Connect with us

Società

Manifesti shock, Maglione: “Per me nel 2018 la gogna mediatica. Ora il Comune intervenga”

Pubblicato

-

Ci risiamo. Ancora una volta gli esponenti di Süd Tiroler Freiheit propongono una campagna pubblicitaria offensiva verso tutti gli italiani. Esposti, querele, interrogazioni parlamentari e condanne bipartisan non si sono fatti attendere per quei manifesti ritenuti lesivi della dignità professionale di un’intera categoria, quella dei medici.  E il caso è diventato nazionale.

Poster affissi negli spazi antistanti l’ospedale di Bolzano, proprio alle fermate dei bus. Non uno ma quasi una decina. “Il medico non sapeva parlare tedesco“, recita lo slogan che accompagna l’immagine di un cadavere.

Spazi che, come è noto, sono di proprietà del Comune ma in appalto alla ditta First Avenue.

Pubblicità
Pubblicità

Quello che è successo in questi giorni a Bolzano è certamente materiale interessante per la commissione Segre, ma evidentemente non abbastanza per quella comunale istituita nel 2018, quando l’assessora Lorenzini montò un caso mediatico per due natiche che comparivano su un cartellone esposto in zona industriale.

Il sindaco Renzo Caramaschi lo ha subito sottolineato, che quei rettangoli pubblicitari non sono gestiti dalla sua amministrazione ma il problema, a sentire Max Maglione, titolare dell’omonima agenzia di comunicazione bolzanina, sarebbe un altro.

Non è certo sulla scelta del messaggio di STF che voglio sindacare, ma sulle motivazioni per le quali ancora nessun esponente politico del Comune di Bolzano, almeno di quelli che puntarono il dito contro la mia agenzia lo scorso anno, abbia chiesto l’immediata rimozione dei manifesti affissi in spazi comunque di proprietà del Comune stesso e dati solamente in concessione ad un’agenzia pubblicitaria – protesta Maglione – . Dico questo perché per un episodio assai meno rilevante, in passato la mia agenzia è stata accusata di sessismo“.

La polemica montata allora (era l’autunno del 2018) era riferita proprio all’immagine di cui sopra, quell’anonimo “lato B” che campeggiava su un cartellone issato sulla struttura portante di un camion vela parcheggiato in via Siemens (noi l’avevamo commentata qui Sessismi, femminismi e bucce di banana: il caso Lorenzini).

La dura presa di posizione riguardo al manifesto commerciale ha portato l’assessora a segnalare la pubblicità all’organo di vigilanza, chiedendone la immediata rimozione e valutando anche la possibilità di presentare una denuncia.

Maglione è arrabbiato? In fondo, a quel tempo, fu l’assessora a uscirne peggio, con l’attacco femminista a un cartellone che raffigurava due anonime chxxppe, mentre nel frattempo proprio l’amministrazione comunale di cui fa parte stava finanziando e patrocinando un Festival del Porno in città. Ricorda?

Ricordo. La segnalazione di Lorenzini scatenò però una gogna mediatica durata una settimana anche nei confronti della mia persona, in qualità di titolare dell’agenzia. Nessun riferimento al cliente che espressamente aveva richiesto quel tipo di messaggio pubblicitario. Come pensa che mi possa sentire oggi, constatando che alla vista di questi manifesti scandalosi, in quanto non si tratta di arte comunicativa ma solamente di odio e razzismo, nessuno si sta muovendo?

Addirittura era stata creata allora una commissione comunale per la vigilanza sui messaggi pubblicitari nel capoluogo altoatesino, che però, in questo caso specifico non ho sentito esprimersi. Che fine ha fatto oggi quel fantomatico organo regolatore?

Il messaggio veicolato dal suo cartellone non era certo leggero. Lei allora è stato davvero accusato di sfiorare il becero sessismo.

Io ho fatto solamente ciò che il mio cliente mi ha richiesto, non intendendo nella maniera più assoluta risultare offensivo nei confronti delle donne. Discutere sulla bontà o meno di un certo tipo di messaggio ci sta. Fa parte del gioco e siamo in democrazia. Ma il metodo e il metro di giudizio, quelli si che devono essere uguali per tutti.

Riprendiamo dunque la sua domanda: che fine ha fatto la commissione e come mai nessuno interviene?

Giriamo il quesito a chi l’ha istituita. Qualora tale organo sia ancora operante, e a questo punto mi chiedo se lo sia mai stato, domando pubblicamente se in Municipio abbiano intenzione di intervenire, per trasparenza, per principio di equità e con lo stesso sdegno, anche su questa questione.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti
    Dopo lo shock delle chiusure e la rabbia per essere stati una delle categorie invisibili agli occhi del Governo, i lavoratori del mondo dello sport possono gioire per il primo contratto con tutele, contributi e... The post Rivoluzione nel mondo dello sport, nasce il lavoratore sportivo: più tutele e diritti appeared first on Benessere Economico.
  • Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione
    In molti si aspettavano un allungamento dei tempi, ma la macchina di notifica e riscossione delle cartelle esattoriali sospese ripartirà il 1 maggio 2021. La notificazione degli atti riguarderanno anche pignoramenti e avvisi di accertamento,... The post Cartelle esattoriali 2021: dal 1 maggio riparte la riscossione appeared first on Benessere Economico.
  • Torna l’albergo ad ore che fa audience
    Gli ultimi mesi hanno costretto in molti alla necessità di ridefinire il proprio approccio alla quotidianità, con l’evoluzione di diversi modelli di business soprattutto nel settore turistico. Molti imprenditori del settore, spinti dalla necessità di... The post Torna l’albergo ad ore che fa audience appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza