Connect with us

L’impertinente

“Cara ministra ti scrivo”…

Pubblicato

-

 

Cara Ministra Grillo, chi ti scrive è il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige Florian Zerzer, ultimamente frustrato e deluso perché non trova accoglienza presso di Lei…

Pubblicità
Pubblicità

E’ così che inizia (o dovrebbe iniziare) l’ultima epistola di marca Zerzer, l’ennesimo pianto greco, indirizzata al ministro della salute Giulia Grillo, nella quale il “divino” affetto dalla sindrome di Ponzio Pilato, declina ogni responsabilità sulla sciagurata gestione dell’azienda da lui guidata, additando a colpevole tale dott. Costantino Gallo.

Zerzer deve aver confuso il Ministro della Salute con il più classico “amico di penna”, quello che conosci in quei campeggi estivi adolescenziali e col quale stringi un forte legame di amicizia, di quelli resistenti anche alle distanze e al tempo.

Solamente che il nostro “letterataio seriale” non smette di mettersi in imbarazzo e, ancor più grave, di mettere in imbarazzo un’intera provincia con missive di proprio pugno, nelle quali si innalza a vittima di una sistematica denigrazione a mezzo social messa in atto dal “Dirigente Taglia Sprechi”, al secolo dott. Costantino Gallo.

La penna è più potente della spada, vero, ma quella di Zerzer più che una penna sembra una di quelle matitine che l’Ikea mette a disposizione dei clienti per appuntare misure e modelli, totalmente ininfluenti a qualunque scopo.

Dalla sua elevazione al soglio sanitario, il gradimento della gestione Zerzer non è mai stato così basso, tanto da attirare l’attenzione del ministero della Salute e le ire della politica locale. Nessuno prima aveva mai fatto peggio di Zerzer, ed in così poco tempo.

Eppure il dg imbraccia carta penna e calamaio e dichiara che l’attività denigratoria del dott. Gallo, si riflette negativamente sul buon andamento dell’attività dell’azienda sanitaria.

 

Vi prego, trattenetevi dal ridere.

Quindi se Zerzer riesce a peggiorare la situazione delle liste d’attesa per le prestazioni sanitarie, la colpa è del dott. Gallo perché avrà twittato le lamentele dell’utenza locale.

Se gli sportelli per l’accettazione delle prestazioni radiologiche sono chiusi è per colpa del dott. Gallo, non perché il personale è ammalato e non sanno con chi sostituirlo. Se i reparti ridimensionano i posti letto d’estate è colpa del dott. Gallo, non è colpa di una inadeguata programmazione delle ferie.

Se viene espulso un medico dall’Ordine dei medici è colpa del dott. Gallo, perché è lui che ha iscritto un medico all’Ordine senza la verifica dei requisiti della lingua nazionale ed è stato sempre lui ad assumerlo in azienda senza concorso. È colpa del dott. Gallo se il NAS dei Carabinieri rileva che suo papà (di Gallo) è stato operato senza l’indispensabile consenso informato, non dei medici che lo avevano in cura.

E di chi è la colpa che l’azienda sanitaria in diversi casi ha rilasciato cartelle cliniche in tedesco a pazienti di madrelingua italiana, contravvenendo alle stesse normative provinciali? Naturalmente il dott. Gallo, mentre guardava in silenzio i medici che le compilavano.

E chi ha assunto presso l’azienda sanitaria almeno una trentina di medici in pensione, di cui tre quasi ottantenni? Naturalmente il dott. Gallo, in preda ad una estasi assuntoria mentre il Direttore Zerzer ne stilava le relative delibere.

E chi è che ha affidato più incarichi con contratto d’opera ad uno stesso medico che ha il dono dell’ubiquità?

Senza parlare degli appalti di prestazioni sanitarie affidate ad agenzie interinali non iscritte all’Albo istituito presso il Ministero del Lavoro? Sempre lui, il dott. Gallo, utilizzando le piattaforme social di Tweet e di Facebook, perché come è risaputo, la vita istituzionale dell’azienda è regolata dal loro utilizzo.

Chi ha rinnovato il contratto a tutti quei primari (vedi il caso Regele) senza la relazione del Nucleo di Valutazione e del Collegio Tecnico, molti dei quali sono gli stessi che hanno denunciato il dott. Gallo? E addirittura, chi non ha ancora nominato il Nucleo di Valutazione ed il Collegio Tecnico?

Chi ha appaltato il servizio di copertura assicurativa per responsabilità civile dell’azienda di cui non si comprende bene la natura, le prestazioni che offre ed a chi è rivolta? Chi se non il dott. Gallo? Però nel frattempo la Guardia di Finanza e la Procura di Bolzano indagano i vertici sanitari proprio sugli argomenti precedentemente descritti, non indagano il dott. Gallo.

Ed allora caro Zerzero Ortis, perché inviare una lettera diffamatoria nei confronti del dott. Gallo auspicando ad un diretto intervento del Ministro?

E perché mettere in copia la dott.ssa Rossana Ugenti, direttore generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del Servizio Sanitario Nazionale?

Qual è il messaggio che tale messa in copia dovrebbe tacitamente trasmettere? Non ti basta lo stalking giudiziario messo in atto da una quarantina di medici con richieste di risarcimento? 

È così che vuoi risollevare il dissesto della tua azienda sanitaria, mettendo a tacere le voci di critica? Ma vuoi seriamente che per la prima volta nella storia della Repubblica, un ministro ti ci mandi?

Aspettate, c’è il dolce.

E chi ha nominato Florian Zerzer Direttore Generale, nonostante la falsa dichiarazione dei requisiti al concorso e il mancato possesso del corso di management sanitario? Il dott. Gallo? No, Arno “Geppetto” Kompatscher. La sola colpa di Gallo è stata di rendere pubblica tale illegittimità, come ha reso pubbliche tutte quelle sopra descritte.

 

pastedGraphic_1.png

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]
  • Dall’amore per il bello alla passione per l’antico e il moderno: il mondo di Zanella Arredamenti
    Esistono alcuni luoghi agli angoli delle strade o nei piccoli borghi cittadini in cui la sola visita equivale sempre ad un’esperienza piena di ricordi, emozioni vissute e storia. Entrare in un negozio di antiquariato infatti, è un po’ come viaggiare nel tempo: scoprire un mondo di oggetti che non esiste più per qualcuno ma che […]
  • Uno sguardo a Kazan, un microcosmo di stili e culture che vivono in armonia
    A circa 820 kilometri da Mosca, dove i fiumi Volga e Kazanka si uniscono, si erge da oltre 1000 anni la splendida capitale della repubblica del Tatarstan: Kazan. Il suo splendore e le sue innumerevoli caratteristiche l’hanno portata ad essere nominata, nel 2005, la Terza Capitale della Russia (appellativo a cui può essere ufficialmente associata […]
  • Riscoprire il turismo lento in Italia, con le mini crociere fluviali
    Una parte della penisola Italiana è composta da un piccolo mosaico di isole e canali che insieme rappresentano la perfetta geometria di un mondo pieno di fascino. Riscoprire una dimensione lenta del turismo, attraverso gli imperdibili itinerari fluviali italiani è uno dei modi migliori per visitare questo mondo. Le crociere fluviali in houseboat sono in […]
  • Il rosmarino e le sue innumerevoli caratteristiche che fanno bene alla salute
    Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde del genere della Salvia, originario dell’area mediterranea. Questa pianta, infatti, cresce nelle zone litoranee, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell’entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si può trovare e coltivare anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana. Sin dall’antichità, […]

Categorie

di tendenza