Connect with us

Bolzano

Casapound a Bolzano e Trento contro il ddl Zan: “Difendiamo la libertà di espressione”

Pubblicato

-

L'azione a Bolzano

Decine di manifestazioni sono state organizzate nelle principali città italiane il 10 luglio contro il DDL Zan. Questa la risposta di CasaPound Italia sulla proposta di legge presentata in Senato e che sarà votata il prossimo martedì 13 Luglio. Anche in Piazza Dante a Trento e a Bolzano il movimento ha esposto in bella vista le scritte:”No ddl Zan! La libertà non è un’opinione” con tanto di fumogeni e punto esclamativo.

Il DDL Zan non deve passare, non è neanche lontanamente pensabile inserire all’interno del nostro ordinamento giuridico una legge che lascia ogni tipo di discrezionalità ai giudici, senza tener conto di quelli che sono i più basilari fondamenti del diritto – afferma un portavoce di CasaPound ItaliaLe associazioni LGBTQ+ che stanno dietro al DDL non sono minimamente rappresentative della società italiana: si tratta di gruppi di interesse e nulla di più.

La loro non è certo una battaglia di civiltà. Al contrario, l’obiettivo palese è quello di silenziare ogni voce di opposizione, andando a scardinare quelli che sono i fondamenti di ogni società. Porsi contro il DDL Zan non significa andare a minare i diritti degli omosessuali che, per altro, godono già di tutti i diritti che spettano a qualsiasi cittadino italiano. Significa difendere un concetto basilare che è quello della libertà di espressione, scongiurando derive oscurantiste evidentemente tanto care a chi vorrebbe vedere in galera chiunque sia contrario al diktat del politicamente corretto”  

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

                                                                

L’azione in Piazza Dante a Trento.

                                                   

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

 

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

più letti