Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Ridurre le tariffe degli asili nido, Oliveri: “Una petizione per chiedere l’intervento del Comune”

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

Ridurre le tariffe degli asili nido: un problema, quello della sostenibilità delle spese mensili per le famiglie, per il quale Rosanna Oliveri, rappresentante bolzanina di L’Alto Adige nel cuore, ha lanciato una petizione tramite la piattaforma Change.org.

Si parte dalla considerazione che una famiglia media in Trentino-Alto Adige, con un bimbo al nido, spende al mese 472 euro nell’anno in corso 2019/2020. Si tratta della regione più cara di Italia, la media nazionale è di 303 euro.

Questi i dati dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, realizzato nell’ambito del progetto «Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino», finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dall’anno prossimo non si potrà più iscrivere i bambini che compiono tre anni entro il 28 febbraio dell’anno successivo alla scuola dell’infanzia. Questi bimbi dovranno ancora accedere al nido.

Tra le maggiori problematiche è necessario considerare che le esigenze lavoro-famiglia ricadono quasi sempre sulla figura materna e di conseguenza l’impossibilità di accesso per motivi sostanzialmente di carattere economico al nido costituisce per la donna un ostacolo verso le opportunità lavorative e di carriera professionale.

Inoltre, l’asilo nido ha una valenza importante per lo sviluppo dei bambini e non solo come una seconda opzione a supporto dei genitori che lavorano e non possono lasciare i piccoli ai nonni.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Secondo alcune ricerche, è stato dimostrato che i piccoli che frequentano i nidi hanno maggiori possibilità di affermarsi nella vita dal punto di vista dell’apprendimento culturale, scolastico e del successo individuale.

Chiediamo al Comune di Bolzano che queste tariffe vengano riviste ed equiparate alle tariffe determinate per la scuola dell’infanzia“, ha sottolineato Oliveri.

Qui il link per firmare la petizione: http://chng.it/LXF6bvnD

 

Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Vita & Famiglia4 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano4 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Italia ed estero4 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Alto Adige4 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano4 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives4 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Bolzano1 settimana fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Bolzano4 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Bolzano4 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Bolzano4 settimane fa

Buoni pasto COVID-19 indebitamente percepiti: i Carabinieri sanzionano più di 300 persone

Alto Adige4 settimane fa

Comunità energetiche, forma innovativa di cooperazione

Alto Adige4 settimane fa

Violento nubifragio sull’Altipiano dello Sciliar, numerosi gli interventi dei Vigili del Fuoco – IL VIDEO

Scienza e Cultura4 settimane fa

Nuove condizioni climatiche, una sfida per l’agricoltura montana: Centro Laimburg testa le varietà di silomais

Arte e Cultura4 settimane fa

Entra nel vivo la seconda settimana del Festival Identity in motion a Laives

Archivi

Categorie

di tendenza