Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Hi Tech e Ricerca

Workshop, conferenze, performance e proiezioni: ultimo weekend per il Festival Analogica Online

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Analogica 10: festival interamente dedicato all’analogico, unico nel suo genere a livello nazionale, è ormai giunto alla sua decima edizione. Vista la situazione il programma si amplia su tutto il mese di dicembre e si trasferisce online. Ultimo weekend 18-20 dicembre dedicato a Super8, archivi di famiglia e la performance di Stefano Bernardi

Si tratta di un’occasione per avvicinarsi alla tecnologia analogica, scoprire nuove (vecchie) forme di sperimentazione e riutilizzare materiali non controllabili, che resistono all’avvento standardizzato del digitale. Vuole anche essere un punto di incontro e di amplificazione per tutto ciò che c’è ancora di analogico nell’aria, che siano festival, eventi o progetti.

Non potendo proporre proiezioni e performances dal vivo, ma volendo mantenere una dimensione il più vicino possibile alla condivisione collettiva, Analogica 10 si svolgerà esclusivamente in diretta streaming. Non ci saranno link a streaming da vedere, ma basterà collegarsi al sito di analogica www.analogica.org per seguire la programmazione della decima edizione. L’home page di Analogica sarà lo schermo, e ”la sala”, che ospiterà la programmazione della decima edizione.

Per chi vuole conoscere e magari iniziare a usare il super8, Livio Colombo offrirà un laboratorio introduttivo per avvicinarsi all’uso della pellicola: dalla cinepresa alla moviola, fino al proiettore. Una guida divisa in due incontri per chi ha voglia di avventurarsi in una nuova esperienza, il 19 e 20 dicembre alle 18:00.

Di riutilizzo si parlerà anche con Danilo Torre, filmmaker che proprio attraverso il riciclo dei filmini di famiglia ha costruito parte della sua produzione. Danilo Torre è un artista visivo che ha concentrato il suo lavoro sui materiali d’archivio e sulle pellicole dimenticate e abbandonate che spesso recupera nei mercatini dell’usato.

Il suo nuovo progetto – TAMED Archive – nasce proprio dalla sua esperienza di ”recupero” nei mercatini. Il progetto usa i materiali di repertorio amatoriale ritrovati nell’arco di 20 anni nei mercatini di tutta Europa come se fossero un unico archivio “impossibile” di found-footage, trasformandoli in video per i social media. Un progetto locale protagonista inoltre del recupero della memoria familiare del territorio è Vite in Movimento, un progetto di digitalizzazione e archiviazione di centinaia di ore di pellicole familiari amatoriali custodite oggi nell’archivio degli uffici Film e Media della Provincia. Oscar La Rosa presenterà il progetto, tutt’ora in corso, il 20 dicembre alle 19:30 e saranno mostrati dei frammenti di materiali su Bolzano tra gli anni ’50 e gli anni ’80.

A chiudere, il 20 dicembre da Bolzano ci sarà un intervento di Stefano Bernardi con il progetto Pneumophono eseguito in acustico. Stefano Bernardi, sound designer e musicista collabora con diversi registi e case di produzione italiane e internazionali; in collaborazione con studi di design e architetti, crea paesaggi sonori per musei e produzioni teatrali; produce musica elettronica e realizza installazioni sonore interattive. Dal 2013 realizza diversi modelli di pneumofoni, strumenti musicali interattivi, costituiti da canne d’organo collegate a pompe per canoe.

L’interazione fisica del visitatore, oltre a quella estetica, favorisce la comunicazione interpersonale, in quanto le opere/pezzi sono allestiti in modo da poter essere suonati solo in gruppo. L’aspetto sociale diventa un ulteriore valore che rende i suoni unici e sempre diversi. Per Analogica 2020 suonerà il suo piccolo pneumophono a 6 note che ha sempre a disposizione nel suo studio.

 

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

più letti