riguardo, che però a causa della carenza di superfici non sono stati portati avanti. Per quanto riguarda la cura e la gestione dei parchi e giardini, si potrebbe pensare ad una cooperativa che impieghi anche persone svantaggiate.

L’Unione europea prevede diversi programmi di sviluppo su questi temi, tra i quali l’european green leaf award, che viene attribuito alle città con meno di 100.000 abitanti allo scopo di incrementare il verde. La nostra speranza politica e il punto focale del nostro impegno comunale è che Bressanone diventi più verde in maniera concreta e non solo di facciata.

Disegno di legge del gruppo consiliare dei Verdi-Grüne-Verc sulla legge per gli appalti:

Hans Heiss aveva giá segnalato nel dicembre 2017 in occasione del dibattito sulla legge per gli appalti che nella legge si era intrufolato una scappatoia per permettere l’incarico a Heller. Ora il Gruppo Verde in Consiglio provinciale ha preparato un disegno di legge, con il quale situazioni di questo tipo in futuro non dovrebbero più accadere.

Perché indire prima un bando per poi ignorare il vincitore e puntare su un nome famoso e altisonante è ben un’operazione poco carina, per non dire scorretta” commenta la prima firmataria del disegno di legge Brigitte Foppa.

Nella proposta, il Gruppo Verde mette mano alla legge sugli appalti del 2015: con questa variazione, per la realizzazione di un’opera d’arte o di una prestazione artistica sarà obbligatorio indire sempre un bando. A oggi infatti, come si può evincere dall’esempio di Bressanone, un bando di questo tipo si può benissimo aggirare o ignorare.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza