Connect with us

Politica

Salvini in Senato: “Governo del gioco di palazzo, ma siete minoranza nel Paese”

Pubblicato

-

Non la invidio presidente Conte-Monti – ha detto Matteo Salvini parlando a nome della Lega – . Si vede uno quando ha il discorso che gli viene da dentro e quando uno invece deve leggere un compitino scritto a casa a cui non crede neanche lui. Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, di Monti e di Renzi“.

Questo l’esordio dell’ormai ex ministro dell’Interno oggi (10 settembre) nel corso del suo durissimo intervento nel dibattito generale sulla fiducia in Senato al nuovo esecutivo Conte.

Non vogliamo poltrone figlie di slealtà, di tradimento e di interesse personale – ha ribadito Salvini – . Giuseppe Conte è semplicemente imbarazzante. Gli lascio la sua e mi tengo il mio onore e l’affetto di milioni di italiani. Torno dai miei figli con una poltrona in meno ma tanta dignità in più. Siamo gli unici anti democratici che hanno messo sette ministeri sul tavolo per far votare il popolo italiano, sottovalutando la fame di potere“.

Pubblicità
Pubblicità

E ancora: “Abbiamo scoperto la sua allergia e quella della sinistra al popolo e alla piazza, quasi che ormai sia un delitto. Ieri c’era in piazza gente a volto scoperto, a mani nude e sorridente, senza petardi e manganelli. Ieri poliziotti e carabinieri erano sorridenti in casa loro. Abituatevi a tante piazze come questa.

Siete minoranza nel Paese. Grazie a un gioco di palazzo magari siete maggioranza, ma rimanete minoranza anche all’interno dei vostri partiti. Qua l’unica paura che ormai è chiara a tutti a prescindere dalle idee politiche, è la paura di tornare al voto e di essere lasciati a casa dagli italiani“.

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza