Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Consegnati attestati a 10 donne richiedenti asilo

Pubblicato

-

L’assessora provinciale alle politiche sociali, Martha Stocker, ha consegnato ieri mattina (5 novembre) gli attestati a 10 donne richiedenti asilo che hanno preso parte al progetto “Donne: ancora tanto da fare”, un percorso di sostegno, orientamento e potenziamento rivolto alle donne immigrate, organizzato dall’Associazione Donne Nissà.

“Questo corso rivolto a donne che hanno alle spalle esperienze di migrazione e spesso di violenze – ha sottolineato la Stocker – si inserisce nel nostro impegno per fare tutto il possibile allo scopo di mettere le donne richiedenti asilo in condizione di svolgere un lavoro e di raggiungere una loro autonomia nell’ambito della nostra società. L’attestato vuole essere in primo luogo un incoraggiamento ad impegnarsi nel mondo del lavoro, la fase di accoglienza rappresenta un’opportunità fondamentale per ricevere il supporto necessario ad iniziare un percorso d’inclusione nella società”.

Il progetto è stato sostenuto e realizzato dall’Associazione Donne Nissà in collaborazione con l’Ufficio anziani e distretti sociali della Provincia, i centri di accoglienza di Volontarius, River Equipe, Caritas e l’agenzia linguistica Alphabeta, vari enti e servizi territoriali come i consultori Aied ed Arca, Forum prevenzione, Seab, Ipes, Ospedale di Bolzano, Croce Bianca, Ufficio anagrafe del Comune di Bolzano, Poste, Museion e Cooperativa sociale Akrat.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Durante la formazione le partecipanti hanno seguito 106 ore di formazione linguistica, il test per la verifica delle competenze Hamet F presso il laboratorio della cooperativa Akrat, un corso specifico di primo soccorso ed hanno avuto modo di conoscere ed approfondire numerosi servizi offerti dalla Provincia nel campo della sanità, del sociale e della formazione professionale.

“Il progetto era rivolto specificatamente a donne ospitate nei centri di accoglienza di Volontarius, della Caritas e di River Equipe” sottolinea la direttrice dell’Ufficio anziani e distretti sociali della Provincia, Brigitte Waldner

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza