Connect with us

Sport

Spidermen a Bressanone all’europeo di Boulder: annunciati dalla Fasi i giovani azzurri

Pubblicato

-

Dopo i Mondiali Giovanili di Arco, un altro prestigioso evento legato all’arrampicata sportiva avrà luogo in Italia, più precisamente a Bressanone, dove dal 19 al 22 settembre si terrà il Campionato Europeo Giovanile dedicato alla specialità boulder, tutto da gustare.

La nazionale azzurra è reduce dalla defezione ad Arco di Filip Schenk, a causa di una lesione ad un dito, e il promettente altoatesino verrà cautelativamente tenuto a riposo anche in Alto Adige. Tuttavia i Mondiali hanno evidenziato un bacino importante sul quale lavorare, schierato al gran completo a Bressanone.

Il referente del settore giovanile agonistico Davide Manzoni, coadiuvato dai tecnici Riccardo Tabarin e Jean Pierre Bovo, ha così convocato Federica Papetti (Rock Brescia), la poliedrica Alessia Mabboni (Arco Climbing), Beatrice Colli (Ragni di Lecco) e Irina Daziano (Inout Chiusa di Pesio).

Pubblicità
Pubblicità

Un compito non facile quello delle ragazze della sezione Youth B femminile, visto che avranno a che fare con la stellina francese con l’Italia nel cuore Oriane Bertone, la quale ha conquistato ben due medaglie d’oro ai Mondiali di Arco.

Tra i maschi Youth B vi saranno invece Alessandro Mele (B-Side Torino), Anselmo Bazzani (Parma Climbing), Agostino Bearzi (Vertikarcare) e Luca Boldrini (Arrampicata Ferrara), attesi al salto di qualità.

Dai giovanissimi under 16 agli under 18 di Miriam Fogu (Arrampicata Libera), Federica Mabboni (Arco Climbing), Adelaide D’Addario (Lupi Climbing Team), Caterina Dal Zotto (Gioco Verticale), Giorgio Tomatis (Centro Sportivo Esercito), Johannes Egger (AVS Brunico), Davide Colombo (Climbers Truggio), Emanuele Quaglia (Sisport SSD). Gli junior (under 20) sono i più vicini a compiere il grande salto, e si presenteranno in grande spolvero con Camilla Moroni (Kadoinkatena), una delle più positive al mondiale arcense, Petra Campana (Gruppo Koren), Sara Morandini (Rock Brescia), Elisa Lauretano (Vertikarcare), Matteo Manzoni (Gruppo Koren), Matteo Baschieri (Sport Promotion), la stellina David Piccolruaz (AVS Sektion Meran) e Pietro Biagini (Kadoinkatena).

Sono attesi più di 300 atleti da tutta Europa.

L’evento verrà gestito da Alpenverein Südtirol – Sezione di Bressanone (AVS) e da Vertikale, il centro d’arrampicata di Bressanone, garantendo uno spettacolo emozionante ad ingresso libero.

Sport

Berretti, sconfitta in casa contro l’Albinoleffe. Un pareggio e una sconfitta per U17 e U15

Pubblicato

-

Nel weekend, sabato 18 e domenica 19 gennaio le formazioni Berretti, Allievi Under 17 e Giovanissimi Under 15 nazionali dell’FC Südtirol sono scese in campo per i rispettivi impegni.

La massima formazione giovanile ha ospitato l’Albinoleffe, subendo una sconfitta, pur disputando una buona gara, mentre le altre due compagini nazionali sono state impegnate sul campo del Carpi. In terra emiliana. Gli Allievi hanno pareggiato per 2-2, mentre i Giovanissimi hanno perso per 3-1. 

BERRETTI

Pubblicità
Pubblicità

Il campionato si è rimesso in moto, dopo poco più di un mese di sosta, con la 12esima giornata. I biancorossi di Giampaolo Morabito hanno affrontato in casa l’Albinoleffe, perdendo 0-2. La sfida, sul campo dell’FCS Center, è stata equilibrata e decisa da episodi a favore dei bergamaschi, tra i primi del girone e mediamente di un anno più “anziani” dei biancorossi.

Ospiti in vantaggio al 10’ con Fondi. Il raddoppio al 67’, quando il direttore di gara ha punito un intervento sulla palla di un biancorosso con il calcio di rigore che Berbenni ha trasformato, chiudendo di fatto una gara caratterizzata anche da un episodio da chiarire, ovvero le sostituzioni ospiti, avvenute in quattro soste.

FC SÜDTIROL – ALBINOLEFFE 0-2 (0-1)

FC SÜDTIROL: Grbic, Ronci (46’ Gambato), Colucci, Gabrieli, Sade, Jamai (78’ Simonetta), Calabrese, Truzzi (63’ Ghiotti), Bertuolo, Grezzani, Giocondo. (Pircher, Brunialti, Cernetti, Catino, Saad, Adi). All. Giampaolo Morabito.

ALBINOLEFFE: Carlini, Maffi (66’ Micheli), Bonazzi, Rodolfi, Bertocchi, Ghezzi, Regantini (80’ Cattaneo), Piccoli, Fondi (56’ Njie), Poma (63’ Baggetta), Berbenni. (Paganessi, Viganò, Giunta, Zoma, Muzio, Toure). All. Biava

ARBITRO: Tonini di Bolzano (Picca di Merano e Macri di Bolzano)

GOL: 10’ Fondi (A); 67’ rig. Berbenni (A).

UNDER 17 

L’under 17 di mister Paolo Goisis, dopo 3 vittorie consecutive, pareggia per 2-2 in casa del Carpi. Apre le marcature Forchigioni, pareggia a dieci dalla fine del fine primo tempo Sartori. Nella ripresa passano avanti i biancorossi con Margoni ma il Carpi pareggia con Sassi per il definitivo 2-2. 

CARPI – FC SÜDTIROL 2-2 (1-1)

CARPI: Ferretti, Malavasi, Mazzali, Deratti, Castorri, Dall’Asta, De Siati (90’ Rrushi), Macario, Mengoli (46’Albertini), Forchigione (90’ Libonati), Sassi (75’ Arcopinto). (De Prisco, Vitiello, Grassi, Grazia)

All. Alessandro Bertoni

FC SÜDTIROL: Pircher, Bacher, Sinn (84’ Bazzanella), Heinz, Sonnenburger, Bussi, Sartori, Cominelli (63’ Salaris), Violino (63’ Lohoff), Margoni (75’ Vasilico), Vinciguerra. (Marano, Hannachi)

All. Paolo Goisis

ARBITRO: Mozzillo Pasquale di Reggio Emilia 

GOL: 14’ Forchigioni (CAR), 35’ Sartori (FCS), 55’ Margoni (FCS), 59’ Sassi (CAR)

UNDER 15 

La squadra di mister Davide Reffatto perde per 3-1 in casa del Carpi. I padroni di casa passano in vantaggio con Parraccino, i biancorossi pareggiano su rigore con Rottensteiner ma gli emiliani tornano avanti, sempre dagli 11 metri, con Caligiuri a due minuti dalla fine del primo tempo. Nel finale di match il neo entrato Sollini sigla il definitivo 3-1.  

CARPI – FC SÜDTIROL 3-1 (2-1)

CARPI: Castellani, Amedei (64’ Caruso), Corradini, Carnevali, Jaouadi, Valentini, Sternieri (64’ Colistra), Caputo (64’ Bellinati), Parracino (49’Frazzoni), Caligiuri (70’ Marinelli), Ferrari (49’ Sollini) (Mantovan, Diazzi, Borsari)

All. Gian Loris Rossi

FC SÜDTIROL: Harrasser, Jakomet (66’ Theiner), Tschigg (49’ Giacomin Slemmer), Buccella, Rottensteiner, Prosch (49’Obexer), Loncini, Bruni (58’ Arman), Messner (58’ Reale), Uez (66’ Deporta), Straudi (36’ Guarnaccia) (Dregan, Villgrater)

All. Paolo Goisis

ARBITRO: Albrizio Amedeo di Bologna

GOL: 13’ Parracino (CAR), 30’ Rottensteiner (FCS), 33’ Caligiuri (CAR), 73’ Sollini (CAR)

Continua a leggere

Sport

Biathlon, Wierer torna sul podio: “La mia? Una passione tutta italiana”

Pubblicato

-

Dorothea Wierer riesce a conquistare il terzo posto per la 7.5 Km sprint della Coppa del Mondo di Biathlon di Ruhpolding, in Germania.

L’atleta altoatesina è riuscita a non commettere alcun errore al poligono, e come lei stessa ha ammesso “… è stato importante, sapevo che per fare il podio non avrei dovuto sbagliare“.

Vittoriosa della gara è stata invece  la 29enne norvegese Tiril Eckhoff, che è riuscita a concludere la gara quasi perfetta. Seconda invece la svedese Hanna Oeberg, arrivata con un distacco di 29”7. Wierer invece ha raggiunto il traguardo con un distacco di 36”8.

Pubblicità
Pubblicità

In questo momento Eckhoff è l’avversaria più pericolosa, ha commentato “però la storia del biathlon insegna che chi rincorre ha spesso la possibilità di recuperare. Adesso c’è il bisogno che si rimanga tutti concentrati, la norvegese è fortissima e si merita tutti i risultati che sta ottenendo”.

La mia gara sta andando bene, anche perché ho in questo periodo mi sta tornando un po’ di mal di schiena, ci sto lavorando con degli esercizi specifici”.

Insomma, l’atleta altoatesina riesce a riconquistare il podio a quasi un mese di distanza dal suo secondo posto ad Annecy del 22 dicembre.

Wierer ha sempre sottolineato il suo forte legame con l’Italia, recentemente in una intervista aveva detto:“La erre moscia è l’unica cosa forse non italiana. La mia passione è tutta italiana, sin dal cuore tricolore che ho messo sul fucile. Non vorrei essere mai rigida come una tedesca. Molti pensano che noi altoatesini non ci sentiamo italiani. Macché. E poi io adesso vivo a Predazzo, mi sono trasferita nel paese di mio marito.”

Continua a leggere

Sport

Südtirol, poker al Druso nella prima del nuovo anno

Pubblicato

-

L’FC Südtirol inizia il nuovo anno in casa conquistando i tre punti. Nella terza giornata del girone di ritorno del campionato di serie C girone B (22esimo turno) e nella prima gara interna del 2020, i biancorossi di Stefano Vecchi ospitano il Rimini, nel primo di due incontri casalinghi consecutivi ravvicinati e si impongono con un perentorio 4-1.

Dopo 7’ la prima rete: Tait avanza per vie centrali e, poco prima del limite dell’area ospite, imbecca sulla destra Mazzocchi, pronto a calibrare un perfetto rasoterra che si insacca sul palo più lontano per il vantaggio dei padroni di casa. Uno-due dei biancorossi di casa.

Al 10’ cross dalla sinistra di Fabbri, la palla, deviata, arriva sul destro di Simone Mazzocchi che insacca da un paio di metri e firma il decimo centro personale. Al 25’ accorciano i romagnoli: batti e ribatti in area Südtirol, la palla arriva sui piedi di Letizia in diagonale da distanza ravvicinata fa partire una conclusione dal basso in alto che finisce in rete.

Pubblicità
Pubblicità

Il tris dopo 18” dall’inizio della ripresa: è Marco Beccaro a raccogliere il cross di Tait e ad infilare di piatto alle spalle di Sala. Prima rete in biancorosso per il neo acquisto, in campo per la prima volta dall’inizio. Poker al 27’: Silvestro atterra in area Daniele Casiraghi: calcio di rigore. Dal dischetto batte lo stesso Casiraghi, destro potente e centrale, portiere spiazzato: 4-1.

Mercoledì 22 gennaio, al “Druso”, è in programma il recupero della prima giornata di ritorno (20esima) con la Vis Pesaro (calcio d’inizio alle ore 16.00).

MATCH PREVIEW

Ancora indisponibili in casa biancorossa capitan Fink e Crocchianti, entrambi vicino ormai al completo recupero. All’ultimo momento l’indisponibilità di Romero, che non va in panchina in quanto indisposto. Nel Rimini turno di squalifica per il neo acquisto Remedi.

Mister Vecchi presenta il 4-3-1-2 con tra i pali Taliento; in difesa Fabbri, Polak,Vinetot, Ierardi; Tait, Beccaro, Gatto, con Casiraghi dietro le punti Mazzocchi e  Petrella.

Giovanni Colella presenta il Rimini con il suo 3-4-2-1: Sala; Ambrosini, De Vito, Paramatti; Silvestro, Montanari, Agnello, Finizio; Letizia, Palma; Mendicino.

FC SÜDTIROL – RIMINI 4-1 (2-1)

FC SÜDTIROL (4-3-1-2): Taliento; Fabbri, Polak,Vinetot, Ierardi; Tait, Beccaro (32’ st Berardocco), Gatto (39’ st Gigli); Casiraghi (39’ st Trovade); Mazzocchi (39’ st Toci), Petrella (20’ st Rover).
A disposizione: Cucchietti, Grbic, Gabrieli, Turchetta, Davi, Alari.
Allenatore: Stefano Vecchi

RIMINI (3-4-2-1): Sala; Ambrosini (16’ st Ventola), De Vito, Paramatti; Silvestro, Montanari, Agnello (40’ pt Cigliano), Finizio (6’ st Messina); Letizia (6’ st Gerardi), Palma; Mendicino (16’ st Arlotti).
A disposizione: Santopadre, Picascia, Mancini, Pari, Lionetti.
Allenatore: Giovanni Colella

ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno (Gabriele Bertelli di Busto Arsizio e Mattia Segat di Pordenone)

RETI: 7’pt 1:0 Mazzocchi (FCS), 10’ pt 2:0 Mazzocchi (FCS); 25’ pt 2:1 Letizia (R): 1’ st Beccaro (FCS), 27’ st rig. Casiraghi (FCS).

NOTE: cielo sereno, pomeriggio freddo, campo in discrete condizioni.
Ammoniti: 37’ pt Tait (FCS), 38’ pt Agnello (R), 43’ pt Ambrosini (R), 44’ pt Gatto (FCS); 9’ st Messina (R), 26’ Silvestro (R), 29’ Paramatti (R).
Angoli: 4-1 (2-0). Recupero: 1’ + 3’

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza