Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Laives

17 marzo, a Laives la pandemia non ha fermato le celebrazioni per la Festa dell’Unità d’Italia

Pubblicato

-

Nemmeno il covid ha fermato la tradizionale cerimonia dell’alzabandiera con cui ogni anno il 17 marzo Laives celebra la Festa dell’Unità d’ItaliaUna cerimonia che quest’anno si è tenuta necessariamente in forma ristretta, alla sola presenza di piccole delegazioni di Alpini, Carabinieri, Croce rossa, ma senza il caloroso “abbraccio” della cittadinanza, ma che forse è stata ancora più sentita che in passato. Cittadinanza che però era rappresentata dai membri della giunta comunale, dai capigruppo consiliari e dal vicepresidente della giunta provinciale Giuliano Vettorato.

È proprio quest’anno che la ricorrenza della Unità d’Italia assume un valore e un significato ancora più forte, ancora più profondo“, ha sottolineato il sindaco Christian Bianchi. 

La nostra Nazione – ha detto –  ha dovuto affrontare un anno di estrema difficoltà, forse uno dei più difficili della nostra storia, dopo quel famoso 30 gennaio 2020, quando furono accertati i primi due casi positivi al virus Sars Covi2.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Una pandemia che ci ha spaventato tutti, che ha modificato radicalmente il nostro modo di vivere e di relazionarci agli altri. Una pandemia che ci ha portato via tanti anziani, i nostri nonni, i nostri genitori, i nostri affetti, e che ci ha impedito di stare insieme a loro, e tra di loro, determinando solitudine, isolamento e tanta tristezza.

Una pandemia che ha impedito ai bambini di giocare insieme, di andare a scuola, di proseguire con le loro passioni, lo sport, l’arte, la cultura, che formano parte integrante della loro crescita, caratterizzata dalla spensieratezza, dal sorriso, dal gioco.

Una pandemia che ha determinato uno stato emergenziale mai vissuto prima in tutte le strutture sanitarie, ai medici, agli infermieri, agli assistenti, ai dirigenti, ai soccorritori, che hanno dovuto far fronte alle richieste di assistenza e di cura, gettando il cuore aldilà di ogni ostacolo, di ogni paura, dedicandosi pienamente ai malati, sacrificando le loro famiglie, e purtroppo con un alto tributo di vite, tra di loro, infettati nello svolgimento di queste loro indispensabili attività.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Una pandemia che ha stravolto l’economia, che ha determinato la chiusura improvvisa di aziende, negozi, esercizi pubblici, imprese, con enormi preoccupazioni per i titolari e per i loro dipendenti, impauriti delle conseguenze che potranno esserci per il futuro, senza alcuna certezza di poter riprendere le loro attività, se nel frattempo queste non saranno state chiuse o fallite. Una pandemia che oltre al tributo di vite, sta spazzando via interi settori produttivi, e che certamente non sarà semplice rimettere in piedi una volta risolta la questione sanitaria.

Una pandemia che ha saputo anche però far esprimere il meglio dalle persone, con enormi gesti di solidarietà, che hanno garantito a molti la vicinanza, il conforto, l’aiuto, l’assistenza. Nei momenti più bui della storia spesso ad emergere è proprio il cuore della gente, il loro altruismo, la loro immensa bontà.

Ad emergere è stata anche la scienza, la medicina, la tecnologia, con tutta la comunità scientifica mondiale impegnata nella ricerca delle cure e dei vaccini. Oggi, a differenza dello scorso anno, vediamo la luce in fondo a questo lunghissimo tunnel buio, e per la prima volta possiamo pensare veramente di uscire, tutti insieme, da questa esperienza terribile. I vaccini costituiscono la vera grande possibilità di tornare alla nostra vita, alla possibilità di abbracciare i nostri anziani, di permettere ai nostri figli di sorridere e divertirsi tutti insieme, spensierati, e a tutti di riprendere la propria vita lavorativa, familiare, sociale, con normalità.

Sono certo però che questa grande prova, questo lungo periodo di dolore e di tristezza, le grandi privazioni a cui siamo stati sottoposti, alla fine della pandemia, ci faranno riscoprire migliori, ci avranno cambiato in meglio, ci avranno lasciato un grande insegnamento di vita e sul valore della vita stessa, ne sono certo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

E’ con questo spirito, con questa consapevolezza, con questo insegnamento, che quest’anno la celebrazione della unità d’Italia, assume un significato ancora più profondo, ancora più vero. Abbiamo scoperto che da soli possiamo fare poco, che siamo tutti collegati e che necessitiamo uno dell’altro. Forse oggi, in questo contesto, l’Italia si rende ancora più conto del valore della Unità, del percorso unitario, e della visione che, nel 1861, spinse l’Italia a nascere“.

NEWSLETTER

Val Pusteria4 minuti fa

Fungaiolo 71enne scompare nei boschi di Chienes: ritrovato illeso dopo 4 ore di ricerca

Alto Adige22 minuti fa

Mezzo agricolo si ribalta pericolosamente a bordo strada: una persona all’ospedale

Alto Adige37 minuti fa

Azienda in fiamme nella notte a Cortaccia: proseguono le operazioni di bonifica

Val Venosta19 ore fa

Alta Val Venosta e Merano, in arrivo nuovi medici di medicina generale

Politica22 ore fa

Elezioni 2022, Mussner, Messner, Heiss: le candidature ai collegi uninominali dei Verdi sudtirolesi con Europa Verde/Sinistra Italiana

Merano22 ore fa

Vaccinazione anti-covid, dal 22 agosto a Merano e Silandro gli orari cambieranno

Bolzano23 ore fa

Miss Italia: a Lagundo vince Beatrice Dalledonne

Società23 ore fa

Offerte fibra e internet, pubblicità poco trasparenti: l’autorità garante della concorrenza chiede informazioni precise. CTCU: “Controllare la banda minima garantita”

Alto Adige24 ore fa

Coronavirus: 6 casi positivi da PCR e 271 test antigenici positivi

Bolzano1 giorno fa

Vespe a Bolzano: molti gli interventi dei Vigili del Fuoco

Bolzano2 giorni fa

Il bilancio dei controlli ferragostani della Polizia Ferroviaria: 2 persone indagate, 2 minori rintracciati e 3 sanzioni amministrative

Bolzano2 giorni fa

Alto Adige, prendevano il controllo dei bancomat svuotandoli dal contante: arrestato un cittadino moldavo

Politica2 giorni fa

Elezioni 2022, il Team K presenta i suoi candidati alle prossime politiche: Franz Ploner per la circoscrizione elettorale della Camera Alto Adige Nord

Società2 giorni fa

Studenti fragili, le proposte del Coordinamento nazionale dei docenti alla classe politica

Alto Adige2 giorni fa

Coronavirus: 7 casi positivi da PCR e 418 test antigenici positivi

Alto Adige1 settimana fa

Tragico incidente in moto sulla Mendola, tentano il sorpasso ma perdono il controllo del mezzo: muore giovane coppia di fidanzati

Alto Adige3 giorni fa

Violento incidente sulla statale del Brennero: tre veicoli coinvolti e una donna elitrasportata all’ospedale

Merano7 giorni fa

Midsummer Night a Merano. Il Superstar Show accende Ferragosto

Arte e Cultura7 giorni fa

Ferragosto tra escursioni al Renon, musei e gastronomia: «Lasciatevi sorprendere da Bolzano»

Alto Adige3 giorni fa

Maltempo, temporali e grandine sull’Alto Adige: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Bolzano2 giorni fa

Alto Adige, prendevano il controllo dei bancomat svuotandoli dal contante: arrestato un cittadino moldavo

Bolzano2 giorni fa

Miss Italia: a San Leonardo vince la 22 enne Mariarosaria Perrotta

Bolzano7 giorni fa

Bolzano: arrestato per spaccio di stupefacenti un commerciante straniero

Alto Adige5 giorni fa

Incendio ad alta quota, fiamme su Cima Gallina a 2000 metri distruggono una malga

Val Venosta3 giorni fa

Autoarticolato si ribalta sulla statale della Val Venosta: lunghe code e disagi al traffico

Sport7 giorni fa

FC Südtirol: storico debutto sul campo del Brescia

Bolzano7 giorni fa

Arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino tunisino per numerosi furti avvenuti a Bolzano

Ambiente Natura7 giorni fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Alto Adige5 giorni fa

Operazione “Stazioni sicure”: il bilancio dei controlli della Polizia di Stato

Laives7 giorni fa

Lo sportello SEAB a Laives cambia sede

Archivi

Categorie

di tendenza