Connect with us

Le nostre storie

L’angolo di paradiso di Homeless Pets: Giulia Dalpiaz e il volto “green” di Bolzano

Pubblicato

-

Questa settimana siamo molto “green”, ci sentiamo di approfondire il tema dell’ecologia attraverso la storia di Giulia Dalpiaz (abbiamo lo stesso cognome, ma non siamo parenti), che ci racconterà come si può vivere in modo alternativo, con un occhio di riguardo, verso l’ambiente che ci circonda.

Chi è Guilia Dalpiaz

Classe 1990, vive e lavora a Bolzano. Amante degli animali fin da piccola, grazie anche al papà Marco, che le ha trasmesso l’amore per gli animali e per la natura, si occupa da anni di volontariato, creando un’associazione della quale è Presidente. Negli anni, con cognizione di causa, e mossa da uno spirito di sincero altruismo, decide di cambiare il suo stile di vita, adottando totalmente, un approccio “Green Style”.

Pubblicità
Pubblicità

Giulia, raccontaci come e perché è nata Homelesspetsbz?

L’associazione “Homeless Pets Bolzano”, attiva dal 2014, è un associazione No-Profit per la protezione degli animali che si occupa principalmente di colonie feline. Io e altri volontari ci occupavano già delle colonie di via Bari, via Genova e Parco delle Semirurali e per tutelare maggiormente le nostre postazioni abbiamo deciso di aprire l’associazione. Oggi Homeless Pets gestisce 6 colonie feline per un totale di circa 80 gatti tra Bolzano e Laives.

I volontari coinvolti nelle varie attività sono una trentina. Oltre alle colonie ci occupiamo di adozioni e di varie emergenze sul territorio, in alcune occasioni, anche di animali selvatici.

È un grande impegno, soprattutto quando dopo 8 ore di lavoro, si corre per gli interventi da svolgere quotidianamente. Ma è una cosa che tutti noi facciamo con il cuore, perché al primo posto, mettiamo sempre il benessere degli animali.

Ci tengo a precisare che da pochissimo, 10 volontari ed io, abbiamo deciso di aprire a Bolzano, la sezione di Balzoo, il primo Banco Italiano Zoologico in Italia che si impegna a sostenere cani, gatti e i loro padroni in difficoltà economica.

Quando hai deciso di diventare vegetariana e cosa ha influito maggiormente, in questa scelta così importante?

Sono vegetariana da quasi 8 anni. Una decisione che il mio ragazzo Manuel ed io, abbiamo preso insieme. Questo perché siamo consapevoli che la sofferenza non c’è solo nell’industria della carne, ma anche in quella dei derivati come latte e uova, quindi stiamo cercando di adottare addirittura un dieta vegana, ossia “cruelty free”.

Il cambiamento della mia alimentazione prima onnivora, è avvenuto dopo un episodio che mi ha particolarmente colpito: era il 14 febbraio 2012, me lo ricordo come se fosse oggi. Ci avevano chiamato per un capriolo investito. Un piccolo “Bambi” che dopo varie telefonate non è stato salvato da nessuno e che ho visto morire davanti ai miei occhi. Da lì ho capito che se ami gli animali non li puoi mangiare, sono esseri viventi e senzienti. Proprio come noi, provano emozioni e dolore.

Sono dell’idea che se le persone vedessero con i propri occhi cosa succede negli allevamenti e nei macelli, non avrebbero più il coraggio di mangiare carne e derivati animali.

Se tu potessi parlare ai potenti della terra cosa diresti loro, per salvare il pianeta?

Come sappiamo, una delle maggiori cause dell’inquinamento ambientale sono gli allevamenti intensivi. I danni ambientali sono tanti, emissioni di gas serra come anidiride carbonica (Co2), metano (CH4), protossido d’azoto (N2O) e di ammoniaca.

Un enorme spreco di acqua, deforestazioni per pascoli e produzione di soia e foraggio, oltre che contaminazione dei terreni e inquinamento delle acque. Oltre ai danni ambientali, bisogna pensare anche al benessere degli animali che soprattutto negli allevamenti intensivi vengono maltrattati e tenuti in condizioni igienico sanitarie pessime.

Per questo motivo vengono somministrati antibiotici in maniera eccessiva e incontrollata causando problemi di resistenza antibiotica negli animali e negli umani. Parlo di allevamenti da dove provengono i prosciutti a marchio DOP, le mozzarelle di bufala campana, carni e derivati animali come uova e latticini utilizzate da azienda ritenute eccellenze italiane.

Il made in Italy, a mio avviso, non è più una garanzia di qualità. Ad esempio, molti connazionali si scandalizzano per l’usanza di alcune zone della Cina, dove si consuma carne di cane, o per la macellazione Halal e per la mattanza degli agnelli a Pasqua. Ma ignorano o fanno finta di non sapere CHI o COSA hanno nel piatto, nella loro alimentazione quotidiana.

Puoi darci qualche consiglio pratico, da applicare nel nostro quotidiano, per far diventare un po’ più “green” anche i lettori della nostra rubrica?

Piccoli accorgimenti ci sono, come ad esempio praticare la raccolta differenziata, limitare l’uso quotidiano di acqua. Quanti di noi quando si lavano i denti, lasciano correre l’acqua ad oltranza? Anche utilizzare materiale di carta, anziché di plastica dovrebbe diventare una sana abitudine.

Per il discorso culinario invece, io non giudico i carnivori, ci mancherebbe, però li invito a provare anche altri alimenti come i legumi, che sono una buona fonte di proteine vegetali. Spero che questo articolo, sia uno spunto sinceramente positivo, per coloro che vogliono, nel loro piccolo, contribuire ad aiutare l’ambiente ed i nostri amati amici animali.

Per seguire le attività di Homeless Pets Bolzano e Balzoo Bolzano su www.homelesspets.it

Instagram @homelesspetsbz
facebook.com/HomelessPetsBolzano
facebook.com/BalzooBolzano

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Il mega – yacht a forma di cigno: la straordinaria opera futurista dell’industria navale italiana
    La sintesi tra i confini della tecnologia e i massimi livelli di design applicati alla nautica è stata svelata e prende il nome decisamente caratteristico di “Avanguardia”, il nuovo yacht che nei prossimi mesi si farà sicuramente notare nei mari di tutto il mondo. Quest’opera avveniristica dell’industria navale salta agli occhi per la sua inconfondibile forma […]
  • Pacchetti “antistress “ in hotel di lusso: giornate alla ricerca del benessere
    Alternare il lavoro con il riposo, mettendo in pausa la routine quotidiana aggiunge una diversione alla vita e permette la splendida occasione di fare esperienze insolite, conoscere luoghi, persone e sopratutto non avere un’agenda giornaliera. In una società iperattiva è quindi indispensabile la ricerca dell’equilibrio perduto anche solo attraverso esclusivi pacchetti antistress in hotel di […]
  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]

Categorie

di tendenza