Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Stop di Bolzano a tasse comunali. Arenare (Sinlai) e Olivotto (FN):”Servono condono tombale e sgravi fiscali”

Pubblicato

-

In Alto Adige il termine per le imposte comunali è stato spostato al 15 dicembre 2020. Lo ha dichiarato il governatore Arno Kompatscher, che dopo aver consultato i sindaci ha firmato la relativa ordinanza.

Anche le tariffe per i rifiuti, per acqua e fognature saranno sospese, per ora, fino al 30 giugno.

Ma in serata arriva il disappunto del Segretario Nazionale del Sindacato Sinlai, Valerio Arenare, e del coordinatore regionale del movimento politico Forza Nuova, Michele Olivotto, che hanno definito insufficiente l’ordinanza.

Non riteniamo che l’ordinanza sia bastevole per fronteggiare l’imminente crisi economica dovuta all’emergenza Coronavirus – sottolineano – . Non bisogna sospendere le tasse, se poi tra alcuni mesi le aziende si troveranno a dover pagare i tributi nel periodo in cui, a causa della quarantena, non hanno fatturato o hanno avuto un fatturato minore.

Bisogna fare uno sforzo maggiore e prevedere il condono tombale per le aziende che hanno chiuso e uno sgravio parziale ma significativo per quelle che sono rimaste aperte ma hanno subito danni economici evidenti.

Inoltre, come abbiamo già chiesto precedentemente ai Sindaci italiani, occorre bloccare i tributi almeno fino a settembre sia per le aziende che per le famiglie, la crisi economica che stiamo per affrontare non si concluderà in pochi mesi, ci ritroveremo a breve con aziende in fallimento e famiglie alla fame se non si attuano interventi forti e coraggiosi. Gli Italiani non hanno bisogno di palliative, ma di concretezza. Rimandare il problema non lo risolve”, concludono.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza