Connect with us

Economia e Finanza

Gentiloni, ipotesi patto di stabilità sospeso anche nel 2022: pieno sostegno dalla BCE

Pubblicato

-

La sospensione del patto di stabilità potrebbe essere estesa anche al 2022: a dirlo è stato il Commissario europeo agli Affari Economici, Paolo Gentiloni, chiarendo che tale possibilità verrà discussa nei prossimi mesi. Il patto di stabilità che fissa i vincoli di finanza pubblica dei vari Paesi europei, tra cui anche un deficit non oltre il 3% del Pil, potrebbe rimanere sospeso fino al 2022.

Gentiloni ha ricordato anche come il Fiscal Board, il gruppo di esperti indipendenti incaricato di valutare l’applicazione del patto di stabilità, abbia suggerito di reintrodurlo solo nel momento in cui il Prodotto interno lordo di tutti i Paesi europei tornerà a livelli pre – pandemia. L’idea di una sospensione verrà discussa sicuramente nei prossimi mesi, ma secondo Gentiloni “se saremo ancora in profonda recessione dovremo mantenere in vigore la clausola”.

Nei giorni scorsi, il Commissario avrebbe chiesto agli Stati membri di proseguire con il sostegno all’economiaper tutto il tempo che serve e per quanto tempo serve dato che, secondo Gentiloni “la ripresa è stata interrotta ed entreremo nell’anno prossimo con un livello di attività molto molto basso”.

Pubblicità
Pubblicità

A margine della decisione, la Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde ribadisce pieno sostengo all’economia europea: “Siamo e continueremo ad essere totalmente impegnati a sostegno della popolazione europea” ha detto Lagarde.

La presidente della Banca Centrale Europea lancia però anche un allarme sulla possibilità che a fronte di misure restrittive, possano moltiplicarsi improvvisamente chiusure aziendali, fatto che potrebbe ripercuotersi sulla domanda di altre imprese, spingendo al ribasso la produzione.

Diventa fondamentale quindi, la risposta politica per proteggere le singole economie ed esclude categoricamente le preoccupazioni di una “zombificazione” tra le aziende, ovvero la possibilità che le imprese rimangono in vita solo grazie agli aiuti pubblici.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza