Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

CNA Pensionati, servono subito regole sanitarie ad hoc per residenze e case di cura. O sarà strage di anziani

Pubblicato

-

Serve un protocollo nazionale urgente valido anche per Alto Adige e Trentino, altrimenti le residenze per anziani e le case di cura rischiano di rappresentare l’anello debole della prevenzione al propagarsi del contagio che stiamo così faticosamente contrastando.

Il Coronavirus, malattia della solitudine e della morte solitaria, spadroneggia nei luoghi della terza età, che rischiano di diventare moltiplicatori di contagio e veri e propri lazzaretti“. Lo afferma Arrigo Simoni, presidente regionale di CNA Pensionati, invocando interventi immediati.

La nuova strage degli innocenti“, l’ha definita il Forum del Terzo settore della Lombardia, cuore dell’incendio epidemico. Questa volta, però, gli innocenti non sono bambini, ma persone anziane, fragili e spesso portatori di disabilità. Persone che, dopo una vita di lavoro, di impegno per gli altri, di sacrifici, pagano anche negligenze e leggerezze altrui.

Le residenze degli anziani anche nella nostra regione – evidenzia Simoni – si stanno dimostrando ogni giorno che passa sempre di più come l’anello debole di una rete che rischia di rappresentare un nuovo innesco dalla forza dirompente per la diffusione del Covid19 e che già oggi rappresenta un focolaio per nuovi decessi“.

Si moltiplicano, infatti, su tutto il territorio nazionale e regionale i casi di quarantena e di isolamento in comuni dove sono presenti case di cura e residenze per anziani nelle quali il virus dilaga fra ospiti, operatori sanitari e addetti.

Il nuovo fronte del contagio – sottolinea CNA Pensionati – è in questi buchi neri diffusi da un capo all’altro dell’Italia. Zone rosse di malattia e grandi solitudini con i vecchietti chiusi all’interno senza nemmeno più il conforto delle visite parenti. E dove gli operatori delle strutture, che operano quasi a mani nude, magari sprovvisti dei presidi sanitari più efficaci, si ammalano in gran numero contagiando a loro volta parenti, amici, negozianti, vicini di casa“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Avanzare in ordine sparso da regione a regione – aggiunge Simoni – non è una buona idea. E’ bene che questi luoghi, da molti esperti definiti potenziali bombe biologiche, siano presidiati da medici e operatori sanitari preparati a contrastare il Coronavirus.

E’ necessario siano anche dotati di apparecchiature per monitorare lo stato di salute degli ospiti, penso ad esempio ai saturimetri e agli ecografi portatili per controllare i polmoni. E poi è indispensabile che tutto il personale sia dotato di presidi di protezione efficaci e resti isolato dai familiari o da altri contatti sociali proprio per evitare – conclude – il diffondersi all’esterno dell’epidemia“.

NEWSLETTER

Benessere e Salute4 settimane fa

Sanità, dal 1 gennaio 2023 nuove regole per l’accesso agli ospedali

Alto Adige3 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano4 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Politica3 giorni fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige4 settimane fa

Morta Paola Zani, commissario capo della Questura di Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Bressanone4 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Capodanno, i Vigili del Fuoco avvisano: “Festeggiamo senza rischiare, usiamo correttamente i fuochi d’artificio”

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige3 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano2 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Bolzano3 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Laives3 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Politica1 settimana fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Archivi

Categorie

di tendenza