Connect with us

Merano

Siglato accordo per interramento linea alta tensione nel Meranese

Pubblicato

-

Il 29 giugno, a Tel, firmata convenzione Provincia-Comuni di Lagundo, Marlengo, Merano, Caines, Rifiano e Tirolo e Alperia Greenpower per finanziare interramento linea alta tensione nel Meranese.

L’intera conca del Meranese sarà liberata da una linea ad alta tensione 132 kV e un tratto di circa 10,4 chilometri di linea ad alta tensione sarà interrato nel nuovo traforo di Monte S.Benedetto a Merano. Inoltre, come richiesto dal Comune di Marlengo, grazie allo smantellamento dei tralicci si libererà una nuova area da destinare a nuovo insediamento.

Gli interventi sono possibili in seguito alla sottoscrizione dell’apposita convenzione fra enti per il finanziamento delle opere, avvenuta oggi (29 giugno) presso la centrale idroelettrica di Tel/Lagundo.

Pubblicità
Pubblicità

Hanno apposto la loro sigla il presidente della Provincia Arno Kompatscher e il vicepresidente e assessore provinciale all’energia e ambiente Giuliano Vettorato, per la Provincia, i sindaci per i Comuni di Lagundo, Marlengo, Merano, Caines, Tirolo e Rifiano, e Mario Trogni amministratore delegato della società Alperia Greenpower spa.

Maggiore qualità di vita e sostenibilità – La sigla è stata preceduta dalla presentazione di questa operazione dai risvolti rilevanti.

L’attuazione del progetto ha un impatto positivo sulla qualità della vita e del paesaggio e della sostenibilità ambientale in una zona ad alta densità turistica.

Inoltre, viene liberata un’area a Marlengo da destinare a nuova zona per insediamenti.

“Grazie all’ottima collaborazione tra Provincia, Comuni e Alperia Greenpower siamo in grado di smantellare i tralicci. Il nullaosta ai lavori stradali per la circonvallazione nel tratto di monte San Benedetto consente il contestuale avvio degli interventi tanto attesi, che andranno ad alleggerire le persone e l’ambiente”, fa presente il presidente  Arno Kompatscher.

“È una giornata storica”, ha sottolineato l’assessore Giuliano Vettorato ringraziando tutti gli enti coinvolti “per la bella collaborazione e per gli esiti del progetto che ha ricadute molto positive sul paesaggio e l’ambiente e su tutta la comunità”.

Parlando a nome di tutti i Comuni interessati dal progetto, il sindaco di Lagundo Ulrich Gamper ha affermato: “Dopo aver investito tanto tempo siamo contenti dei frutti. È un progetto che interessa tutta la popolazione della zona ed è condiviso da tutti i cittadini, che lo sostengono”.

“Realizzare progetti così sentiti dalla popolazione, che hanno un forte impatto simbolico, dà un senso alla missione della nostra azienda di gestire un patrimonio pubblico con ritorno sul territorio”, ha fatto presente Mario Trogni, ad di Alperia Greenpower Spa.

Via 50 tralicci e 10,4 km di linee aeree –

“Aver riconosciuto le opportunità che si prospettavano ha fatto aprire sinergie e prodotto un progetto che garantisce vantaggi a tutto il territorio”, ha affermato, Flavio Ruffini, direttore dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, che ha illustrato i dettagli progettuali degli interventi, la cui idea era sorta già nel 2005.

Il progetto interessa la linea aerea ad alta tensione dal traliccio 154 della linea San Leonardo-Marlengo, nel comune di Rifiano, al traliccio 231 della linea Marlengo-Mezzocorona, nel comune di Marlengo, che attraversa il territorio dei comuni di Lagundo, Caines, Marlengo, Merano, Rifiano e Tirolo; in particolare gli interventi si riferiscono al tratto dall’intersezione della strada statale delle Palade a Marlengo, ai piedi del monte Tramontana, fino a Rifiano, un po’ a nord dell’incrocio con Caines. La linea prosegue quindi verso passo Giovo in direzione della val di Vizze.

Un tratto della linea aerea sarà interrato nel sottopasso da Merano in direzione della Val Passiria, nel nuovo traforo di Monte S.Benedetto.

Le demolizioni interessano in totale 50 tralicci esistenti e 10,4 chilometri di linee aeree. Ad esempio, nel comune di Marlengo saranno eliminati 3,3 chilometri di linee aeree e 16 sostegni, andando a liberare una superficie da destinare a zona per nuovi insediamenti.

Nel comune di Lagundo verranno meno tratti aerei per 3,1 chilometri e 16 sostegni. Nel comune di Tirolo saranno smantellate linee aeree per 2,2 chilometri e 11 sostegni, in quello di Merano saranno eliminati 3 sostegni e poco meno di un chilometro di tratto aereo.

La nuove costruzioni prevedono 3 nuovi sostegni, tratti aerei per 560 metri e tratti in cavo per 8,6 chilometri. Nell’area interessata dagli interventi, nei comuni di Lagundo, Tirolo, Merano e Caines vi saranno solo tratti in cavo.

Investimento di oltre 13 milioni di euro

Il finanziamento delle opere di smantellamento ed interramento delle linee aeree ad alta tensione nella conca del Meranese avviene con risorse locali e provinciali perché d’interesse territoriale e con ricadute prevalentemente a livello locale.

Per tale ragione non è stato incluso nel programma strategico statale di ammodernamento della rete energetica di importanza nazionale e quindi non viene finanziato con fondi statali da Terna Spa.

L’investimento complessivo per l’opera è di circa 13,2 milioni di euro, 12,3 milioni per la nuova linea e circa 950.000 euro per interventi accessori e quelli di incanalamento nella galleria della variante all’altezza della rotatoria e dell’accesso nei pressi della zona artigianale monte S. Zeno, a carico dell’Ufficio servizio strade ovest della Provincia.

Con la convenzione firmata oggi si stabilisce, che il finanziamento di tale progetto verrà garantito con una parte dei fondi ambientali spettanti ai Comuni di Lagundo (26,3%), Marlengo (31,4%) e Merano (1,2%) provenienti dall’esercizio della centrale di Marlengo e spettanti alla Provincia (41,1%), per l’esercizio della centrale di Tel.

La società Alperia Greenpower Spa cofinanzia l’opera rinunciando alla parte di fondi ambientali che le spetterebbero in proporzione. La società provvederà ad assegnare l’incarico per gli interventi da realizzare, fungendo da contraente nei confronti di Terna Spa. Sarà in tal modo possibile garantirsi un risparmio di circa il 20% in riferimento all’IVA.

I Comuni si impegnano, inoltre, a coprire le spese per lo smantellamento delle vecchie linee nel terriotorio di rispettiva competenza e per le nuve servitù di passaggio.

Marlengo: viene smantellato ulteriore tratto di 2,5 km

Un ulteriore tratto di linea aerea ad alta tensione che scorre sopra l’abitato di Marlengo sul Monte Tramontana per una lunghezza complessiva di 2,5 chilometri è in fase di interramento.

Collega la centrale di Marlengo con Mezzocorona, dal sostegno 219 al 226. Il Comune di Marlengo finanzia l’intervento in proprio con un investimento di circa 3,5 milioni di euro, anche provenienti dai fondi ambientali.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]

Categorie

di tendenza