Connect with us

Bolzano

Presentato il Piano degli Alberi 2021: 13.300 esemplari il patrimonio del Comune

Pubblicato

-

Il verde urbano e in particolare gli alberi sono una delle principali leve delle città per contrastare i cambiamenti climatici, ma possono diventare anche una delle prime vittime delle mutazioni dell’ecosistema. Per questa ragione la Giardineria comunale di Bolzano da vari anni ha scelto l’impianto di specie in grado di adattarsi alle nuove condizioni Gli indicatori che aiutano a capire lo stato del patrimonio arboreo di Bolzano sono il numero di alberi pubblici (circa 13.300 esemplari), il numero di specie (320 varietà), la loro distribuzione territoriale (metà vegeta su strade e piazze, metà in parchi, giardini e scuole), il grado di accrescimento raggiunto dalle piante (oltre il 30% dei nostri alberi ha un diametro maggiore di 30 cm ed un’altezza superiore ai 10 m). La gestione delle alberature praticata a Bolzano prevede il mantenimento della forma, il prolungamento della vita di ogni singolo esemplare, il rispetto della sicurezza attraverso varie forme di controllo su più livelli.

Negli ultimi 5 anni il risultato complessivo di questo lavoro si può riassumere in un incremento medio del numero di piante di 80 unità/anno in parallelo ad una notevole varietà di specie arboree

Nel corso di una conferenza stampa nel parco di piazza Mazzini dove sono state da poco piantumate alcune nuove piante,  il Vice Sindaco di Bolzano ,Luis Walcher, Assessore competente per quanto riguarda la Giardineria comunale, ha presentato con la direttrice del servizio Ulrike Buratti e con il funzionario tecnico Marco Ferrarin, contenuto e finalità del Piano degli Alberi 2021 del Comune. E’ stata l’occasione per fornire un quadro d’insieme del verde urbano del capoluogo ed illustrare il programma di messa a dimora di giovani piante e arbusti lungo le strade e nelle piazze della città. La Giardineria comunale ha dato apposito incarico di fornitura delle piante ad una ditta specializzata del settore.

Pubblicità
Pubblicità

Sono stati così messi a dimora 85 alberi con diametro minimo 18-20 cm in sostituzione di esemplari che non vegetavano più e nuovi alberi in posizioni idonee alla crescita in quanto all’interno di zone a prato sufficientemente lontane dal traffico veicolare. La spesa è stata di 50.000 Euro.

Previsto anche un secondo giro di piantumazione in autunno. Questo l’elenco delle vie e delle  zone interessate dagli impianti nuovi o di sostituzione: Corso Italia, Piazza Mazzini, Via Tre Santi, Via Firenze, Via Valdagno, Viale Trieste, Via Roen, Parco Ducale, Via Claudia Augusta, Via Einstein, Via Lancia, Via Galvani, Via Maso della Pieve, Via San Vigilio, Viale Trento, Via Esperanto ,Via Rodi, Via Bari, Piazzetta Caduti di Nassirija. I nuovi alberi che sono stati posti a dimora appartengono alle seguenti specie: Acer platanoides, Acer platanoides “Columnare”, Acer platanoides ‘Emerald Queen’, Acer rubrum, Fraxinus excelsior, Lagerstremia indica, Liriodendron tulipifera, Prunus cerasifera ‘Pissardi’ (Mirabolano), Prunus avium, Pterocaria fraxinofolia, Quercus frainetto, Tilia tomentosa.

I tecnici della Giardineria comunale hanno anche fornito alcuni dati rispetto al rapporto piantumazioni/abbattimenti sull’intero territorio comunale. Così nel 2016 il rapporto è stato di 193 piantumazioni e 140 abbattimenti (+53 nuove piante); nel  2017 167 piantumazioni e 112 abbattimenti (+55); nel 2018 199/178 (+21); 2019 200/128 (+72); 2020 362/100 (+262); 2021 (maggio) 85/23 (+62). La Giardineria comunale gestisce, come detto,  un patrimonio arboreo di circa 13.300 alberi, per il suo mantenimento vengono spesi circa 350.000 Euro l’anno per la manutenzione ordinaria e straordinaria con incarichi a ditte specializzate e certificate.

(mp)
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Default Evergrande, cos’è e cosa si rischia a livello internazionale
    La preoccupazione per il possibile default del colosso cinese Evergrande è sempre più tangibile, visto che l’azienda non è riuscita a pagare in tempo le cedole dei suoi investitori. Perchè Evergrande è importante La crisi... The post Default Evergrande, cos’è e cosa si rischia a livello internazionale appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza