Connect with us

Politica

Vettori, Carbajal, Yang, Laratta: le proposte per l’accoglienza e l’integrazione a Bolzano

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Anche a Bolzano, che da sempre vive di culture diverse, sentiamo il pericolo di una cultura di odio e diffidenza verso le persone di origine straniera, non solo dei rifugiati e richiedenti asilo, ma anche di chi da anni vive sul nostro territorio.

Tutte le persone che arrivano qui lo fanno per trovare le opportunità per una vita migliore. Lo dimostrano i nostri candidati e candidate di origine straniera, che con il loro lavoro e il loro impegno politico contribuiscono ad arricchire la nostra città e il nostro orizzonte culturale.

In un mondo dove anche i virus sono globali e le persone scappano da guerre, povertà e dagli effetti dei cambiamenti climatici, dobbiamo essere all’altezza dei valori europei in cui ci riconosciamo“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Così i candidati per il Partito Democratico alle comunali di Bolzano Emilio Vettori, Paola Carbajal, Hongling Yang, Diego Laratta che sottolineano:

Come città dobbiamo impegnarci per essere sempre di più un modello di accoglienza, integrazione e rispetto della diversità. Per farlo dobbiamo riconoscere pregi e limiti del sistema di accoglienza e integrazione per come ha funzionato fino ad oggi sul nostro territorio, per migliorarlo.

Vogliamo arrivare ad un sistema integrato dell’accoglienza e passare ad un modello di accoglienza diffusa. Dobbiamo inoltre impegnarci per dare a queste persone i mezzi per potersi integrare nella nostra società, investendo nella formazione linguistica e professionale, e togliendo gli ostacoli che rendono difficile, a volte impossibile, il processo di integrazione“.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

8 proposte

  1. Consolidiamolaretecomunaledell’accoglienza
  2. Passiamo dall’accoglienza in grandi centri all’accoglienza diffusa
  3. Favoriamo i ricongiungimenti famigliari e sosteniamo le donne con figli
  4. Garantiamo adeguata assistenza psicologica a chi ne ha bisogno
  5. Attiviamo nuovi progetti SPRAR/SIPROIMI
  6. Diamo a queste persone la possibilità di registrarsi all’anagrafe
  7. Investiamo nell’insegnamento della lingua e nell’inserimento lavorativo
  8. Istituiamo un ufficio comunale e potenziamo i servizi di mediazione della

    Consulta

  1. Consolidiamolaretecomunaledell’accoglienza

    La gestione e l’accompagnamento dei rifugiati e dei richiedenti asilo sul nostro territorio non può prescindere dal lavoro di enti ed associazioni. Consolidiamo la rete esistente attraverso politiche e iniziative condivise con le associazioni e gli operatori del settore.

  2. Passiamo dall’accoglienza in grandi centri all’accoglienza diffusa

    Riconosciamo che l’emergenza COVID ha contribuito a rendere più difficile la vita nei centri di accoglienza. Per questo sono necessarie soluzioni di accoglienza diffusa. Questi progetti dovranno coinvolgere non solo minori stranieri non accompagnati, ma anche adulti, famiglie e soggetti vulnerabili.

  3. Favoriamo i ricongiungimenti famigliari e sosteniamo le donne con figli

    I rifugiati e richiedenti asilo presenti sul territorio formano delle famiglie che spesso sono costrette ad essere divise ma sono anche molte le donne con sole con figli molto piccoli. Dobbiamo promuovere i ricongiungimenti famigliari e aiutare le donne con servizi di assistenza dedicati, come doposcuola, assistenza ai bambini e corsi di lingua, per evitare che la cura dei bambini diventi un ostacolo ulteriore nel percorso di integrazione.

  1. Garantiamo adeguata assistenza psicologica a chi ne ha bisogno

    Molte persone con background migratorio hanno sulle spalle esperienze dolorose e traumi che non sempre sono sopportabili. Per questo vogliamo promuovere l’accesso ai servizi di psicologia territoriale per garantire a queste persone un supporto psicologico adeguato.

  2. Attiviamo nuovi progetti SPRAR/SIPROIMI

    La responsabilità è in capo alla provincia, ma il Comune può fare di più. Attiviamo nuovi progetti SPRAR/SIPROIMI. L’adesione allo SPRAR consente al Comune di ricorrere a finanziamenti statali e non comunali. In questo modo il Comune può avere un ruolo attivo nel percorso di accoglienza e nell’integrazione.

  3. Diamo a queste persone la possibilità di registrarsi all’anagrafe

    Consentiamo a rifugiati e richiedenti asilo di registrarsi all’anagrafe comunale per consentire loro di accedere a servizi sul territorio, sia pubblici che privati, necessari ad esempio per l’apertura di un conto corrente, cercare lavoro presso agenzie interinali, accedere ai servizi sanitari, come la possibilità di rivolgersi ad agenzie immobiliari, etc.

  4. Investiamo nell’insegnamento della lingua e nell’inserimento lavorativo

    L’apprendimento della lingua è fondamentale per consentire a rifugiati e richiedenti asilo di interagire autonomamente con la nostra società e trovare in modo autonomo un percorso di integrazione. Investiamo per potenziare e integrare i percorsi di apprendimento linguistico svolti dalle associazioni. Offriamo a rifugiati e richiedenti asilo la possibilità di seguire corsi professionalizzanti, anche in questo caso per permettere un inserimento autonomo nel mercato del lavoro, non solo locale, ma a livello europeo.

  5. Istituiamo un ufficio comunale e potenziamo i servizi di mediazione della ConsultaPer coordinare al meglio le iniziative con le associazioni, gli operatori, ma anche Ipes e sindacati proponiamo che venga istituito un ufficio comunalecompetente, con un referente per l’immigrazione integrato nell’assessorato alle politiche sociali. Vogliamo un ruolo maggiore di mediazione per la Consulta comunale delle cittadine e dei cittadini extracomunitari ed apolidi residenti a Bolzano.

NEWSLETTER

Economia e Finanza2 ore fa

“Ue decisiva per il futuro dell’economia e dell’industria in Italia e in Trentino Alto Adige”

Politica3 ore fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Bolzano4 ore fa

Scoperto sull’autobus con 2.2 Kg di hashish. Arrestato corriere da due finanzieri in borghese

Oltradige e Bassa Atesina7 ore fa

Momenti di paura per una famiglia al Rione Goller, Bronzolo. Vicino di casa denunciato dai Carabinieri

Alto Adige9 ore fa

Tutela dei minori: gli studenti della Gregoriana si informano in diocesi

Alto Adige10 ore fa

Nuovi defibrillatori portatili per la Polizia Stradale grazie alla Croce Bianca

Bolzano10 ore fa

Fuggono da familiari violenti e si rifugiano in questura. Salvate tre donne

Bolzano22 ore fa

La Polizia Stradale in piazza a Bolzano per “Bicimparo”

Scienza e Cultura1 giorno fa

Idrogeno, ecco la centralina hi-tech «made in Bolzano» per la nautica. Nel 2025 la prima imbarcazione in darsena

Alto Adige1 giorno fa

Gruppo di acquisto energia: i prezzi concorrenziali dell’energia elettrica sono un elemento centrale per la competitività

Alto Adige1 giorno fa

A Corvara è stato inaugurato il garage interrato costruito in cooperativa

Turismo1 giorno fa

Guardia medica per turisti in Val Gardena e Castelrotto-Fiè

Bolzano1 giorno fa

Bolzano Leakage Management Project: un passo avanti decisivo per la gestione idrica sostenibile in città

Val Venosta1 giorno fa

Tragedia in Val Venosta: un contadino perde la vita schiacciato da un rimorchio

Bolzano1 giorno fa

Rapina in negozio e aggressione: espulso straniero irregolare

Oltradige e Bassa Atesina1 settimana fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport1 settimana fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi1 settimana fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi1 settimana fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Bolzano4 settimane fa

Due nuove sentenze (ora sette in totale) contro Volksbank: “vendita ingannevole di azioni”

Val Pusteria4 settimane fa

Brunico, arrestato un 20enne per detenzione e spaccio di stupefacenti. Sequestrati 200 grammi di droga per 344 dosi di cocaina e 1363 dosi di hashish

Val Pusteria4 settimane fa

Carabinieri di Dobbiaco nelle scuole della Val Pusteria per la cultura della legalità

Alto Adige3 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Bolzano4 settimane fa

Al via la seconda class action contro Volksbank. Oltre 26.000 azionisti hanno partecipato all’aumento di capitale del 2015-2016 per oltre 95 milioni di euro

Trentino1 settimana fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Bressanone4 settimane fa

Eventi criminali alle tabaccherie, rimangono indispensabili prevenzione e collaborazione. I Carabinieri all’assemblea annuale della FIT

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Oltradige e Bassa Atesina4 settimane fa

Due giovani fermati in scooter, ubriachi e senza casco, insultano i carabinieri

Merano4 settimane fa

Lite violenta a Merano, due trentenni si accoltellano in strada

meteo3 settimane fa

Maltempo sull’Italia, nuova ondata di freddo e neve a quote basse in provincia

Archivi

Categorie

più letti