Connect with us

Politica

Caso Green Power, M5S: “Ex dipendenti dell’azienda denunciano illeciti ma Alperia li ignora”

Pubblicato

-

Si è tenuta oggi al Kolpinghaus di Bolzano la conferenza stampa indetta dal M5S Alto Adige Südtirol relativa al caso Alperia-Green Power.

Gli ex collaboratori di Green Power, acquistata da Alperia, chiedono da mesi di essere ascoltati dalla dirigenza di Alperia e hanno esposto il modus operandi di Green Power di cui sono stati testimoni.

Così Daniela Matilde Orlandi, Marco Trentozzi e Antonio Cardamone: Noi avevamo contratti di collaborazione manageriale con Green Power. Ci eravamo dimessi a suo tempo proprio perché testimoni di comportamenti a dir poco truffaldini nei confronti delle famiglie.

Pubblicità
Pubblicità

E’ proprio per un principio di responsabilità e correttezza nei confronti di queste famiglie che ci teniamo a fare in modo che questi comportamenti vengano alla luce e soprattutto che non vengano ripetuti.

Cerchiamo da mesi un colloquio con Alperia per informare la dirigenza di ciò di cui siamo a conoscenza. Non riusciamo a capire come mai Alperia si ostini ad ignorare noi e quindi le informazioni che abbiamo da dare“.

I comportamenti di Green Power erano stati raccontati infatti anche da Striscia la notizia che aveva mostrato in un servizio come la società Green Power convincerebbe i clienti a accettare dei contratti ingannevoli ai danni delle famiglie che li sottoscrivono e, secondo le rilevazioni della trasmissione, ai danni dello Stato.

Così il Consigliere provinciale M5S Diego Nicolini:Alperia è una società pubblica, hanno investito soldi pubblici nell’operazione di acquisto di Green Power. Alperia deve dare atto a tutti noi di cosa stia succedendo. Si cerca da mesi di mettere in guardia sia la dirigenza di Alperia che la Provincia. Le risposte dell’Assessore Vettorato, sia alle mie interrogazioni che agli ex collaboratori di Green Power sono evasive. E’ necessario che tutto questo caso sia gestito nella più totale trasparenza“.

Gli ex collaboratori di Green Power hanno risposto anche a proposito dell’ultimo comunicato di Alperia, in cui la società prendeva le distanze dai comportamenti denunciati.

Alperia ha scritto in un comunicato che le riprese fatte da Striscia la notizia sarebbero precedenti all’acquisizione. Ma questo non è assolutamente vero e tutti i dati sono già in possesso delle Istituzioni che si occupano di questo caso.

Alperia ha anche affermato che i contratti ingannevoli erano amministrati da una società affiliata, affidataria del co-marketing. Ma questi contratti erano amministrati dalla Green Power Energy il cui amministratore era ed è sempre la stessa persona che tutt’oggi rimane procuratore speciale di Green Power, parte di Alperia: Marco Marchiorri“.

Così Daniela Matilde Orlandi, Marco Trentozzi e Antonio Cardamone: “Alperia non si sta comportando meglio di quanto non abbia fatto Green Power. Alle nostre richieste di un appuntamento ci rispondono che tramite PEC ci avrebbero già fissato un appuntamento al quale saremmo mancati.

Noi questa PEC non l’abbiamo mai ricevuta, come non abbiamo mai ricevuto l’occasione di esporre i fatti di cui siamo stati testimoni. Denunceremo questo pomeriggio i dirigenti Alperia e l’Assessore Vettorato“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza