Connect with us

Società

Invalidi civili e ciechi civili dell’Alto Adige: rendiamo l’inclusione visibile a tutti

Pubblicato

-

Scoprire nuovi posti, scegliere la giusta varietà di cereali dallo scaffale del supermercato o controllare il proprio estratto conto: difficoltà che le persone cieche ed ipovedenti devono affrontare ogni giorno. Oltre a questi ostacoli quotidiani, che possono ad esempio essere contrastati con l’aiuto di ausili tecnici, si aggiungono i falsi pregiudizi, a complicare ulteriormente la vita di molte persone disabili. L’Associazione Invalidi Civili (ANMIC Alto Adige) e l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI Sezione Alto Adige) presentano le attuali problematiche e le possibili soluzioni.

In Alto Adige sono quasi 46.000 le persone che, a causa di una malattia fisica, mentale o psichica, vengono riconosciute quali invalidi civili. Molti vivono con un deficit visivo, che può variare da una leggera limitazione della vista alla completa cecità. Poiché circa l’80% della percezione umana avviene attraverso la vista e le persone colpite devono cavarsela senza questo importante senso, i ciechi civili sono esposti a diverse difficoltà. Lo spettro di tali problematiche è molto ampio e va dal prendere la giusta linea dell’autobus ogni giorno, all’utilizzo di dispositivi touch-screen, al trovare ed esercitare una professione.

La maggior parte di questi ostacoli quotidiani possono essere superati grazie alla tecnologia moderna, ad esempio le funzioni di lettura e di audio. Specifiche App e funzioni di default integrate negli smartphone, come i caratteri più grandi, il contrasto elevato o l’interazione aptica tra l’utente e il dispositivo, permettono anche alle persone gravemente ipovedenti o cieche di comunicare o fare acquisti online. D’altra parte, tuttavia, la questione del lavoro sista rivelando un problema decisamente più complesso. Questo inquanto, sia gli invalidi civili in generale che gli ipovedenti e i ciechi si trovano di fronte a molti pregiudizi, come ad esempio la supposizione che essi non possano fornire le stesse prestazioni di una persona non disabile. Ciò causa un maggiore tasso di disoccupazione tra le persone appartenenti a tale categoria, spiega Thomas Aichner, Presidente ANMIC Alto Adige: “Per gli invalidi civili la probabilità di trovare un’occupazione sul mercato del lavoro è dimezzata rispetto alle persone senza handicap. Attualmente, in Alto Adige, oltre il 10% degli invalidi civili è disoccupato”.

Pubblicità
Pubblicità

“La ricerca dimostra che le persone disabili sono mediamente più motivate nonché più fedeli al datore di lavoro. Inoltre, essi sono spesso grandi esperti di tecnologia poiché, a causa della loro disabilità, la tecnologia gioca un ruolo essenziale nella loro vita. Spesso, sono sufficienti anche solo piccoli aggiustamenti sul posto di lavoro per permettere alle persone con una menomazione grave di contribuire al successo di un’azienda. Le aziende con molti impiegati disabili hanno, in media, più successo delle aziende che li escludono categoricamente”.

Di integrazione professionale ed uguaglianza sociale si occupa anche la Consulta per le persone con disabilità del Comune di Bolzano che, insieme all’amministrazione comunale, opera per migliorare la qualità di vita degli invalidi civili, dei ciechi e delle persone disabili.

La nostra sfera di competenza riguarda in particolare l’eliminazione delle barriere architettoniche, culturali, comunicative e tecnologiche”, riferisce Ines Mair, membro della Consulta per le persone con disabilità e membro del consiglio direttivo dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI Sezione Alto Adige). “A causa del mio deficit visivo, sono io stessa un’invalida civile riconosciuta e comprendo quindi pienamente le problematiche attuali. All’interno della Consulta vengono proposte soluzioni mirate che puntano ad abolire queste barriere. In questo modo, vorremmo garantire l’inclusione nella società di tutte le persone nonché il pieno esercizio dei propri diritti“.

Oltre a Ines Mair, attiva come comune rappresentante dell’ANMIC Alto Adige e UICI nella Consulta per le persone con disabilità, vengono rappresentati molti altri invalidi civili. Allora come oggi, i due gruppi d’interesse, riconosciuti sia a livello provinciale che statale, si battono per la piena inclusione di decine di migliaia di altoatesini.

Siamo orgogliosi che il nostro lavoro abbia un impatto positivo sulla vita degli invalidi civili altoatesini e dei minorati della vista, e rimaniamo ottimisti affinché anche le aziende riconoscano pienamente il grande potenziale di questi lavoratori”, dichiarano Aichner e Calò, riassumendo il loro sforzo comune.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Dalla fast fashion alla slow fashion : il futuro della filiera della moda
    La filiera dell’abbigliamento e la qualità manifatturiera in Italia, trascina con sé una spirale virtuosa di ricadute ed immagini positive per l’intera economia del nostro Paese. La trasformazione delle filiera Negli ultimi anni il settore... The post Dalla fast fashion alla slow fashion : il futuro della filiera della moda appeared first on Benessere Economico.
  • Great Green Wall, la grande muraglia verde per evitare la desertificazione e creare nuove economie
    Il problema dell’emergenza climatica, sta coinvolgendo il mondo intero non solo incidendo sull’intera economia, con effetti gravi sui bilanci mondiali ma anche in termini di qualità della vita, salute e sicurezza alimentare. Un passo verso... The post Great Green Wall, la grande muraglia verde per evitare la desertificazione e creare nuove economie appeared first on […]
  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza