Connect with us

Bolzano

Polpette con schegge di vetro sulle Passeggiate di Via Castel Flavon. E’ caccia al balordo

Pubblicato

-

Polpette farcite con schegge di vetro sono state ritrovate sulle passeggiate di via Caste Flavon a Bolzano. A dare l’allarme nel mese di dicembre era stato un residente che aveva portato a passeggio il suo cane.

Accortosi di quello che l’animale aveva in bocca, aveva estratto con la forza il boccone e aveva immediatamente sporto denuncia alle forze dell’ordine.

I ritrovamenti si sono susseguiti anche nelle settimane seguenti e l’ultimo ritrovamento risale alla giornata di martedì.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Tutti i bocconi di carne ritrovati erano molto piccoli, in modo da essere ingoiati senza masticazione e all’interno contenevano scaglie di vetro appuntite che, una volta ingerite potevano perforare lo stomaco e l’intestino, provocando emorragie interne molto dolorose alle quali potrebbe anche seguire la morte.

I residenti della zona e la Consigliera Comunale della Lega Patrizia Brillo, che segue i ritrovamenti dallo scorso

dicembre, non ci stanno più e hanno movimentato i social e i media .

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il luogo del rinvenimento è per ora circoscritto alle Passeggiate di Via Castel Flavon, il percorso è lungo e sono stati ritrovati in posti diversi; quindi, suggerisco a tutti i proprietari di cani di prestare molta attenzione.                 

Sono a rischio anche molti animali selvatici, come volpi e cerbiatti che preferiscono vivere in prossimità di luoghi abitati, trovando condizioni migliori rispetto alla natura selvaggia, perché in città, durante i mesi invernali, è più facile reperire il cibo, vista la grande quantità di rifiuti che gli uomini producono.                                                                                                                                                

Ai ritrovamenti sono seguite le denunce presso le Forze dell’Ordine e le segnalazioni all’Ufficio Ambiente del Comune di Bolzano. E continueremo ad effettuarle e invito anche i lettori a fare lo stesso, perché solo in questo modo potremo fermare questo ignominia“.

E ancora: “Gli inquirenti sembra abbiano segnalazioni e che stiano seguendo alcune tracce, inoltre l’aumento dei controlli e i probabili appostamenti potrebbero portare al più presto ad individuare il colpevole.                

Ringrazio il Direttore del Comune Tutela dell’Ambiente Dott. Renato Spazzini per la sua disponibilità e gli agenti che compongono il nucleo operativo per l’ importante lavoro che stanno svolgendo.     

Io come Consigliera e i residenti continueremo a vigilare su ogni comportamento che costituisca violenza nei confronti degli animali, compreso il rilascio di questi bocconi”.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza