Connect with us

Alto Adige

Bambini e ragazzi in DAD: consigli pratici per sfide e difficoltà di alunni e docenti

Pubblicato

-

Da diversi mesi la didattica a distanza continua a porre numerose sfide e difficoltà per alunni e docenti, a marzo dello scorso anno ci si è approcciati per la prima volta a questo nuovo modo di fare scuola, ora invece si è più rodati e molti insegnanti, alcuni con maggiore slancio creativo di altri, sono ormai abili a condurre lezioni a distanza.

Nonostante l’abitudine, sia per i docenti che per gli studenti, continua a risultare molto faticoso condurre e seguire le lezioni dietro ad uno schermo.

Il dr Michele Piccolin, psicologo forense e consigliere Ordine psicologi Bolzano intervista la dr.ssa Monica Riccoldo, perfezionata in Psicologia dello sviluppo e dell’intervento nella scuola con esperienza principalmente di sostegno psicologico a bambini, adolescenti e genitori, consulenze e training per ADHD, autismo, disturbi specifici dell’apprendimento e disabilità cognitive.

Pubblicità
Pubblicità

Gentile dr.ssa Riccoldo, a livello pratico, quali possono essere alcuni accorgimenti con cui i genitori possono potenziare l’efficacia della DAD e rendere questa esperienza più serena e proficua per i loro figli?

Dr.ssa Riccoldo “La prima cosa fondamentale da fare è spiegare ai bambini il motivo per cui non possono frequentare la scuola in presenza, aiutarli a trovare un senso a questa situazione e rimarcare che si tratta di una soluzione temporanea. Essere emotivamente vicini ai propri figli e alle difficoltà vissute, ascoltarli con reale comprensione, sospendendo il giudizio. Cercare al tempo stesso di essere anche dei motivatori, rinforzando gli sforzi e l’impegno profuso.

Anche se non si può uscire per andare a scuola è buona prassi cercare di mantenere una routine fissa: alzarsi sempre alla stessa ora, fare colazione, lavarsi e vestirsi.

Prima di iniziare la lezione può essere utile fare qualche attività che stimola la concentrazione e il rilassamento, alcuni esempi potrebbero essere: ascoltare musica rilassante, colorare un mandala, fare esercizi di respirazione/mindfulness.

Per favorire la concentrazione è preferibile individuare un luogo fisso e privo di distrazioni (seduti alla scrivania, al tavolo del salotto), usare possibilmente il computer che da minor possibilità di movimento rispetto al tablet. Sarebbe meglio eliminare gli stimoli che possono distrarre i bambini/ragazzi, come ad esempio i giocattoli, la tv, la radio, i cellulari.

Alcuni studenti potrebbero aver bisogno dell’aiuto dei genitori per gli aspetti tecnici, come l’installazione della webcam e silenziare il microfono, può essere utile dedicare un po’ di tempo per insegnare soprattutto ai più piccoli ad essere più autonomi e sciolti con l’utilizzo del mezzo.

Un altro importante aiuto che possono fornire i genitori è quello di mantenere in ordine la postazione di studio e il materiale scolastico, in modo che sia tutto ben organizzato e a disposizione quando è necessario. Nelle pause è bene stimolare i bambini a staccarsi dal computer, uscire a prendere un po’ d’aria e fare del movimento”.

Piccolin: E i docenti come possono essere d’aiuto?

Farsi sentire vicini anche se divisi da uno schermo: essere vicini emotivamente ai propri alunni e trovare il modo di farli sentire tutti importanti, prendendosi il tempo per sapere con reale interesse come stanno e cosa provano. Mentre si fa lezione è importante guardare la webcam per far sentire i propri bambini-ragazzi visti, guardarli negli occhi e cercare di mettere al centro dello schermo, a turno, ciascuno di loro.

Gli insegnanti hanno un ruolo cruciale soprattutto nei confronti degli adolescenti, che per loro natura si trovano in una fase in cui si distaccano dai loro genitori per trovare la propria identità. Per questo motivo, la buona riuscita della DAD, per gli studenti delle medie e delle superiori, dipende in gran parte dagli insegnanti e dal loro modo di saper coinvolgere i ragazzi e mantenere un buon livello di attenzione.

Bisogna abbandonare l’idea di lezione frontale tradizionale, noiosa e poco stimolante. Seguire le lezioni dietro ad uno schermo è già di per se più difficile, quindi, mai come in questo momento i docenti devono cercare di mantenere vivo l’interesse attraverso altre modalità di fare lezione: stimolare il confronto e le discussioni, favorire i lavori in piccoli gruppi, le ricerche, proporre dei sondaggi, ricorrere all’uso di video, proporre laboratori casalinghi e stimolare costantemente la partecipazione attiva alla lezione attraverso delle domande. Insomma, i docenti devono tirare fuori tutta la loro creatività ed inventare nuovi modi di fare lezione”.

Piccolin: E per quanto riguarda gli alunni con bisogni educativi speciali (BES) e disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)?

Se la didattica a distanza risulta per tutti gli alunni una grande sfida, lo è a maggior ragione per gli alunni con bisogni educativi speciali o con disturbi specifici dell’apprendimento. Per loro valgono tutti i consigli e le strategie già elencate, con qualche accortezza in più. Risulta fondamentale una buona collaborazione scuola-famiglia per dare continuità agli obiettivi prefissati, promuovere l’utilizzo degli strumenti compensativi e delle misure dispensative previste dal PDP (Piano Didattico Personalizzato).

Proporre diversi momenti di scambio e interazione docente – alunno con BES/DSA e piccoli gruppi di alunni, perseguire sempre l’obiettivo dell’integrazione di questi alunni con il resto della classe”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.
  • Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano
    Con il nuovo Decreto varato dal Governo, esce anche il nuovo Portale del Reclutamento per la Pubblica Amministrazione, un luogo rivoluzionario dove si incontrerà domanda e offerta di lavoro pubblico. Di cosa si tratta All’interno... The post Nuovo Portale di Reclutamento per la P.A.: l’unico spazio dove domanda e offerta si incontrano appeared first on […]

Categorie

di tendenza