Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Raccontami una storia: letture nella lingua madre per bimbi migranti

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

La diversità linguistica e l’ascolto sono al centro della campagna di lettura “Raccontami una storia” che l’Ufficio educazione permanente ha programmato per il 23 aprile, Giornata mondiale del libro, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione #multilingual. L’Ufficio cerca giovani provenienti da famiglie con una storia di migrazione che a casa parlano una lingua diversa dal tedesco, dall’italiano o dal ladino per leggere una storia a bambini della stessa lingua madre o che sono in grado di comprenderla. I giovani, cioè, sono chiamati a leggere in video storie e fiabe nella loro lingua madre. In tal modo, diventano essi stessi attori nel loro mondo linguistico e culturale mentre i bimbi ascoltatori possono riconoscersi nella loro lingua, rafforzando anche la lingua madre come prima lingua.

Rafforzare la lingua madre o leggere ad alta voce nella lingua madre sono prerequisiti importanti per lo sviluppo del bambino e anche per l’apprendimento di altre lingue. “La campagna di lettura #multilingual non ha bisogno di professionisti della lettura, ma solo di giovani che vogliono leggere ad alta voce e coinvolgerei giovani ascoltatori con il loro entusiasmo e il suono di parole familiari”, dicono i responsabili dell’ufficio. Come ringraziamento, ogni lettore riceverà una maglietta #multilingual. L’iniziativa fa parte della campagna di sensibilizzazione #multilingual, che è supportata dalle tre ripartizioni culturali e dalle tre intendenze con l’obiettivo di valorizzare tutte le lingue madri come risorsa per il multilinguismo in Alto Adige.

Per partecipare alla campagna è necessario firmare la liberatoria per l’utilizzo di foto e video nonché l’informativa sulla privacy che si trova sul volantino, inviarlo compilato insieme ai dati richiesti nonché alla video-lettura entro il 15 maggio 2021. Il video può essere semplicemente realizzato con il  cellulare oppure può essere prodotto dalla Biblioteca provinciale Teßmann; nell’ultimo caso va chiesto un appuntamento a [email protected] entro la fine di aprile.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

jw/fgo

NEWSLETTER

Alto Adige7 giorni fa

In fuga dalla giustizia si è rifugiato in montagna, ma è stato tradito dalla propria personalità

Bolzano3 settimane fa

Tifoso bolzanino istiga dei giovani alla violenza contro dei supporters albanesi. Scatta il daspo triennale

Bolzano3 settimane fa

Scoperto magazzino di droga a Bolzano: 42enne denunciato

Bolzano3 settimane fa

Ancora problemi per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il questore chiude il bar Cristallo

Alto Adige4 settimane fa

Frana a Longiarù, Val Badia (Video) proseguono senza sosta i lavori per limitare i danni. Evacuate 56 abitazioni

Bolzano4 settimane fa

Casa e lavoro del domani: visione sinergica per progettare il futuro di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige flagellato dal maltempo, alberi abbattuti, grandine e forte vento

Italia ed estero3 settimane fa

Strage a La Mecca: almeno 800 morti tra i pellegrini durante l’Hajj: cosa è successo

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Tragedia sui binari: donna investita e uccisa da un treno a Salorno

Sport4 settimane fa

Il Bolzano Baseball Club coglie la seconda vittoria sul campo amico

Bolzano3 settimane fa

Danneggia le autovetture in sosta in zone diverse della città e minaccia gli agenti

Bolzano3 settimane fa

Magazzini pieni e poca liquidità: negozi altoatesini in difficoltà

Alto Adige3 settimane fa

ConnX: La Rivoluzione della Mobilità Urbana Presentata da Leitner

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: 43 nuovi agenti rinforzano la Polizia di Stato

Bolzano3 settimane fa

Irrompe negli uffici della provincia, minaccia gli impiegati ed aggredisce gli agenti

Archivi

Categorie

più letti