Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Mamma&Donna

Coronavirus, Clio Makeup scappa con la famiglia. Restare a New York non è più sicuro

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Clio Zammatteo, famosa make up artist e Youtuber nata in Italia, vive a New York con il  marito e la figlia di due anni. Durante queste settimane, in cui il mondo è stato assalito da un’emergenza sanitaria globale, ha condiviso la sua paura attraverso  stories molto toccanti su Instagram.

Incinta all’ottavo mese, si è confidata con i suoi fan:”Gli americani non sono pronti ad affrontare questa epidemia” – ha detto con le lacrime agli occhi.

Quello che spaventa la nota makeup artist non è tanto il virus in sè ma il boom della vendita di armi che ha seguito la dichiarazione dello stato di emergenza per il Coronavirus.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

New York è attualmente la città più colpita degli Stati Uniti, e Seguendo l’esempio italiano il sindaco Bill De Blasio sta decidendo di annunciare un periodo di quarantena.

Ciao ragazzi, come avrete notato non sono a casa mia. – racconta Clio in un post su Instagram – Abbiamo preso la decisione non facile di lasciare New York e spostarci in America sempre per stare a Washington, a casa di Giuliana Arcarese (anche lei truccatrice e influencer). Non lo abbiamo fatto per paura del virus ma qui in città le cose stanno diventando molto strane e non ci sentivamo più al sicuro, per Grace e per la bambina che sta per arrivare.

La gente fa le code per comprare le armi e questo ci fa molta paura. New York non è più sicura. Sono davvero felice di essere qui da Giuliana, non so quante altre persone avrebbero fatto questo per noi. Gli americani – continua Clio, – non sono uguali agli italiani. Abbiamo veramente paura della reazione della gente.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

New York è una città con un’enorme povertà, se a queste persone che non hanno nulla nemmeno in condizioni normali gli togli la possibilità di un pasto, sono capaci di entrarti in casa. È per questo che gli americani stanno comprando le armi, perché sono così, non sono un popolo che si prende per mano e si fa coraggio. Se si arriva al peggio è la tua vita o la mia. La grandi città come New York non sono sicure, specie per qualcuno nelle mie condizioni”.

All’ottavo mese di gravidanza, visibilmente provata, Clio ha deciso di lasciare la sua casa e partire lasciando a New York tutto ciò che aveva preparato per la nascita della sua seconda bambina e in lacrime ha raccontato che dove si trova ora non ha ancora un medico ma che almeno si sente molto più sicura.

Una scelta dettata dal panico ma si sa che ogni mamma fa di tutto per proteggere il proprio cucciolo e lo fa seguendo il proprio istinto seguendo ciò che indica il cuore.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Arte e Cultura23 minuti fa

Contributo provinciale alla Fondazione Haydn. Kompatscher: “Un patrimonio culturale per tutta la regione”

Laives16 ore fa

Le critiche del Centro Sinistra di Laives su Serra didattica a Pineta e pulizia dell’abitato

Alto Adige16 ore fa

Incendio in una autorimessa a Flaines, intervento tempestivo dei vigili del fuoco

Bolzano19 ore fa

Bar e ristoranti: “Personale quasi introvabile per i locali di Bolzano”. La riunione del direttivo Confesercenti

Laives20 ore fa

Laives, dalla prossima settimana via alle nuove asfaltature

Val Pusteria23 ore fa

A Brunico, controlli straordinari del territorio e prevenzione generale

Alto Adige24 ore fa

Aggressioni e minacce tra motociclisti: retata della Polizia

Bressanone1 giorno fa

Risse e aggressioni, Polizia e Carabinieri chiudono nuovamente il bar SOLE a Bressanone

Economia e Finanza1 giorno fa

Rovereto: 150 assunzioni e 1,3 milioni di risorse per contrastare la disoccupazione

Trentino1 giorno fa

Nasce la «Montagnaterapia»: firmato l’accordo tra SAT e APSS

Benessere e Salute1 giorno fa

Bonus psicologo: richieste in scadenza al 31 maggio 2024

Alto Adige1 giorno fa

Incendio devasta il ristorante St. Moritz in Val d’Ultimo

Consigliati1 giorno fa

Regolamenti e certificazioni nazionali per la sicurezza del gioco online: ecco quali operano

Val Pusteria2 giorni fa

Carabinieri di Dobbiaco nelle scuole della Val Pusteria per la cultura della legalità

Bressanone2 giorni fa

Eventi criminali alle tabaccherie, rimangono indispensabili prevenzione e collaborazione. I Carabinieri all’assemblea annuale della FIT

Alto Adige3 settimane fa

Carabinieri di Bolzano lanciano una campagna di sensibilizzazione contro le truffe agli anziani

Alto Adige3 settimane fa

Hotel altoatesini bersaglio di truffe seriali, denunciato un 46enne napoletano

Bolzano3 settimane fa

Rissa al Druso: quattro daspo emessi dal questore

Bolzano4 settimane fa

Scoperto mezzo chilo di hashish nascosto in una siepe a Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Automobilista ferito gravemente dopo un impatto con un camion in valle Aurina

Salute3 settimane fa

Servizio Sanitario Nazionale, per l’89% degli italiani è sacro

Politica3 settimane fa

Tensione in giunta sulla commissione pari opportunità: critiche da Galateo di Fratelli d’Italia

Val Pusteria3 settimane fa

Operazione di controllo a Brunico e Bressanone: irregolarità in bar e sanzioni del Questore

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Girava tra le case con arnesi da scasso a Montagna: denunciato

Alto Adige3 settimane fa

Incidente sulla MeBo: camper in fiamme sulla corsia sud

Politica4 settimane fa

Presidente Kompatscher assegna le deleghe della giunta regionale

Politica4 settimane fa

La commissione di convalida del consiglio provinciale posticipa la decisione sulla posizione di Renate Holzeisen

Alto Adige3 settimane fa

Polizia intensifica i controlli su alcol e droga tra i conducenti in Alto Adige

Trentino4 settimane fa

Lascia cinque milioni in eredità alla badante. I nipoti, esclusi, presentano querela

Merano3 settimane fa

Controlli speciali a Merano: il questore notifica altri decreti di espulsione

Archivi

Categorie

più letti