Connect with us

Politica

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

«Dopo 100 anni dalla sua nascita la bandiera ladina è ancora viva nel cuore e nelle menti delle popolazioni che essa rappresenta. Questo riconoscimento è un segno tangibile della valorizzazione e del rispetto della nostra identità e della nostra cultura.» È il commento a caldo, espresso dall’assessore regionale alle minoranze linguistiche, Luca Guglielmi, dopo l’approvazione da parte del Consiglio regionale della mozione che prevede il riconoscimento istituzionale della bandiera ladina. Con 58 voti favorevoli e 6 astenuti, adesso è ufficialmente consentita l’esposizione della bandiera a strisce orizzontali azzurra, bianca e verde sugli edifici pubblici dei comuni ladini. «Da ladino credo che oggi sia una giornata molto importante per tutti i ladini. Da oggi tutti i comuni ladini potranno finalmente esporre la bandiera ladina al fianco di quella italiana – ha concluso Guglielmi – è un momento storico che celebriamo con gioia e gratitudine a tutti coloro che hanno sostenuto questo importante passo avanti nella tutela delle nostre tradizioni. Oggi, più che mai, la bandiera ladina sventolerà orgogliosa come simbolo della nostra appartenenza alla ricchezza culturale della nostra regione.»

«Questo è un passo importante per celebrare e rispettare la ricca diversità culturale che caratterizza il nostro territorio – ha dichiarato il Presidente Arno Kompatscher la bandiera ladina rappresenta non solo un simbolo di identità per la comunità ladina, ma anche un ponte per promuovere la comprensione e il dialogo interculturale. Con questo atto, ribadiamo il nostro impegno per la tutela e la valorizzazione delle minoranze linguistiche e culturali presenti nel nostro territorio.»

Soddisfazione anche del Team K nelle parole di Paul Köllensperger, il primo firmatario della mozione presentata dal gruppo stesso. «Poco più di un secolo fa si svolse a passo Gardena una manifestazione convocata per esprimere il forte dissenso contro la negazione del diritto all’autodeterminazione e oggi i ladini hanno una ragione in più per ricordare orgogliosamente la ricorrenza del 5 maggio 1920. I comuni ladini avranno finalmente una base normativa per poter esporre la propria bandiera. Va però riconosciuto che abbiamo potuto ottenere questo risultato anche grazie all’ex-consigliere Massimo Bessone, che nella scorsa legislatura aveva acceso i riflettori sul problema, presentando una proposta che non fu discussa e che noi ci siamo sentiti in dovere di riprendere.»

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Oltradige e Bassa Atesina4 settimane fa

La prima tappa di “Borgo diVino in tour 2024” fa sosta a Egna con un ricco programma

Bolzano3 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Trentino4 settimane fa

Tragedia nell’Alto Garda: il corpo senza vita della persona scomparsa ieri sera è stato ritrovato

Società4 settimane fa

Quindici giovani talenti della ricerca scientifica: workshop interdisciplinare Laimburg-Berlino

Archivi

Categorie

più letti