Connect with us

Bolzano

Restyling verde da quattro milioni per il Palazzo del Consiglio provinciale

Pubblicato

-

L’Agenzia appalti (ACP) della Provincia ha dichiarato la RTI composto dall’architetto Valentino Andriolo, dall’ingegner Francesco Currò Dossi e dal geometra Marco Durigan aggiudicataria della progettazione e direzione lavori per la ristrutturazione del palazzo del Consiglio provinciale in piazza Silvius Magnago 6 a Bolzano.

Nei giorni scorsi l’Agenzia appalti ha dichiarato la RTI vincitrice della gara bandita dalla Ripartizione amministrazione del patrimonio della Provincia, Ufficio manutenzione opere edili, grazie a un’offerta dell’importo di 308.610 euro.

La progettazione seguirà le linee del Programma planivolumetrico approvato nel 2015 dalla Giunta provinciale, che prevede l’adeguamento e l’ottimizzazione delle strutture edili e degli impianti termoidraulici della sede del Consiglio provinciale.

Pubblicità
Pubblicità

L’intervento consisterà nella realizzazione di un cappotto per la coibentazione termica delle tre facciate esterne, con l’installazione di finestre con vetri isolanti basso-emissivi, la sostituzione degli apparecchi dell’impianto di climatizzazione con apparecchi nuovi a minore consumo energetico, l’adeguamento dell’impianto antincendio e del parapetto del giroscala alla normativa vigente.

L’importo stimato dei lavori ammonta complessivamente a 4.430.000 euro.

La RTI avrà ora 6 mesi di tempo per redigere il progetto esecutivo, dopodiché potranno partire le gare per appaltare i lavori, che dovrebbero concludersi entro il 2022.

La manutenzione del patrimonio provinciale secondo i principi del risparmio energetico e della tutela ambientale rappresenta uno degli strumenti nelle mani dell’amministrazione pubblica per un’azione sempre meno impattante sulla natura e sempre più attenta all’eredità che lasciamo alle future generazioni” ha detto il presidente della Provincia Arno Kompatscher.

Pubblicità
Pubblicità

Bolzano

Macchina spaccata, borsa rubata e molto rammarico: l’appello su Facebook di Pamela

Pubblicato

-

Un finestrino della macchina in frantumi e una borsa, nascosta sotto il sedile dell’auto, asportata e divelta in zona industriale a Bolzano.

Denuncia e blocco delle carte sono state fatte immediatamente, ma il rammarico della signora Pamela Cristina Perez nel non potere ritrovare il portafoglio che conteneva i propri documenti è grande.

Scrive la signora Perez, con un appello accorato a chiunque possa aver avvistato l’oggetto:

Pubblicità
Pubblicità

Ieri sera (22 agosto ndr) tra le 21.30 e le 23.30 mi è stata rubata la borsa nascosta sotto al sedile anteriore della macchina, rompendo il finestrino in via Marco Polo davanti alla Fiera.

Poche cose le ho trovate gettate per tutto il tragitto tranne il portafoglio (grigio chiaro rettangolare) contenente tutti i documenti importanti.

Cerco aiuto: se magari qualcuno passando da quelle parti lo notasse me lo facesse sapere”.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Nuova fontana in piazza Walther?

Pubblicato

-

Non è una nuova fontana congegnata per rinfrescare i turisti dall’afa di un fine settimana di agosto a Bolzano ma un “piccolo” errore di scavo dovuto ai lavori del super cantiere per il restyling della città.

Durante l’esecuzione dei lavori infatti, la rottura di una tubatura ha scatenato uno splendido effetto “Niagara”.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Bolzano

Persona in acqua nel fiume Isarco, in azione vigili del fuoco e Pelikan ma era un falso allarme

Pubblicato

-

Una squadra di vigili del fuoco di Bolzano era in azione da meno di un’ora a Bolzano per la ricerca di una persona che sembrava essere finita nelle acque del fiume Isarco.

L’attività era partita da ponte Loreto e sul posto si era portato anche l’elicottero di soccorso Pelikan per il monitoraggio della zona.

Fortunatamente la segnalazione si è rivelata poco attendibile e quindi si è trattato di un falso allarme.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza