Connect with us

L’impertinente

“Cara ministra ti scrivo”…

Pubblicato

-

 

Cara Ministra Grillo, chi ti scrive è il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige Florian Zerzer, ultimamente frustrato e deluso perché non trova accoglienza presso di Lei…

Pubblicità
Pubblicità

E’ così che inizia (o dovrebbe iniziare) l’ultima epistola di marca Zerzer, l’ennesimo pianto greco, indirizzata al ministro della salute Giulia Grillo, nella quale il “divino” affetto dalla sindrome di Ponzio Pilato, declina ogni responsabilità sulla sciagurata gestione dell’azienda da lui guidata, additando a colpevole tale dott. Costantino Gallo.

Zerzer deve aver confuso il Ministro della Salute con il più classico “amico di penna”, quello che conosci in quei campeggi estivi adolescenziali e col quale stringi un forte legame di amicizia, di quelli resistenti anche alle distanze e al tempo.

Solamente che il nostro “letterataio seriale” non smette di mettersi in imbarazzo e, ancor più grave, di mettere in imbarazzo un’intera provincia con missive di proprio pugno, nelle quali si innalza a vittima di una sistematica denigrazione a mezzo social messa in atto dal “Dirigente Taglia Sprechi”, al secolo dott. Costantino Gallo.

La penna è più potente della spada, vero, ma quella di Zerzer più che una penna sembra una di quelle matitine che l’Ikea mette a disposizione dei clienti per appuntare misure e modelli, totalmente ininfluenti a qualunque scopo.

Dalla sua elevazione al soglio sanitario, il gradimento della gestione Zerzer non è mai stato così basso, tanto da attirare l’attenzione del ministero della Salute e le ire della politica locale. Nessuno prima aveva mai fatto peggio di Zerzer, ed in così poco tempo.

Eppure il dg imbraccia carta penna e calamaio e dichiara che l’attività denigratoria del dott. Gallo, si riflette negativamente sul buon andamento dell’attività dell’azienda sanitaria.

 

Vi prego, trattenetevi dal ridere.

Quindi se Zerzer riesce a peggiorare la situazione delle liste d’attesa per le prestazioni sanitarie, la colpa è del dott. Gallo perché avrà twittato le lamentele dell’utenza locale.

Se gli sportelli per l’accettazione delle prestazioni radiologiche sono chiusi è per colpa del dott. Gallo, non perché il personale è ammalato e non sanno con chi sostituirlo. Se i reparti ridimensionano i posti letto d’estate è colpa del dott. Gallo, non è colpa di una inadeguata programmazione delle ferie.

Se viene espulso un medico dall’Ordine dei medici è colpa del dott. Gallo, perché è lui che ha iscritto un medico all’Ordine senza la verifica dei requisiti della lingua nazionale ed è stato sempre lui ad assumerlo in azienda senza concorso. È colpa del dott. Gallo se il NAS dei Carabinieri rileva che suo papà (di Gallo) è stato operato senza l’indispensabile consenso informato, non dei medici che lo avevano in cura.

E di chi è la colpa che l’azienda sanitaria in diversi casi ha rilasciato cartelle cliniche in tedesco a pazienti di madrelingua italiana, contravvenendo alle stesse normative provinciali? Naturalmente il dott. Gallo, mentre guardava in silenzio i medici che le compilavano.

E chi ha assunto presso l’azienda sanitaria almeno una trentina di medici in pensione, di cui tre quasi ottantenni? Naturalmente il dott. Gallo, in preda ad una estasi assuntoria mentre il Direttore Zerzer ne stilava le relative delibere.

E chi è che ha affidato più incarichi con contratto d’opera ad uno stesso medico che ha il dono dell’ubiquità?

Senza parlare degli appalti di prestazioni sanitarie affidate ad agenzie interinali non iscritte all’Albo istituito presso il Ministero del Lavoro? Sempre lui, il dott. Gallo, utilizzando le piattaforme social di Tweet e di Facebook, perché come è risaputo, la vita istituzionale dell’azienda è regolata dal loro utilizzo.

Chi ha rinnovato il contratto a tutti quei primari (vedi il caso Regele) senza la relazione del Nucleo di Valutazione e del Collegio Tecnico, molti dei quali sono gli stessi che hanno denunciato il dott. Gallo? E addirittura, chi non ha ancora nominato il Nucleo di Valutazione ed il Collegio Tecnico?

Chi ha appaltato il servizio di copertura assicurativa per responsabilità civile dell’azienda di cui non si comprende bene la natura, le prestazioni che offre ed a chi è rivolta? Chi se non il dott. Gallo? Però nel frattempo la Guardia di Finanza e la Procura di Bolzano indagano i vertici sanitari proprio sugli argomenti precedentemente descritti, non indagano il dott. Gallo.

Ed allora caro Zerzero Ortis, perché inviare una lettera diffamatoria nei confronti del dott. Gallo auspicando ad un diretto intervento del Ministro?

E perché mettere in copia la dott.ssa Rossana Ugenti, direttore generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del Servizio Sanitario Nazionale?

Qual è il messaggio che tale messa in copia dovrebbe tacitamente trasmettere? Non ti basta lo stalking giudiziario messo in atto da una quarantina di medici con richieste di risarcimento? 

È così che vuoi risollevare il dissesto della tua azienda sanitaria, mettendo a tacere le voci di critica? Ma vuoi seriamente che per la prima volta nella storia della Repubblica, un ministro ti ci mandi?

Aspettate, c’è il dolce.

E chi ha nominato Florian Zerzer Direttore Generale, nonostante la falsa dichiarazione dei requisiti al concorso e il mancato possesso del corso di management sanitario? Il dott. Gallo? No, Arno “Geppetto” Kompatscher. La sola colpa di Gallo è stata di rendere pubblica tale illegittimità, come ha reso pubbliche tutte quelle sopra descritte.

 

pastedGraphic_1.png

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]

Categorie

di tendenza